28/02/16

MILANO - ELEZIONI AMMINISTRATIVE BONI: "BENE TOLLERANZA ZERO E RISPETTO DELLE REGOLE"


In merito alle parole di Parisi sul tema di immigrazione e sicurezza, è intervenuto il Segretario provinciale della Lega Nord, Davide Boni: 

"Condivido le parole di Parisi: sul tema dell'immigrazione dobbiamo dare soluzioni e ci vuole tolleranza zero, facendo rispettare le regole. Un messaggio che sposa pienamente quello che la Lega Nord dice da oltre vent'anni. ..". 
"L'ansia e la paura a cui fa riferimento Parisi - sottolinea Boni - non sono però generate da chi si fa portavoce delle esigenze dei milanesi, sollevando i problemi, ma da chi da anni trascura i temi della sicurezza e dell'immigrazione incontrollata". "Il futuro Sindaco di Milano - conclude Boni - dovrà quindi dare risposta alle esigenze dei milanesi, lasciati abbandonati a loro stessi dall'amministrazione Pisapia. Su questi temi noi saremo in prima linea, così come abbiamo sempre fatto".

24/02/16

LOMBARDIA – LEGGE MOSCHEE BONI: “DECISIONE POLITICA”


In merito alla bocciatura da parte della Corte Costituzionale della norma regionale lombarda finalizzata a regolamentare luoghi di culto, è intervenuto il Segretario Provinciale del Carroccio, Davide BONI: 
“Detto e fatto: Renzi ha impugnato la norma della Regione Lombardia sulla regolamentazione dei luoghi di culto e la Corte Costituzionale ha accolto il ricorso. Lascio ai cittadini di buon senso trarre ogni conclusione da questa vicenda. 
Un errore gravissimo – commenta Boni - che farà contenti tutti coloro che in questi anni hanno costruito luoghi di culto abusivi e messo a grave rischio la sicurezza di questo Paese”. 
“D’altra parte Renzi e PD dimostrano ogni giorno che passa di predicare solo a parole la sicurezza, salvo poi interferire con il lavoro svolto in Regione Lombardia, - sottolinea Boni - scagliandosi contro, per ragioni politiche, ad una legge democraticamente votata, finalizzata a imporre norme rigide e chiare, soprattutto da un punto di vista urbanistico”. 
“Chi non ha nulla da nascondere non ha nessun problema a rispettare le regole volute dalla nostra Regione e a cercare una convivenza pacifica. Questa decisione, politicizzata, - conclude Boni - è un grave passo indietro, oltre che un modo per ingessare tutto il lavoro che la Lombardia sta svolgendo sul fronte sicurezza e che dovrebbe essere preso ad esempio da tutte le altre Regioni d’Italia”.

MILANO – EXPO BONI: “SALA CHIARISCA I CONTI EXPO”

In merito alla diffusione dei primi dati sul bilancio dell’esercizio 2015 di Expo, è intervenuto il Segretario provinciale della Lega Nord, Davide Boni:
“A una persona che se ne infischia dei conti preliminari di Expo, con il 2015 che si chiude con una perdita di oltre 32 milioni di euro, crogiolandosi unicamente nel dato positivo del patrimonio netto, – commenta Boni - non potrò mai affidare serenamente la gestione delle casse del Comune di Milano”.
“A questo aggiungiamo il caos conti 2016, che dovrà vedere l’intervento dei soci, mentre il numero totale e reale degli accessi all’esposizione universale sembra avvolto nel mistero più fitto. Sala non può pertanto fare spallucce come se lui non avesse mai avuto voce in capitolo sui conti, sugli incarichi assegnati e sugli investimenti effettuati”. 
“Troppo comodo sfilarsi oggi dal dato impietoso dei numeri – conclude Boni – perché Sala deve assumersi le proprie responsabilità chiarendo quanto prima ogni aspetto di Expo”.

23/02/16

MILANO‬ – ARGINI NAVIGLIO GRANDE BONI: “IL COMUNE DI MILANO FACCIA LUCE SULLA VICENDA”


In merito alla denuncia del Codacons sulla situazione in cui si trova il Naviglio Grande di Milano, è intervenuto il Segretario provinciale della Lega Nord, Davide BONI:
“E’ preoccupante la situazione denunciata dal Codacons – commenta Boni – sullo stato di degrado in cui si trovano gli argini del Naviglio Grande di Milano. Crepe e segni di cedimento che alla luce dei lavori di restauroeffettuati qualche mese fa , in occasione di Expo, non dovrebbero neppure essere comparsi”.
“Ci auguriamo che il Comune di Milano faccia luce su questa vicenda – sottolinea Boni – anche perché se i danneggiamenti fossero confermati, significherebbe che nessuno ha vigilato sui lavori nella loro fase di attuazione”.
“Non vorremmo che, come al solito, - conclude Boni – vengano messe le mani nelle tasche dei milanesi per rifinanziare opere già effettuate. Se qualcuno ha sbagliato deve assumersi le proprie responsabilità”.

21/02/16

#MILANO – MULTE MEZZI PUBBLICI #BONI: “LE REGOLE VARRANNO ANCHE PER ROM E CLANDESTINI?”

In merito alle nuove disposizioni inserite nella bozza del decreto sui servizi pubblici locali, sul tema delle multe per chi viaggia senza biglietto sui mezzi pubblici, è intervenuto il Segretario provinciale del Carroccio, Davide Boni:                             
“Ogni anno il danno causato da migliaia di persone che viaggiano senza pagare il biglietto sui mezzi pubblici raggiunge cifre considerevoli – commenta Boni – quindi ben venga l’intenzione di combattere questa piaga. Positivo altresì che le aziende di trasporto pubblico locale potranno  avvalersi della collaborazione di agenti accertatori, figura che se utilizzata al meglio potrà dare più sicurezza sui mezzi pubblici”. 
“Il problema di fondo, però, in una città come Milano, - spiega Boni - resta sempre lo stesso. In che modo le nuove regole verranno applicate anche a rom e clandestini che viaggiano gratis? O a pagare alla fine saranno sempre gli stessi?” .
“Ogni giorno assistiamo alle consuete scene, sia in metropolitana che sui mezzi di superficie, con intere famiglie di nomadi che saltano i tornelli, senza che nessuno li fermi e con migliaia di immigrati che, come accade sulla 90-91, viaggiano indisturbati senza mai obliterare il biglietto. 
Se vogliamo realmente ripianare il debito – conclude Boni - dobbiamo ripartire da qui, aiutando i controllori a potere svolgere il proprio compito senza temere di essere sbeffeggiati e aggrediti da chi si sente sempre e comunque in diritto di fare tutto ciò che vuole, restando impunito”.

MILANO - Boni: "i Grillini tolgono la maschera"


In merito alle dichiarazioni della candidata dei Cinque Stelle, Bedori, è intervenuto il Segretario provinciale della Lega Nord, Davide Boni: 
"Che si parli di Cinque Stelle o di PD - commenta Boni - non vi è alcuna differenza, visto che su tematiche come rom e moschee le idee sono prettamente identiche". "A Milano i Grillini vorrebbero aprire moschee in ogni quartiere e attuare politiche di integrazione per i Rom. Progetti - sottolinea Boni - che tolgono la maschera ai Grillini che, come del resto il PD, non considerano più i milanesi come interlocutori". "D'altra parte dopo che i cinesi hanno votato Sala alle primarie - conclude Boni - anche i Grillini non potevano essere da meno rilanciando con rom e moschee"

18/02/16

MILANO – ELEZIONI AMMINISTRATIVE BONI: “miglioriamo insieme Milano”


“Sono molto soddisfatto di dare il via al nuovo sito,www.miglioriamomilano.org, che vuole essere uno strumento interattivo attraverso il quale ogni singolo cittadino può inviare suggerimenti e proposte, per individuare quale siano le priorità per la Milano del futuro.
Il sito – spiega Boni - presenta infatti il nostro capoluogo lombardo suddiviso nelle 9 zone dove è possibile per gli utenti lasciare un commento mirato per ogni singola zona o anche un parere generico cliccando sull’apposita area.
Uno strumento semplice e accessibile ma per noi estremamente importante dove tutti possono partecipare in questo modo alla definizione del programma elettorale. 
C’è chi parla di partecipazione e chi, da sempre, mette in pratica questo principio non solo con la propria presenza ormai abituale in tutti i quartieri e in tutti i mercati ma da oggi anche attraverso questo nuovo portale.
Una nuova interfaccia – conclude Boni – che i milanesi possono utilizzare per migliorare tutti insieme Milano”. 
Con queste parole Davide Boni, Segretario provinciale della Lega Nord di Milano, ha presentato il nuovo portale www.miglioriamomilano.org, finalizzato a raccogliere idee e proposte in vista delle prossime elezioni amministrative del capoluogo lombardo.

MILANO – ELEZIONI AMMINISTRATIVE BONI: “PASSERA? GOFFI TENTATIVI PER METTERSI IN LUCE”


In merito alle dichiarazioni di Corrado Passera sul Governo di Regione Lombardia e sul candidato del centrodestra al Comune di Milano, Stefano Parisi, è intervenuto il Segretario Provinciale della Lega Nord, Davide Boni:
“Passera, probabilmente a corto di argomenti validi che possano sostenere la propria candidatura, – commenta Boni - sceglie il terreno sbagliato per tentare di mettersi in luce. 
Il motivetto che ha deciso di intonare, che vede Parisi perennemente in ostaggio della coalizione a trazione leghista, – ironizza Boni - non potrà continuare per molto perché tra poco l’ex banchiere dovrà rendere conto ai milanesi del suo programma elettorale per Milano, cosa che per ora lascia molto a desiderare”. 
“Incensarsi altresì come unico candidato indipendente fa sorridere – conclude Boni – anche perché forse dimentica di avere fatto fino a poco tempo il Ministro per il Governo Monti….. Un passato che i milanesi ricordano molto bene”.

17/02/16

‪#‎MILANO‬ – CASE POPOLARI ‪#‎BONI‬: “MILANO RIDOTTA COME ROMA DALLA GIUNTA PISAPIA”

In merito alla notizie relative ai milioni di euro di crediti non riscossi dalla Giunta Pisapia per la locazione di immobili di proprietà del Comune, è intervenuto il Segretario Provinciale della Lega Nord, Davide Boni:
“Sicuramente un altro tema sul quale la prossima Giunta di Milano dovrà lavorare concretamente è proprio quello degli alloggi popolari, - commenta Boni - non solo in termini di manutenzione, ma soprattutto sulle molte situazioni anomale che riguardano assegnazioni sospette e milioni di euro di canoni non riscossi dall’amministrazione Pisapia”. 
“Non vorremmo infatti che Milano sia stata ridotta come Roma, - sottolinea Boni - con affitti di favore e appartamenti di lusso concessi a prezzi stracciati. Il tema degli alloggi popolari è infatti determinante,anche perché abusivismo e morosità ritardano l’assegnazione degli alloggi a famiglie e anziani milanesi che ne avrebbero totalmente il diritto, bloccati da anni in una graduatoria infinita”. 
“Non è possibile che si debba aspettare anni prima di completare gli accertamenti, - conclude Boni – e un buco da oltre 200 milioni di euro è indice che in questi cinque anni non è stato fatto assolutamente nulla da chi predicava che le periferie e le fasce più deboli erano una priorità di governo”.

16/02/16

MILANO‬, ANCORA RISORSE DIROTTATE AI MIGRANTI, ‪BONI‬ (LEGA): PRESTO RICOMINCEREMO A PENSARE AI MILANESI

Nel merito della determina del 5 febbraio 2016, che regola le "convenzioni con enti vari del privato sociale per la realizzazione di servizi di prima accoglienza" interviene il segretario cittadino del Carroccio Davide Boni:
“Prendiamo atto che, anche agli sgoccioli del suo infausto periodo di governo della città, questa amministrazione non smentisce se stessa, ed investe, con una nuova delibera, più di 500.000 euro di soldi pubblici in posti letto e “menù coerenti con i principi e abitudini alimentari degli ospiti” a favore dei ‘maggiorenni in difficoltà economiche e abitative inviate dal Centro aiuto stazione centrale’. Ovvero migranti di ogni genere e provenienza che ormai da mesi riempiono i centri assistenziali cittadini, le parrocchie, le nostre strade, i nostri mezzi pubblici, senza che dalle istituzioni si alzi una voce per fermare un flusso continuo e inarrestabile, che qui arriva e qui si ferma, poiché ormai buona parte degli altri paese europei ha posto stretti vincoli di accesso alle proprie frontiere.
E puntualizza: “A Milano, ‘città di transito’ come spesso ci viene ricordato, questi pseudo profughi, che per la maggior parte profughi non sono, si fermano, ricevono cure e assistenza, corsie preferenziali ai servizi, ed attenzioni che vengono negate ai milanesi in stato di indigenza e difficoltà economiche. Ora chiediamo alle anime belle della sinistra governativa: di quale colpa si sono macchiati i milanesi per veder rivolgere attenzioni e dirottate risorse sempre e comunque a favore di chi è arrivato ieri?
E’ ora di ricominciare a pensare in maniera propositiva al futuro - chiosa Boni- di non subire più passivamente le decisioni prese a Roma ma di tornare ad essere protagonisti delle scelte che riguardano il nostro territorio, riempiendo finalmente di contenuti il vuoto lasciato da un’amministrazione di inetti".

15/02/16

MILANO‬ – ELEZIONI AMMINISTRATIVE. ‪#‎BONI‬: “LE PAROLE DI SALA CI CONFERMANO CHE SIAMO SULLA STRADA GIUSTA”

In merito alle parole del candidato Sindaco del centrosinistra per la città di Milano, Sala, sul tema della sicurezza affidata da Parisi a Salvini, è intervenuto il Segretario provinciale del Carroccio, Davide Boni:
“Le parole di Sala ci rincuorano – ironizza Boni – poichè marcano il solco tra le politiche del centrosinistra da quelle del centrodestra: mi sarei preoccupato se avesse detto altro. Lui e tutta la sinistra sono lontani anni luce dalle politiche di Salvini sulla sicurezza? Bene, allora vuol dire che siamo sulla strada giusta”.
“Visto che sulla sicurezza la Giunta Pisapia non ha fatto assolutamente nulla, il fatto che Sala voglia continuare su questa linea la dice lunga su come il candidato sindaco della sinistra abbia realmente a cuore anche la condizione delle periferie e dei luoghi caldi della città, - sottolinea Boni - dove proprio la mancanza di controlli impedisce ai milanesi di vivere serenamente”. 
“Mi auguro che Sala – conclude Boni - continui a rimarcare, come peraltro facciamo noi, le differenze tra la sua coalizione e quella che vede la Lega Nord protagonista delle politiche sulla sicurezza e nella lotta al degrado”.

MILANO – SICUREZZA BONI: “MILANO TRASFORMATA IN UN RING A CIELO APERTO”


In merito agli ultimi due casi di violenza avvenuti in poche ore a Milano nella zona delle Colonne di San Lorenzo e in Piazzale Cuoco, è intervenuto il Segretario provinciale della Lega Nord, Davide Boni:

“Un negoziante aggredito ben due volte in pochi giorni solo perché aveva osato denunciare il degrado in pieno centro, – commenta Boni – e ieri l’ennesima rissa tra romeni e albanesi finita in ospedale: questo è ciò che è diventata Milano oggi, trasformata in un ring a cielo aperto”.
“Sembra quasi riduttivo parlare oggi di emergenza sicurezza – sottolinea Boni – perché perfino i cittadini che collaborano, denunciando il degrado e dimostrando così un profondo senso civico,rischiano di subire pesanti ritorsioni. A questo aggiungiamo anche le consuete scorribande e regolamenti di conti tra bande di stranieri”.
“Sicuramente, mentre la Giunta Pisapia ha ampiamente dimostrato di non considerare le tematiche della sicurezza come prioritarie, inseguendo quelle di una aleatoria integrazione, - spiega Boni – per la Lega Nord restano una priorità assoluta. Non si può fare ripartire una città come Milano se prima non vengono ristabilite condizioni di vita sicure per tutti”.

13/02/16

MILANO – BONI: “PER LA SINISTRA SI’ ALLA LINGUA ROM, NO AL DIALETTO LOMBARDO”


In merito alla proposta di legge presentata alla Camera, con primo firmatario un deputato del Sel, per il riconoscimento della minoranza linguistica storica di rom e sinti, è intervenuto il Segretario Provinciale della Lega Nord, Davide Boni: 
“Sarebbe da analizzare seriamente – ironizza Boni - la modalità con la quale la sinistra affronta le questioni linguistiche e culturali: mentre in Lombardia il Pd ha aspramente criticato il progetto di legge per la tutela e la promozione della lingua lombarda, a livello nazionale viene addirittura presentata una proposta per il riconoscimento della minoranza linguistica di rom e sinti”. 
“Un mondo totalmente alla rovescia, – spiega Boni – perché non si comprende per quale ragione da un lato si voglia impedire la diffusione e l’utilizzo della lingua lombarda, anche nelle istituzioni, e dall’altro si fa di tutto per riconoscere le inflessioni linguistiche a noi totalmente estranee che non fanno in alcun modo parte del nostro tessuto sociale e culturale”. 
“Una sinistra – conclude Boni - che ad ogni livello, nazionale e comunale, sembra fare di tutto per svendere le nostre radici, persino quelle linguistiche”.

11/02/16

GRIMOLDI‬ E BONI (LEGA NORD) – A MILANO E’ ALLARME SICUREZZA: SARA’ UNO DEI TEMI CHE SOTTOPORREMO SUBITO A STEFANO PARISI

“Uno dei temi che, come Lega Nord, sottoporremo al candidato sindaco Stefano Parisi sarà quello dell’emergenza sicurezza nelle periferie di Milano, ma non solo.
Un’emergenza sotto gli occhi di tutti, tranne dell’uscente giunta arancione.
Basti vedere che solo nelle ultime ore a Milano si sono verificati numerosi atti di violenza a danni di cittadini o di beni pubblici.
Ieri sera un trentenne rapinato e accoltellato da due sudamericani nel parcheggio di un Mc Donald’s, stamattina la linea verde bloccata per un furto di cavi di rame che hanno interrotto, tre giorni fa una donna aggredita e presa a calci e pugni in pieno centro solo per strappargli la borsetta.
Senza contare un gennaio con due stupri e altri gravissimi episodi di violenza, tra cui un autobus devastato, spesso commessi da bande di latinos.
Milano e i milanesi hanno bisogno di sicurezza, dopo cinque anni di degrado incentivato dal lassismo del centrosinistra: adesso bisogna invertire la rotta ”.

Lo dichiarano l'on.Paolo Grimoldi, deputato della Lega Nord e Segretario della Lega Lombarda, e Davide Boni, Segretario della Lega Nord Milano.

09/02/16

MILANO – SICUREZZA BONI: “IN PRIMA SERATA LA MILANO DEI FINTI VOLONTARI”

In merito a una serie di truffe che avvengono quotidianamente a Milano e mandate in onda dal tg satirico Striscia la Notizia è intervenuto il Segretario Provinciale della Lega Nord, Davide Boni:
“Colpisce molto il fatto che la nostra città torni alla ribalta in prima serata sulle reti Mediaset – commenta Boni – non per meriti artistici o sociali ma per una squallida storia di cronaca che mostra come la delinquenza abbia ormai più volti, con truffatori che girano indisturbati e che giocano sulla sensibilità dei milanesi”
“Le minacce di morte nei confronti dell’inviato di Striscia la Notizia, Staffelli,  da parte di finti volontari filmati a chiedere un contributo economico ai passanti per i più bisognosi, - sottolinea del Boni - sono l’ennesima dimostrazione che ormai a Milano vige la legge del più forte, con individui privi di scrupoli che in nome della beneficienza si arricchiscono personalmente”. 
“Anche dinanzi a questo ennesimo episodio il silenzio della Giunta Pisapia è sempre più incomprensibile. Doveva arrivare Striscia la Notizia per smascherare questi delinquenti? Perchè nessuno è intervenuto prima? Chissà che grazie a questo servizio – conclude Boni – i milanesi non acquisiscano la piena consapevolezza che la nostra città deve rialzare finalmente la testa”.

BONI‬: CRISI NEGOZI STORICI, LEGANORD‬ ‪MILANO‬: CHI IGNORA LA STORIA NON HA PASSATO NE’ FUTURO


“Si spengono le luci su un altro pezzo di storia e tradizione meneghina: Viganò Milano 1919 lascia la Galleria Vittorio Emanuele, e cede quella che è la sua sede storica dal 1933, al marchio Chanel. Un punto di riferimento per milanesi e turisti da ben 83 anni si vede costretto a lasciar spazio, in questo caso come in altri, a griffe internazionali, confermando peraltro un trend crescente degli ultimi anni.

Un trend che vede i negozi storici abbandonare le vie del centro, causa bassa remuneratività, concorrenza low cost cinese e, non ultimi, i canoni di concessione demaniali sempre più alti, e la micidiale Area C che, come confermano le associazioni di categoria, ha ulteriormente eroso i margini di guadagno.
Sta di fatto che, negli ultimi 4 anni, secondo i dati della Camera di Commercio, nella nostra città ha chiuso un negozio ogni due giorni. Una debacle incessante che colpisce soprattutto le piccolo medie realtà storiche di Milano, nell’indifferenza, in primis dell’amministrazione comunale, che anzi apre una costante gara economica al rialzo, anche quando i termini della questione dovrebbero essere spostati su ben diversi termini valoriali” chiosa D. Boni, segretario cittadino del Carroccio.
" La difesa dei capisaldi della nostra identità e tradizione passano in secondo piano dinanzi alle necessità di sempre maggior liquidità per rimpinguare le fameliche casse comunali; in tal senso l’ass. Benelli ci fa sapere che, nel caso specifico della Galleria, il ricavato delle concessioni viene reinvestito in manutenzione e quartieri popolari…esiti visibili di tali investimenti restano però sconosciuti ai più, mentre ben evidenti sono i dirottamenti di fette sempre più consistenti di fondi in tutt’altra direzione rispetto a quello che è l’interesse dei milanesi. 
Nel merito ci permettiamo di ricordare a questa amministrazione, ormai latitante sotto troppi punti di vista, – conclude Boni - che chi ignora la storia, non ha passato, ma nemmeno futuro”.

08/02/16

BONI: “dal PD nessuna attenzione verso i milanesi vittime di furti e rapine” BELLI: “per l’Assessore Granelli la sicurezza non è una priorità”

In merito alla rapina avvenuta a Milano in Corso Garibaldi lo scorso sabato, sono intervenuti il Segretario Provinciale della Lega Nord, Davide Boni e il Consigliere della Zona 9, Alberto Belli:
“Prima l’aggressione verso un giovane studente in Stazione Centrale – commenta Boni – ora il tentativo di rapina commesso ai danni di una donna in pieno centro ad opera di un romeno già noto alle forze dell’ordine. Ogni giorno Milano viene sfregiata e presa d’assalto senza alcun rispetto. Tutto ciò mentre i candidati alle primarie del PD passavano il fine settimana a giocarsi la partita all’interno del partito e senza che nessuno, Sindaco e Assessori inclusi, spendesse mezza parola per rassicurare la popolazione su ciò che sta avvenendo”.
“Anche il vincitore delle primarie, Sala, impegnato a compiacersi per una vittoria di Pirro – sottolinea Boni - è apparso solo turbato dall’inevitabile fuoco amico che la sua candidatura ormai ufficiale scatenerà all’interno di un PD già dilaniato. 
Attenzione verso il territorio che la sinistra milanese non ha mai mostrato verso i milanesi che anche in occasione delle primarie hanno sonoramente bocciato i rappresentanti della Giunta Pisapia”.

“Nonostante le ripetute denunce del gruppo Lega in cdz riguardanti la preoccupante escalation di violenza in zona 9 – commenta Belli - purtroppo dobbiamo ancora constatare l'assenza di interventi per presidiare il territorio da parte dell'assessore della sicurezza. Da questo si evince che lo stesso Granelli, già calato nella nuova campagna elettorale, non considera una priorità la sicurezza dei propri cittadini, sopratutto salvaguardando i posti più frequentati dai milanesi. Valutato che in caso di vittoria Granelli verrebbe riconfermato, mi chiedo a questo punto cosa ci si possa aspettare da una possibile nuova giunta di sinistra…...”

07/02/16

GRIMOLDI E BONI (LEGA NORD) – PRIMARIE CENTROSINISTRA TRASFORMATE IN UNA CARNEVALATA. MA I CINESI AI SEGGI ALMENO SANNO CHI SONO I CANDIDATI?

“Trattandosi di primarie interne alla coalizione ognuno è libero di fare quel che vuole, ma francamente vorremmo capire che senso hanno consultazioni dove vanno a votare cinesi prezzolati che manco sanno chi sono i candidati.
D'accordo che siamo vicini a Carnevale, e come si dice ogni scherzo vale, ma avevamo capito che queste erano le primarie del candidato sindaco di centrosinistra per Milano non per Pechino...
Comunque contenti loro...".

Lo dichiarano l'on. Paolo Grimoldi, deputato della Lega Nord e Segretario della Lega Lombarda, e Davide Boni, Segretario della Lega Nord Milano.

05/02/16

MILANO – SICUREZZA. BONI: “PD CIECO DINANZI ALL'EMERGENZA SICUREZZA"


In merito all’aggressione avvenuta questa mattina nei bagni della Stazione Centrale, è intervenuto il Segretario Provinciale della Lega Nord, Davide Boni:
“Mentre i candidati alle primarie del PD si perdono in scaramucce e stendono tappeti rossi alla comunità islamica e agli immigrati, nella Milano, quella purtroppo vera e reale, gli episodi di violenza continuano.
Quanto avvenuto in Stazione centrale, con un giovane studente aggredito e accoltellato da uno straniero, - commenta Boni - è solo la punta dell’iceberg di una situazione divenuta insostenibile. Con che coraggio la sinistra può continuare a sostenere che non vi è alcuna emergenza sicurezza?”.
“A Milano serve urgentemente una task force che ripristini il controllo e la legalità, - spiega Boni - con l’intervento delle forze dell’ordine nei luoghi più caldi della città, non lasciando gli agenti negli uffici. Tutto questo chiedendo anche l’intervento del Governo, con la presenza capillare dei militari in città”.
“Mentre il PD è impegnato a fare politica nei salotti, - conclude Boni - i nostri concittadini sono quotidianamente in ostaggio della paura, impossibilitati a vivere liberamente la propria esistenza. A tutto questo dobbiamo dire basta. Milano deve tornare ad essere una città sicura”.

04/02/16

ABUSIVISMO, BONI (LEGA): A MILANO SERVE RIPRISTINO DELLE REGOLE DI CONVIVENZA CIVILE

Milano, 4 Febbraio 2016
Ancora tensione questa mattina in zona San Siro, dove gruppi di antagonisti si sono mobilitati contro forze dell’ordine e ispettori Aler per impedire lo sgombero di una famiglia di abusivi egiziani da una palazzina popolare. Data la presenza di un minore è stata anche offerta una sistemazione alternativa, che è stata però rifiutata.
Nel merito interviene il segretario provinciale della Lega Nord di Milano, Davide Boni:
“Dobbiamo prendere atto, per l’ennesima volta, dell’ esistenza in città di enclavi di illegalità e zone franche dove, appena si verifichi un seppur minimo tentativo di riportare l’ordine, vengono a muoversi nell’immediato variegati pseudocomitati di quartiere fiancheggiati dalle solite schiere di sfaccendati provocatori dediti all’occupazione di spazi pubblici che, come da copione, difendono illegalità e abusivismo, ovvero il pane di cui vivono. Rileviamo che, anche nel pomeriggio, un gruppo di attivisti dei comitati per la casa è riuscito a scavalcare i tornelli di ingresso del Pirellone e ad inscenare una protesta contro gli sfratti”

“Questo clima di tensione permanente è tanto più causato, e non smetteremo mai di dirlo - prosegue - da un permissivismo strisciante e subdolo, dalla mancanza di una presa di posizione forte e intransigente dell’amministrazione cittadina nei confronti di chi occupa senza titolo e difende diritti inesistenti, a discapito di chi,  magari in graduatoria da tempo, si vede scippate sacrosante possibilità di vita e diritti acquisiti dopo anni di tasse versate e duro lavoro”.

E conclude: “Dopo 5 anni di amministrazione arancio fatti e numeri parlano chiaro: dinanzi al raddoppio delle occupazioni abusive e ad una gestione del patrimonio pubblico fallimentare, non possiamo non auspicare che, con le imminenti elezioni, Milano si liberi da beghe di quartierino, come quelle alle quali assistiamo nei giorni concitati delle sinistre primarie,  e si appresti finalmente a vivere una nuova primavera, dalle tinte meno fosche”

MILANO – PRIMARIE DEL PD BONI: “….C'ERAVAMO TANTO AMATI"

In merito alle ultime dichiarazioni espresse dai candidati alle primarie del PD, Majorino e Balzani,  è intervenuto il Segretario provinciale della Lega Nord, Davide Boni:
“Se di mezzo non ci fosse il futuro di Milano – commenta Boni – ci sarebbe da ridere ad assistere alla diatriba casalinga all’interno del PD dove ormai si gioca il tutto contro tutti. Il triangolo tra Sala – Majorino – Balzani, all’insegna del c’eravamo tanto amati, riempie ormai quotidianamente le pagine dei giornali”. 
“Al di là infatti dei consueti slogan ideologici, su moschee e immigrati,  - sottolinea Boni - dove ciascuno dei tre gioca a rincorrere la dichiarazione più a sinistra dell’altro, non ci sono cenni a progetti concreti che affrontino nello specifico i problemi più impellenti per Milano”.
“Quello che ormai è del tutto evidente – conclude Boni – è che la partita all’interno del Pd si gioca unicamente su chi vincerà le primarie non tanto sulle necessità dei milanesi”.

03/02/16

MILANO – VIA IDRO BONI: “Pisapia si arrende ai nomadi”



In merito all’ennesimo rinvio dello sgombero del campo nomadi di Via Idro, fissato questa volta per il prossimo 20 febbraio, è intervenuto il Segretario provinciale della Lega Nord, Davide Boni:
“Nonostante il via libera di un paio di mesi fa espresso dal Tar – commenta Boni – la Giunta Pisapia cerca evidentemente di fare calare il silenzio sul campo nomadi di Via Idro, rimandando ancora una volta lo sgombero dell’area”.
“Una scelta chiara e del tutto politica – sottolinea Boni - che indica come le proteste dei nomadi abbiano fatto breccia nel PD milanese, che evidentemente non tiene in considerazione le numerose lamentele e le vessazioni che quotidianamente i milanesi che risiedono nel quartiere subiscono da anni”.
“Mi auguro anche che il rinvio non sia legato alla necessità di dare seguito alla richiesta da una certa parte della sinistra di sgomberare solo quando si avranno soluzioni concrete di inserimento lavorativo e abitativo per i nomadi. Se ciò fosse vero – conclude Boni - per i milanesi che non hanno né casa né lavoro questa sarebbe un’ulteriore beffa. Il tempo delle scuse è comunque finito: si proceda pertanto entro una settimana allo sgombero definitivo dell’area”.

02/02/16

GRIMOLDI E BONI (LEGA NORD) – SONDAGGIO IPSOS BOCCIA I CINQUE ANNI DI LAVORO DELLA GIUNTA PISAPIA. PER I MILANESI I VERI PROBLEMI SONO IMMIGRAZIONE CLANDESTINA E DEGRADO

"Secondo un sondaggio Ipsos il 91% dei milanesi considera l’immigrazione clandestina un problema grave, mentre il degrado e l’abusivismo sono percepiti come una emergenza sociale dall’87% dei milanesi.
Bastano questi numeri per certificare una sonora bocciatura da parte dei cittadini milanesi di tutta la politica messa in campo in questi cinque anni dalla giunta Pisapia, dal sindaco e dai suoi assessori.
Questo sondaggio dimostra chiaramente che i milanesi hanno bocciato la scelta della giunta arancione di mettere sempre prima gli immigrati davanti ai bisogni dei milanesi.
Ad essere bocciato non è solo l'operato del sindaco Pisapia, ma anche quello dei suoi assessori, come la Balzani e Majorino che, del resto, anche in queste ultime settimane di campagna elettorale per le primarie, hanno comunque messo gli immigrati come priorità dei loro rispettivi programmi elettorali per i prossimi cinque anni per Milano: ma i milanesi, rispondendo a questo sondaggio, hanno chiaramente risposto 'no, grazie' ad altri cinque anni di degrado e precedenza agli immigrati".

Lo dichiarano l'on.Paolo Grimoldi, deputato della Lega Nord e Segretario della Lega Lombarda, e Davide Boni, Segretario della Lega Nord Milano.