26/01/10

Shoah

Con il termine Shoah venne ufficialmente indicato lo sterminio degli ebrei operato dai nazisti. Questo vocabolo venne usato per la prima volta nel 1938 nella Palestina sottoposta al mandato britannico durante una riunione del Comitato Centrale del Partito Socialista, in riferimento al pogrom della cosiddetta “Notte dei Cristalli”.
Nella parola Shoah, voce biblica che significa “catastrofe, disastro”, è implicito che quanto è accaduto non ha alcun significato religioso, contrariamente a ciò che richiama il termine olocausto, spesso usato, che rinvia a un’idea di sacrificio di espiazione. La Shoah è piuttosto un genocidio, ovvero un’azione criminale che, attraverso un complesso e preordinato insieme di azioni, è finalizzata alla distruzione di un gruppo etnico, nazionale, razziale o religioso.
Ben sei milioni di ebrei (secondo fonti tedesche), giovani, vecchi, neonati e adulti, furono uccisi dalla violenza nazista.
La Shoah si sviluppò in cinque diverse fasi:
I. la privazione dei diritti civili dei cittadini ebrei;
II. la loro espulsione dai territori della Germania;
III. la creazione di ghetti circondati da filo spinato, muri e guardie armate nei territori conquistati a est dal Terzo Reich, dove gli ebrei furono costretti a vivere separati dalla società e in precarie condizioni sanitarie ed economiche;
IV. i massacri delle Einsatzgruppen (squadre di riservisti incaricate di eliminare ogni oppositore del nazismo nei territori conquistati dell’Ucraina e della Russia) durante le azioni di rastrellamento;
V. la deportazione nei campi di sterminio in Polonia dove, dopo un’immediata selezione, gli ebrei venivano o uccisi subito con il gas o inviati nei campi di lavoro e sfruttati fino all’esaurimento delle forze, per essere poi comunque eliminati.

25/01/10

Intervista

Davide Boni, capodelegazione della Lega in giunta regionale, come commenta il rapporto di fine legislatura, che dipinge la Lombardia come locomotrice dell’economia italiana con un Pil che rappresenta il 21% di quello nazionale?
«La nostra regione si dimostra capace di risparmiare, nonostante gli attacchi che ci piovono da tutte le parti».

A cosa si riferisce?
«C’è chi sostiene che il nostro sistema sanitario non sia buono e che ci siano state sperequazioni a vantaggio dei privati, ma la sanità lombarda è perfezionabile e il rapporto parla chiaro: il 26,2% dell’apporto nazionale è prodotto dalla nostre industrie. Nonostante la Lombardia sia al primo posto come Pil, è al quattordicesimo per infrastrutture: questo non va bene».

Come interverrà in questo senso il federalismo fiscale?
«Paradossalmente se è vero che il federalismo ci permetterà di risparmiare di meno, è vero anche che costringerà le altre regioni a essere più oculate. Gli ultimi dati Istat dicono che se tutte le regioni facessero economia, si risparmierebbero 11 miliardi di euro».

Il vantaggio per i lombardi?
«Si potrebbero investire meglio i soldi sul territorio, per esempio per migliorare le infrastrutture»

A quando quindi la riforma federale?
«Stiamo aspettando, ma a Roma si lavora per questo. Credo che nella prossima legislatura vedremo già i primi risultati».

07/01/10

Buon Anno Nuovo

L’Anno Nuovo è arrivato: tra i molti impegni che ci aspettano, un ruolo di tutto rilievo spetta senza dubbio alle elezioni regionali del prossimo marzo. Una data importante per tutto il Paese e soprattutto per le Regioni del Nord, chiamate ad esprimersi, attraverso il voto, ad innescare la svolta decisiva nei vari settori e nei vari aspetti di ogni singola realtà territoriale. Inutile dire come un rafforzamento della Lega Nord equivalga ad ottenere la possibilità concreta di continuare a cambiare, passo dopo passo, il sistema che fino ad oggi ha retto questo Paese. Perché, come ormai avviene da anni, il vero cambiamento non è determinato dagli altri, ma passa attraverso le nostre proposte e il rafforzamento dei nostri consensi. Per questo non possiamo perdere un’occasione storica: Lombardia, Veneto, Piemonte, Emilia-Romagna in primis devono dare dimostrazione che il nostro movimento è in grado di crescere proprio perché sempre più vicino alle esigenze del territorio e della popolazione, raccogliendo i frutti di quello che si sta compiendo a livello nazionale, regionale, provinciale e comunale. Più forti noi siamo, più attente e precise saranno le risposte che le persone vogliono e hanno il diritto di ottenere, risolvendo anche molte questioni fino ad oggi rimaste in sospeso. Buon Anno a tutti!

con affetto
Davide Boni

03/01/10

Bodies -Robbie Williams-

God gave me the sunshine,
Then showed me my lifeline
I was told it was all mine,
Then I got laid on a ley line
What a day, what a day,
And your Jesus really died for me
Then Jesus really tried for me

UK and entropy,
I feel like its ****in’ (beeped out) me
Wanna feed off the energy,
Love living like a deity
What a day, one day,
And your Jesus really died for me
www.musicloversgroup.com
I guess Jesus really tried for me

Bodies in the Bodhi tree,
Bodies making chemistry
Bodies on my family,
Bodies in the way of me
Bodies in the cemetery,
And that’s the way it’s gonna be

All we’ve ever wanted
Is to look good naked
Hope that someone can take it
God save me rejection
From my reflection,
I want perfection

Praying for the rapture,
‘Cause it’s stranger getting stranger
And everything’s contagious
It’s the modern middle ages
All day every day
And if Jesus really died for me
Then Jesus really tried for me

Bodies in the Bodhi tree,
Bodies making chemistry
Bodies on my family,
Bodies in the way of me
Bodies in the cemetery,
And that’s the way it’s gonna be

All we’ve ever wanted
Is to look good naked
Hope that someone can take it
God save me rejection
From my reflection,
I want perfection

Bodies in the Bodhi tree,
Bodies making chemistry
Bodies on my family,
Bodies in the way of me
Bodies in the cemetery,
Bodies in the bodhi tree,
Bodies making chemistry
Bodies on my family,
Bodies in the way of me
Bodies in the cemetery,
And that’s the way it’s gonna be

All we’ve ever wanted
Is to look good naked
Hope that someone can take it
So God save me rejection
From my reflection,
I want perfection

Jesus didn’t die for you, what do you want?
(I want perfection)
Jesus didn’t die for you, what are you on?
Oh Lord
(Jesus really died for you) Ohh
(Jesus really died for you)
(Jesus really died for you) Ohh