19/06/15

MILANO SAN SIRO CONCERTO VASCO ROSSI. BONI: "AGLI ITALIANI MULTE, AGLI ABUSIVI IL "TUTTO E' LECITO"

Milano, 19 giugno 2015 - "Ieri sera a San Siro per il concerto di Vasco Rossi ci hanno dato la multa perché abbiamo parcheggiato con una ruota sul prato. Multa giusta ma attorno a noi, e in tutta la zona del concerto, c'era un pullulare di venditori abusi di qualsiasi tipo che vendevano birra, magliette, cappellini e biglietti (bagarini) non autorizzati" "e gli scontrini? e i falsi?". E' questa la denuncia di un gruppo di cittadini milanesi che ieri sera si sono recati in zona San Siro per il concerto.
"Siamo stanchi di essere gli unici vessati da tasse, multe e regole quando, a chi arriva a casa nostra ed è chiamato migrante o profugo, viene offerto di tutto dall'Hotel all'illecito. La Polizia locale di Milano ieri sera non si è curata di liberare la zona da questi personaggi, che hanno agito illegalmente per ore, ma ha ben pensato di pesare ancora una volta sulle tasche dei milanesi. Dopotutto come farebbero Pisapia e il buon Maran a fare cassa?", ha commentato Davide Boni - gli italiani son costretti a pagare, degli "altri" non abbiam nemmeno i documenti.

RIFIUTI VIA PADOVA - VIA ARQUA'. BONI: “LA SITUAZIONE A MILANO E’ SEMPRE PIU’ GRAVE”

Milano, 19 giugno 2015 – “La situazione a Milano è sempre più grave. Ora si presenta anche l’emergenza dei rifiuti ingombranti lasciati per strada da questi immigrati che per abitudine o per non conoscenza delle nostre regole svuotano cantine ed appartamenti lasciando poi tutto per strada”. È questo il commento del leghista Davide Boni sulla situazione dei rifiuti abbandonati in via Padova.

“Servono maggiori controlli da parte di Amsa e questi “porci” devono essere multati. Se vogliono vivere nel nostro Paese devono adattarsi alle nostre regole. È inconcepibile che tra sporcizia, malattie e atti di violenza siano diventati loro i veri padroni di Milano”, ha concluso Boni.

18/06/15

MILANO: BONI “SERVE MAGGIOR TUTELA PER LA NOSTRA GENTE, SANIFICARE I MEZZI DI TRASPORTO AL PIù PRESTO"

Milano, 18 giugno 2015 – “Serve maggior tutela per la nostra gente. Dopo le aggressioni recentemente subite, i dipendenti ATM e Trenord ora rischiano anche di prendere delle malattie”. Lo dichiara a gran voce Davide Boni della Lega Nord commentando la notizia delle vetture dedicate ai migranti per il loro trasporto dalla Stazione Centrale a via Martinelli.

“Basta buonismo! Questa situazione è ormai all’estremo. La stazione centrale è ormai invasa. Ora i mezzi pubblici che non vengono ripuliti dopo il loro trasporto e vengono rimessi in servizio per i passeggeri di linea senza la possibilità di una opportuna sanificazione dei mezzi. Pisapia e Majorino stanno facendo diventare Milano una città invivibile”, ha concluso Boni.

12/06/15

MACHETE e SCABBIA - BONI: “GRAZIE A RENZI e PISAPIA SIAMO DIVENTATI LA PATTUMIERA D’EUROPA”

Milano, 12 giugno 2015 – “Grazie a Renzi siamo diventati la pattumiera d’Europa”, è questo il duro commento del leghista Davide Boni al grave episodio accaduto ieri sera nel passante ferroviario alla fermata di Villapizzone in periferia di Milano.

“Tre nordafricani, ovviamente senza biglietto, hanno violentemente aggredito due ferrovieri che stavano svolgendo le proprie mansioni e ad uno di loro è stato amputato un braccio. Un’aggressione feroce e spaventosa con il machete. Cosa aspettano Pisapia e il suo assessore alla Sicurezza Granelli prima di prendere provvedimenti? Dove dobbiamo arrivare? A Milano serve l’intervento dell’esercito nelle zone nevralgiche della Città. Basta buonismo e tolleranza qui siamo davanti ad una vera emergenza. Troppi profughi e clandestini nel nostro Paese che non hanno rispetto delle nostre tradizioni e di noi Italiani a casa nostra”, ha proseguito Boni.


“Non parliamo poi della situazione creatasi in Stazione centrale dove gli immigrati sono ovunque, mangiano e bivaccano sui marciapiedi e, anche se non si vuole fare allarmismo, sono 108 i casi di scabbia segnalati. Questo è davvero un bello spettacolo per i milioni di turisti che si recano a Milano per Expo. È necessario intervenire al più presto per fermare le partenze. Prima il cittadino poi il clandestino!”, ha concluso Boni.