30/12/11

GOVERNO E PEDAGGI AUTOSTRADALI Altro salasso per il Nord


(OMNIMILANO) Milano, 29 DIC - "Non vorrei che, come al solito, dietro la proposta di aumentare i pedaggi autostradali si nasconda la solita soluzione di tassare ulteriormente gli automobilisti del Nord, consentendo in altre parti del Paese di continuare a viaggiare gratuitamente o con tariffe ben al di sotto della media. Forse sarebbe il caso di iniziare a tassare chi è rimasto impunito fino ad oggi, perché i nostri pendolari da anni restano
intrappolati nel traffico per ore per potere raggiungere il proprio posto di lavoro senza  peraltro avere mai ottenuto un miglioramento nel sevizio. Tutto questo mentre a Roma o a Napoli, come già avvenuto in passato, dinanzi alla possibilità di introdurre il pagamento per l'utilizzo di alcune reti viarie si scatenano una serie di proteste spropositate. Dato che questo Governo tecnico parla di equità probabilmente, almeno per quello che riguarda i pedaggi autostradali,  sarebbe arrivato il momento di mettere in pratica questo principio.....". Così Davide Boni, Presidente del Consiglio regionale lombardo, è intervenuto sul tema dei pedaggi autostradali.

Lega: Boni, su Renzo Bossi storielle inventate

(ANSA) - MILANO, 30 DIC - Le indiscrezioni di Repubblica che riguardano una presunta inchiesta giudiziaria che coinvolgerebbe Renzo Bossi sono ''storielle inventate'', per il presidente del Consiglio regionale della Lombardia, Davide Boni (Lega), intervenuto con una nota in difesa del figlio di Umberto Bossi, che e' anche consigliere in Lombardia.    ''Gli unici non omologati al sistema bancario, gli unici che non bevono le favole di chi trascina le famiglie sul lastrico in nome di un'Europa che non c'e' - ha scritto l'esponente del Carroccio parlando del proprio partito -, dovremmo forse bere le storielle inventate su un ragazzo che per molti ha il torto di chiamarsi Bossi? Senza alcun dubbio, supereremo anche questa''.

28/12/11

MILANESE: PAGA E TAS……


Benzina….tasse …e ora i rincari sulle imposte locali. I milanesi con l’Anno Nuovo saranno infatti alle prese con Irpef, Imu, Tarsu, ticket sanitari e l’ormai ben nota Area C.
La sintesi, diffusa in data odierna anche da qualche quotidiano,  non lascia infatti alcuna via di scampo. Il salasso vero e proprio che si abbatterà sui milanesi sarà infatti composto per la maggior parte dalle seguenti voci:

ADDIZIONALE IRPEF COMUNALE: introdotta da Pisapia, pari allo 0,2% (con la possibilità di aumentarla ulteriormente) si applicherà sui redditi lordi che superano i 30 mila euro
IMU: (Imposta Municipale Unica) La tassa sulla prima casa (la vecchia ICI…) viene reintrodotta e arriva all’1,73% . Per le seconde abitazioni l’aumento è dello 0,76%
ECOPASS E AREA C: dal 16 gennaio tutte le auto dovranno pagare il ticket di 5 euro per accedere alla Cerchia dei Bastioni. Una tassa che potrà incidere sul bilancio familiare anche per una cifra pari a mille euro ogni anno. Mentre il Comune di Milano prevede di incassare fino a 35 milioni di euro.
COSAP: la tassa sull’occupazione del suolo pubblico, che comprende anche i passi carrai, farà guadagnare al Comune di Milano oltre 5 milioni di euro
MEZZI PUBBLICI: da settembre circolare a Milano è diventato più oneroso: il biglietto è infatti salito a 1,5 euro
A questo aggiungiamo pure l’aumento del biglietto dei treni - per fare fronte ai tagli apportati dal Governo - , così come il rincaro dei ticket sanitari e un adeguamento, seppure su tre diverse fasce di reddito,  dell’addizionale Irpef regionale…

Si potrebbe quindi ben dedurre che mentre il Parlamento lombardo ha saputo limitare i danni della manovra Monti, salvaguardando i servizi e riuscendo anche ad abbassare il costo di funzionamento pro capite annuo sui lombardi – raggiungendo la cifra record di soli 6,6 euro! -  a Milano la Giunta Pisapia ha invece colto al balzo i correttivi apportati a livello nazionale, aumentando tutto ciò che era possibile aumentare e reintroducendo anche tasse locali e  stangate che costeranno annualmente alle famiglie milanesi anche 1.500 euro.
Insomma, si potrebbe dire che a Milano, laddove non è arrivato Monti, ci ha ben pensato Pisapia….

PIAZZA DUOMO, BONI: "RESTI AI MOTOCICLISTI PER LA TRADIZIONALE BEFANA BENEFICA"


(OMNIMILANO) Milano, 28 DIC - "Prima di intraprendere crociate demagogiche e sterili, forse Pisapia e la sua Giunta dovrebbero informarsi bene sulla tipologia di eventi tradizionali e all'insegna della solidarietà che di fatto sono stati banditi dal centro di Milano. La stessa  manifestazione che si svolge da oltre quarant'anni il giorno dell'Epifania, che vede migliaia di motociclisti radunarsi in Piazza Duomo, per poi portare doni e beni di prima necessità ai bambini ospiti di alcuni Istituti, è vista da Pisapia e compagni come una possibile  causa di inquinamento e quindi da sfrattare dal cuore di Milano senza troppi convenevoli. Un delirio ecologista che non si ferma neppure dinanzi ad iniziative benefiche che dovrebbero essere incentivate in tutti i modi e non messe in difficoltà come invece sta facendo questa Giunta. Per questo mi auguro che il 6 gennaio Piazza Duomo resti ai motociclisti provenienti da tutta la Lombardia per consentire lo svolgimento di questa importante manifestazione. A differenza del Comune di Milano non avrei infatti alcun problema a mettere a disposizione il piazzale di Palazzo Pirelli come punto di ritrovo". Così Davide Boni, Presidente del Consiglio della Regione Lombardia, è intervenuto sull'iniziativa della "Befana benefica Motociclistica, un sorriso per un giorno", che si svolge tradizionalmente a Milano, il 6 gennaio.

CONSUMI, Boni: "effetto Monti già ben visibile"


(OMNIMILANO) Milano, 27 DIC -  "Tutti i settori in queste feste natalizie sono stati colpiti da drastici cali nei consumi: questo indica una situazione di crisi profonda che sta colpendo le nostre famiglie che va ad aggiungersi ad una sfiducia diffusa in un Governo tecnico che di certo non sta dando quelle risposte che molti si aspettavano.
L'aumento delle tasse e la mancanza di investimenti a lungo termine, necessari per ridare slancio alla nostra economia,  non infondono infatti coraggio ai nostri nuclei famigliari, che di fatto si apprestano a risparmiare già sotto il periodo delle feste natalizie per fare fronte a quello che avverrà nei primi mesi del prossimo anno, con rincari che colpiranno anche luce e gas.Nonostante le belle parole e il tentativo di difendere una manovra iniqua, l'effetto Monti è purtroppo ben visibile sotto gli occhi di tutti....". Così Davide Boni, Presidente del Consiglio della Regione Lombardia, ha commentato i dati relativi al calo dei consumi durante il periodo natalizio.

27/12/11

Green Hill: Boni, mai più allevamenti-lager in Italia


Milano, 27 dic. - (Adnkronos) - "Sulla vicenda di Green Hill e' auspicabile un lavoro congiunto tra tutti i livelli istituzionali che possa, non solo portare alla chiusura di questo allevamento-lager, ma anche impedire che nella nostra Regione e nel nostro Paese si possano ripetere episodi come questo". Cosi' Davide Boni, Presidente del Consiglio della Regione Lombardia, e' intervenuto sulla situazione dell'allevamento di Montichiari.
"In qualita' di Presidente del Consiglio - ha ricordato - ho gia' avuto modo di incontrare alcuni attivisti, cosi' come nei giorni scorsi lo stesso Presidente Formigoni si e' dimostrato sensibile su questo tema. L'attenzione della Lombardia e' quindi massima su un problema che riguarda le nostre coscienze e che non puo' consentirci di accettare alcuna forma di tortura nei confronti degli animali, in particolari di cani e gatti".
"Per questo - ha concluso Boni - mi auguro che grazie all'impegno di tutti con l'anno nuovo si ponga finalmente fine a questa pratica incivile e indegna per la nostra Regione e per tutto il nostro Paese".

22/12/11

REGIONI, BONI: "PRIVILEGI DELLA SICILIA SONO L'ESEMPIO DI UN'ITALIA GIÀ DIVISA"


(OMNIMILANO) Milano, 22 DIC - "Mentre il Parlamento lombardo è riuscito ad approvare la manovra di bilancio mantenendo inalterati i servizi, soprattutto quelli sanitari, nonostante le mille difficoltà che stanno investendo il Paese, il Consiglio regionale siciliano si regge su cifre e benefit che vanno a gravare unicamente sul resto delle Regioni italiane. Un mondo a parte che dimostra come alcuni enti pubblici abbiano sempre vissuto in maniera totalmente differente dagli altri, tanto che ad oggi non sarebbe più necessario avere Regioni a Statuto speciale che godono di privilegi,  salvo poi ripartire su tutte le altre i debiti e le folli spese. Meglio favorire l'accorpamento delle Regioni più virtuose, come quelle del Nord. Mentre Monti e il suo Governo alzano l'età pensionabile, la Sicilia è il Regno dei baby-pensionati e dei dipendenti pubblici, come le migliaia di forestali, già a riposo. Se la Lombardia, con le capacità amministrative che da sempre dimostra, avesse avuto i privilegi di una Regione a Statuto speciale, sicuramente avrebbe già reinvestito le risorse risparmiate per migliorare ancora di più la qualità della vita di tutti i lombardi". Lo afferma Davide Boni, presidente del Consiglio della Regione Lombardia, è intervenuto sui "privilegi di cui godono le Regioni a Statuto speciale, come la Sicilia, e dei costi di gestione dell'ente pubblico".

20/12/11

Manovra: Bisogna abolire le Prefetture

(ANSA) - MILANO, 20 DIC - ''Aboliscono le province, che al nord hanno senso di esistere poiche' hanno milioni di abitanti, ma non le prefetture: questo non ha senso, bisogna abolire anche le prefetture che non hanno piu' ragione di esistere''. E' la richiesta del presidente leghista del Consiglio regionale della Lombardia, Davide Boni, che ha preso spunto da una proposta in tal senso da parte del collega di partito e presidente della Provincia di Bergamo, Ettore Pirovano. 
A margine della seduta consiliare, Boni ha annunciato che ne parlera' al cosiddetto 'Parlamento padano' e ha fra l'altro osservato che i palazzi che ospitano i prefetti ''sono di proprieta' delle Province''. A chi gli chiedeva come a suo giudizio si dovrebbe sostituire il ruolo degli uffici territoriali del governo, l'esponente della Lega Nord ha risposto che ''in uno Stato federale devono essere le Regioni a stabilire come organizzare le funzioni dello Stato''.

REGIONI: CONSIGLIO LOMBARDIA RIDUCE SPESE DEL 7,18% NEL 2012 EMENDAMENTO TAGLIA 10% RAPPRESENTANZA; BONI, ALTRO PASSO AVANTI


(ANSA) - MILANO, 20 DIC - Saranno ridotte del 7,18% le spese del Consiglio regionale della Lombardia nel 2012: e' quanto contenuto nel Bilancio di previsione dell'organo legislativo della Regione approvato stamani da un'ampia maggioranza, con le astensioni di Idv e Sel. La spesa dovrebbe passare dai 71,5 milioni di euro assestati nel 2011 a 66,3 nel prossimo anno.
L'Aula ha approvato anche un emendamento dell'Idv, accolto con parere favorevole del presidente Davide Boni, che ha ridotto del 10% (20mila euro) il fondo per le spese di rappresentanza della presidenza del Consiglio.
   ''Un passaggio importante e particolarmente significativo - ha commentato Boni -, che va nella direzione di ridurre realmente i costi della politica. Nel 2012 il Consiglio regionale costera' ai lombardi solo 6,6 euro pro capite, migliorando nettamente il risultato conseguito quest'anno pari a 7,7 euro pro capite, che ci poneva gia' al primo posto''.
   Per quanto riguarda il Bilancio di previsione 2012, il Consiglio regionale calcola in particolare di risparmiare il 53,32% delle spese di funzionamento - arrivando a spendere 'solo' 4,6 milioni di euro - soprattutto grazie al trasloco al Pirellone, immobile di proprieta' della Regione, che taglia le spese di affitto finora sostenute.

ORDINE DEL GIORNO SEDUTE DI: MARTEDI’ 20 e MERCOLEDI’ 21 DICEMBRE 2011




ORDINE DEL GIORNO 
SEDUTE DI: 
MARTEDI’ 20 DICEMBRE 2011
(dalle ore 10.00 alle ore 24.00 con intervalli 
tra le 13.00 e le 14.00 e tra le 20.00 e le 21.00) 
MERCOLEDI’ 21 DICEMBRE 2011
(dalle ore 10.00 alle ore 24.00 con intervalli 
tra le 13.00 e le 15.00 e tra le 20.00 e le 21.00) 


1. Comunicazioni del Presidente del Consiglio 

2. Approvazione dei processi verbali delle sedute precedenti 
ƒ 5 dicembre 2011 
ƒ 6 dicembre 2011 

3. PROPOSTA DI ATTO AMMINISTRATIVO N. 0024
Bilancio di previsione per il funzionamento del Consiglio regionale per l'anno 2012. 
iniziativa: Ufficio di Presidenza 

4. PROGETTO DI LEGGE N. 0130
Disposizioni per l'attuazione della programmazione economico-finanziaria regionale, ai sensi 
dell'art. 9 ter della l.r. 31 marzo 1978, n. 34 'Norme sulle procedure della programmazione, sul 
bilancio e sulla contabilità della Regione' - Collegato 2012. 
iniziativa: Presidente della Giunta regionale 
I COMMISSIONE CONSILIARE
Relatore: Cons. Romeo con relazione scritta  

5. PROGETTO DI LEGGE N. 0131
Legge finanziaria 2012. 
iniziativa: Presidente della Giunta regionale 
I COMMISSIONE CONSILIARE
Relatore: Cons. Cecchetti con relazione scritta  

6. PROGETTO DI LEGGE N. 0132
Bilancio di previsione per  l'esercizio finanziario 2012 e  bilancio pluriennale 2012/2014 a 
legislazione vigente e programmatico. 
iniziativa: Presidente della Giunta regionale 
I COMMISSIONE CONSILIARE
Relatore: Cons. Cecchetti con relazione scritta  

16/12/11

RIFIUTI: BONI, AUSPICABILE DISSEQUESTRO INTERO TRATTO BREBEMI


Milano, 16 dic. - (Adnkronos) - "Mi auguro che la magistratura competente possa espletare in tempi brevi il proprio compito, arrivando al dissequestro dell'intero tratto della Brebemi, facendo in modo che i lavori per un'opera di collegamento importante per l'intera Regione possano proseguire secondi i tempi stabiliti". Cosi' Davide Boni, presidente del Consiglio della Regione Lombardia, e' intervenuto sul tema del blocco del cantiere.

      Esso, dice, "non solo mette a rischio la realizzazione di questa arteria stradale ma anche i posti di lavoro di centinaia di operai, alle prese oggi con il timore di una cassa integrazione senza un tempo definito".

      "L'augurio - conclude Boni - e' che queste persone possano riprendere il proprio lavoro, evitando che centinaia di famiglie si ritrovino a dovere subire le conseguenze di azioni delle quali non sono minimamente responsabili".

LIGURIA, BONI: "GOVERNO PRENDA ESEMPIO DALLA LOMBARDIA"


(OMNIMILANO) Milano, 16 DIC - "Comprensibile lo sfogo del Presidente della Regione Liguria che di fatto evidenzia come il Governo Monti sia letteralmente ingessato dinanzi alle legittime richieste di aiuto da parte di una Regione che ha subito gravi danni e perdite a livello umano ed economico. Probabilmente al Governo dei banchieri interessano poco gli appelli degli enti regionali, preferendo dedicare il proprio tempo ad introdurre nuove tasse e a chiedere la fiducia su una manovra iniqua. Forse Monti dovrebbe prendere ad esempio la Regione Lombardia che, grazie all'impegno del Consiglio e della Giunta, ha approvato nelle scorse settimane una legge che di fatto destina i risparmi di gestione del Consiglio regionale in un fondo destinato a promuovere iniziative benefiche. Grazie a questo passaggio, insieme al Presidente della Giunta, On. Roberto Formigoni, verrà organizzata una visita istituzionale sul territorio ligure proprio per consegnare i 250 mila euro. Una goccia nel mare se rapportata alle esigenze della popolazione ligure e degli alluvionati ma che, se imitata da molti altri enti, potrebbe accelerare il processo di rinascita del territorio ligure". Così Davide Boni (Lega), presidente del Consiglio della Regione Lombardia, ha commentato le dichiarazioni del Presidente della Regione Liguria, Claudio Burlando, sul disinteresse del Governo Monti in merito alle richieste di provvedimenti formulate dall'ente ligure.

14/12/11

Carceri: Boni “svuotare le carceri è una scelta politica non certamente tecnica”


“Forse ai tecnici di questo Governo, che rinfacciano alla politica il fatto di non avere compiuto scelte adeguate, bisognerebbe raccontare cosa è successo quando qualcuno in passato ha pensato bene di risolvere il problema del sovraffollamento delle carceri lasciando liberi migliaia di detenuti.

Un disastro che di fatto ha vanificato anni di lavoro delle forze dell’ordine sul territorio, dando nel contempo la speranza ai delinquenti di non scontare la pena meritata.
Il decreto “svuota carceri” rappresenta quindi una scelta prettamente politica e non tecnica o necessaria.

Di certo preoccupa seriamente il fatto che tale iniziativa sia stata messa tra i primi punti in agenda da parte di un esecutivo che, nonostante tutto quello che sta accadendo, continuare a definirsi tecnico…..”

Così  Davide Boni, Presidente del Consiglio della Regione Lombardia, ha commentato le dichiarazioni del Ministro della Giustizia, Paola Severino, circa l’intenzione di portare in Cdm il cosiddetto “decreto svuota carceri”

LODI, BONI CONSEGNA COSTITUZIONE E STATUTO AUTONOMIA REGIONALE A STUDENTI


(OMNIMILANO) Milano, 14 DIC - Sensibilizzare gli alunni alla partecipazione attiva alla vita democratica, fornendo loro gli strumenti di conoscenza sui quali si fonda il nostro sistema di diritti-doveri. E' questo il senso dell'iniziativa decisa dall'Ufficio di Presidenza del Consiglio regionale della Lombardia e dalla sezione lombarda dell'Anci, l'Associazione che raggruppa i Comuni d'Italia,  che hanno deciso di donare copia della Costituzione Italiana e Statuto di Autonomia della nostra Regione agli alunni della classi V delle scuole elementari della Lombardia per sollecitare negli allievi il loro impegno civico. Stamattina  a Lodi all' l'Auditorium della Bpl, oltre 560 alunni delle V elementari del capoluogo lodigiano hanno ricevuto dalle mani del Presidente del Consiglio regionale Davide Boni e del sindaco di Lodi Lorenzo Guerini copia della Costituzione Italiana  e dello Statuto di Autonomia regionale, presenti i rappresentanti dell'ufficio scolastico provinciale. L'iniziativa, che toccherà anche altre scuole dei Comuni capoluogo della Lombardia, si è  svolta in un clima di festa e allegria, con canti natalizi eseguiti dagli stessi ragazzi delle scuole.
"Oggi - ha sottolineato infatti il Presidente  Boni - momenti di conoscenza come questi sono importanti per far capire quali sono i valori sui quali si fonda la nostra società, con le sue leggi e le sue tradizioni. Sono principi scolpiti, che devono essere  rispettati e sarete voi, un domani, a trasmetterli a vostra volta  affinché sia salvaguardata la  democrazia e  il rispetto dei territori nei quali si vive.  Lo stesso Statuto regionale - ha detto ancora Boni - ci insegna a comprendere quali sono le regole che reggono la Lombardia, aiutandoci ad amarla maggiormente e a sentirci sempre di più parte attiva della nostra comunità".

LEGA NORD: BONI, PDL? MATRIMONI NON DEVONO PER FORZA FUNZIONARE


(ASCA) - Roma, 14 dic - ''E' vero che per tre anni abbiam portato la croce e abbiam cantato. Ora e' il momento che ci guardiamo in faccia. Non e' che i matrimoni devono per forza funzionare. Noi siamo all'opposizione e voi in maggioranza, seguite una linea che non e' la nostra''. Lo ha detto Davide Boni (Ln), presidente Consiglio regionale Lombardia, ad Agora' su Rai Tre.

A proposito della manovra, Boni ha aggiunto: ''E' inutile dire se e' piu' o meno equa, e' una manovra di tasse che colpisce il Nord e l'elettorato leghista ci arriva. Se Monti e' convinto che lo stesso elettorato e' contento bisogna che lo inviti a qualche comizio per farglielo conoscere l'elettorato del Nord. Questo governo svilisce la democrazia e il potere del Parlamento e della politica''.

LOMBARDIA: CONSIGLIO REGALA COSTITUZIONE E STATUTO A SCUOLE ELEMENTARI


(ASCA) - Milano, - Costituzione italiana e Statuto di autonomia della Regione verranno regalati agli alunni della quinta classe delle scuole elementari della Lombardia.

L'iniziativa, resa nota dal consiglio regionale lombardo, e' dell'ufficio di Presidenza del Consiglio regionale e della sezione lombarda dell'Anci, l'associazione nazionale Comuni italiani, e ha come obiettivo quello di sensibilizzare gli alunni alla partecipazione attiva alla vita democratica e sollecitare il loro impegno civico nella vita delle comunita'.

Il ''tour'' di consegne tocchera' tutte le scuole dei Comuni capoluogo della Lombardia. La prima ''tappa'' sara' oggi a Lodi, dove il presidente del Consiglio regionale Davide Boni insieme al sindaco della citta' Lorenzo Guerini e al direttore scolastico provinciale Giuseppe Bonelli.

13/12/11

RAI3: ''AGORA''' TRA MISURE ECONOMICHE E ICI PER LA CHIESA



Roma 13 dic. - (Adnkronos) - Tra casa, pensioni, lavoro, liberalizzazioni, minipatrimoniale, imposte e tasse, le misure economiche della manovra ''salva Italia'' proposte dal governo Monti arrivano alla verifica del Parlamento e della politica. Se ne parlera' nella puntata di Agora in onda domani dalle 8.00 su Rai3.
Interverranno Guido Crosetto, deputato Pdl, Pierpaolo Baretta, deputato Pd, Francesco Pancho Pardi, senatore Idv, Fabio Granata, deputato Fli, Davide Boni (Ln), presidente Consiglio regionale Lombardia, Francesco Storace, segretario de La Destra.

      Nella seconda parte del programma si parlera' di Ici e Chiesa. La reintroduzione da parte del Governo Monti della tassazione sugli immobili ripropone tra gli italiani un argomento scottante: la Chiesa cattolica deve pagare le imposte sugli edifici adibiti ad attivita' turistiche, assistenziali, didattiche, sportive e sanitarie? Ne discuteranno con Andrea Vianello Gianfranco Rotondi, deputato Pdl, Mario Staderini, segretario dei Radicali italiani e i giornalisti Stefano Livadiotti e Umberto Folena.

TANGENTI: CONSIGLIO LOMBARDIA CONVOCATO SU DIMISSIONI NICOLI


(ANSA) - MILANO, 12 DIC - Il presidente del Consiglio regionale della Lombardia, Davide Boni, ha convocato l'Aula per lunedi' per ratificare le dimissioni di Franco Nicoli Cristiani dai suoi incarichi di consigliere regionale e vicepresidente del Consiglio: ne' da comunicazione una nota del Pirellone. Nella stessa seduta saranno discusse le modifiche alla legge sulla caccia, mentre da martedi' iniziera' la sessione di Bilancio.

07/12/11

TUTTI SANNO CHE IL CARROCCIO RIVENDICA LA PADANIA DA 20 ANNI

(ANSA) - MILANO, 7 DIC - ''C'e' chi ci arriva prima, chi ci arriva dopo e chi non ci arriva proprio...''. Il presidente del Consiglio regionale lombardo, il leghista Davide Boni, replica cosi' in una dichiarazione al governatore Roberto Formigoni, che ha rivendicato la primogenitura dell'idea delle macroregioni.        
''Non e' un problema di chi ha avuto l'idea, caro Formigoni - aggiunge Boni - perche' tutti sanno che la Lega Nord rivendica l'istituzione della Repubblica del Nord, poi Padania, da almeno vent'anni, cosi' come Gianfranco Miglio frequentava Pontida e non il meeting di Rimini''. Cio' detto, il presidente del Consiglio regionale conclude sostenendo che ''non ha senso proseguire su questo terreno, cio' che conta e' attivarsi affinche' il Nord diventi un interlocutore per l'Europa, cosi' come espresso domenica al Parlamento della Padania in modo chiaro: siamo felici quindi che anche Formigoni abbia accolto il manifesto programmatico di Vicenza''.

06/12/11

Progetto Macroregioni


(ANSA) - MILANO, 6 DIC - ''Alla vigilia dell'arrivo del presidente Napolitano a Milano - ha in seguito aggiunto Boni -, proprio nell'anno dei festeggiamenti dei 150 anni di unita' nazionale e alla luce degli ultimi cambiamenti a livello centrale, sarebbe bene che tutti ammettessero che ormai non esiste piu' uno Stato autonomo, in grado di fare valere la propria sovranita', in quanto proprio le sedi romane sono state commissariate e sottratte al volere del popolo''. Per il presidente leghista del Consiglio regionale della Lombardia, dunque, ''tanto vale che, a questo punto, le regioni del Nord che realmente producono reddito sulle quali si riversera' la manovra economica del Governo dei banchieri, in primis Lombardia, Piemonte e Veneto, si costituiscano a tutti gli effetti in una macroregione in grado di trattare con le istituzioni europee e con il governo francese e tedesco'', senza essere ''ancora una volta sacrificate a pagare per salvare le conseguenze di un mal Governo che ha trasformato il Sud in una zavorra e che ha ridotto il Nord in un pozzo da cui attingere''.

BONI, POTREI PARLARE A NAPOLITANO DI MACROREGIONI


(ANSA) - MILANO, 6 DIC - Approfittando della visita a Milano del presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, ''magari domani inizieremo a parlare di questa idea di macroregioni: ci sono tante cose che si stanno sviluppando e credo che dopo il Parlamento di Vicenza tutto cambiera'''. Lo ha detto il presidente del Consiglio regionale della Lombardia, il leghista Davide Boni, a margine dell'inaugurazione della mostra 'Mosaici di Terra Santa'.
   Quanto all'incontro di ieri fra i governatori leghisti e Roberto Formigoni, Boni ha aggiunto che ''l'accordo tra le regioni del nord non e' mai scalfito. Ero presente ieri e penso sia un buon segnale''.

05/12/11

CONSIGLIO REGIONALE LOMBARDIA: ORDINE DEL GIORNO SEDUTE DI: LUNEDI’ 5 DICEMBRE 2011 E MARTEDI’ 6 DICEMBRE 2011



ORDINE DEL GIORNO 
SEDUTE DI: 
LUNEDI’ 5 DICEMBRE 2011
(dalle ore 14.30 alle ore 24.00 con 
intervallo tra le 20.00 e le 21.00) 
MARTEDI’ 6 DICEMBRE 2011
(dalle ore 10.00 alle ore 13.00) 


1. Comunicazioni del Presidente del Consiglio 

2. Approvazione dei processi verbali delle sedute precedenti 
ƒ  8 novembre 2011 
ƒ 15 novembre 2011 

3. MOZIONE 240 
Mozione di censura all'Assessore all'Ambiente, energia e reti Raimondi.  
iniziativa: GAFFURI Luca (P.D.), SANTANTONIO  Fabrizio (P.D.), ALLONI Agostino (P.D.), 
GIRELLI Gian Antonio (P.D.), PAVESI Giovanni (P.D.), QUADRINI Gianmarco (U.D.C.), BETTONI 
Valerio (U.D.C.), MARCORA Enrico (U.D.C.), CAVICCHIOLI Arianna (P.D.), MIRABELLI Franco 
(P.D.), BRAMBILLA Enrico (P.D.), CIVATI Giuseppe (P.D.), VILLANI Giuseppe (P.D.), FERRARI 
Gianbattista (P.D.), CAVALLI Giulio (S.E.L.), CREMONESI Chiara (S.E.L.), FATUZZO Elisabetta 
(P.P.) 

4. SVOLGIMENTO DI INTERROGAZIONI A RISPOSTA IMMEDIATA 

5. PROGETTO DI LEGGE N. 0134
Iniziative umanitarie di soccorso e solidarietà del Consiglio regionale in favore di popolazioni 
colpite da calamità o catastrofi. 
iniziativa: Consiliare 
I COMMISSIONE CONSILIARE
Relatore: Cons. Pizzul  

6. PROGETTI DI LEGGE ABBINATI N. 0107/0112/0116
Riduzione delle indennità e abolizione degli istituti dell'assegno vitalizio e dell'indennità di fine 
mandato dei consiglieri regionali. 
iniziativa: Consiliare 
II COMMISSIONE CONSILIARE
Relatore: Cons. Valentini Puccitelli con relazione scritta  

7. PROPOSTA DI ATTO AMMINISTRATIVO N. 0020
Approvazione delle proposte di controdeduzione alle osservazioni al Piano territoriale regionale 
d’area “Aeroporto di Montichiari”, adottato con dgr n. IX/1812 del 31 maggio 2011. 
Approvazione del Piano territoriale d’area “Aeroporto di Montichiari” (articolo 21, comma 6, 
l.r. 11 marzo 2005, n. 12 ‘Legge per il governo del territorio’). 
V COMMISSIONE CONSILIARE
Relatore: Cons. Parolini 3 

8. MOZIONE 234
Accordi italo-svizzeri sui lavoratori transfrontalieri e altre problematiche comuni. 
iniziativa: BONI Davide (L.L.-L.N.-P.), VALMAGGI Sara (P.D.), SPREAFICO Carlo (P.D.), NICOLI 
CRISTIANI Franco (P.D.L.), GAFFURI Luca (P.D.), PONZONI Massimo (P.D.L.), ZAMPONI Stefano 
(I.D.V.), CAVALLI Giulio (S.E.L.), PENATI  Filippo Luigi (MISTO), VALENTINI PUCCITELLI 
Paolo (P.D.L.), QUADRINI Gianmarco (U.D.C.), FATUZZO Elisabetta (P.P.), BIANCHI Dario (L.L.-
L.N.-P.) 

9. MOZIONE 221 
Riconoscimento dei contributi previdenziali al Signor Pasquale Padovano, unico superstite 
dell'incidente aereo di Linate del 2001.  
iniziativa: CIOCCA Angelo (L.L.-L.N.-P.), MARELLI Alessandro (L.L.-L.N.-P.), BOTTARI Claudio 
(L.L.-L.N.-P.), COLLA Jari (L.L.-L.N.-P.), BOSSETTI Cesare (L.L.-L.N.-P.), LONGONI Giangiacomo 
(L.L.-L.N.-P.), ORSATTI Massimiliano Gino (L.L.-L.N.-P.), ROMEO Massimiliano (L.L.-L.N.-P.), 
BIANCHI Dario (L.L.-L.N.-P.), PEDRETTI Roberto (L.L.-L.N.-P.), RUFFINELLI Luciana Maria 
(L.L.-L.N.-P.)  

10. MOZIONE 236 
Verifica presso il Governo della volontà di proseguire il percorso verso il federalismo ai sensi 
della legge 42/2009. 
iniziativa: BOSSI Renzo (L.L.-L.N.-P.), PAROLO Ugo (L.L.-L.N.-P.), CECCHETTI Fabrizio (L.L.-
L.N.-P.), ORSATTI Massimiliano Gino (L.L.-L.N.-P.), ROMEO Massimiliano (L.L.-L.N.-P.), FROSIO 
Giosuè (L.L.-L.N.-P.), TOSCANI Pierluigi (L.L.-L.N.-P.), LONGONI Giangiacomo (L.L.-L.N.-P.), 
BOTTARI Claudio (L.L.-L.N.-P.), PEDRETTI Roberto (L.L.-L.N.-P.), CIOCCA Angelo (L.L.-L.N.-P.), 
RUFFINELLI Luciana Maria (L.L.-L.N.-P.), GALLI Stefano (L.L.-L.N.-P.), BOSSETTI Cesare (L.L.-
L.N.-P.), MARELLI Alessandro (L.L.-L.N.-P.), BIANCHI Dario (L.L.-L.N.-P.), COLLA Jari (L.L.-
L.N.-P.)  

11. MOZIONE 189 
Inadempienze di ISPRA (Istituto superiore per la protezione e la ricerca ambientale).  
iniziativa: PAROLINI Mauro (P.D.L.), RIPARBELLI Doriano (P.D.L.), SAFFIOTI Carlo (P.D.L.), 
PESATO Vittorio (P.D.L.), PERONI Margherita (P.D.L.)  

12. MOZIONE 237 
Promozione dell'iniziativa europea anno 2012 "Anno europeo dell'invecchiamento attivo e della 
solidarietà tra le generazioni".  
iniziativa: BORGHETTI Carlo (P.D.), CREMONESI  Chiara (S.E.L.), FATUZZO Elisabetta (P.P.), 
ZAMPONI Stefano (I.D.V.), GAFFURI Luca (P.D.), BARBONI Mario (P.D.), ALFIERI Alessandro 
(P.D.), VALMAGGI Sara (P.D.), CARUGO Stefano (P.D.L.), MARCORA Enrico (U.D.C.)  

13. MOZIONE 225 
Conferimento della borsa di studio "Prof. Magg. Ferruccio Spadini" presso il Provveditorato di 
Mantova.  
iniziativa: GIRELLI Gian Antonio (P.D.), PAVESI Giovanni (P.D.), ALLONI Agostino (P.D.), 
PIZZUL Fabio (P.D.), MARTINA Maurizio (P.D.), VILLANI Giuseppe (P.D.), BARBONI Mario 
(P.D.), GAFFURI Luca (P.D.), MIRABELLI Franco (P.D.)  4 

14. MOZIONE 231 
Impianti per lo sfruttamento di energie rinnovabili e tutela paesaggistica.  
iniziativa: ALBONI Roberto (P.D.L.)  

15. PROPOSTA DI NOMINA N. 0002
Elezione di sette componenti del Consiglio per le pari opportunità (CPO). 

16. PROPOSTA DI DELIBERAZIONE CONSILIARE 
Sostituzione di un componente dimissionario del Comitato Paritetico di Controllo e Valutazione 
per la IX legislatura. 
(ORG/0013) 
iniziativa: Ufficio di Presidenza