31/05/11

LOMBARDIA: BONI (LEGA), RINGRAZIO GALLI PER AZIONE DI CONTROLLO

Milano, 31 mag. (Adnkronos) - ''Ringrazio il Presidente Galli per avere saputo svolgere il ruolo prezioso di controllo, sia da un punto di vista politico che istituzionale, aiutandomi cosi' a compiere al meglio il mio mandato di Presidente del Consiglio regionale". Cosi' il presidente del Consiglio regionale lombardo, il leghista Davide Boni, risponde al capogruppo del Carroccio Stefano Galli che, in vista della trasferta del Consiglio lombardo a Bruxelles, aveva invitato lo stesso Consiglio a rivedere il numero dei consiglieri che parteciperanno a questo appuntamento.

Nel pomeriggio, intanto, la conferenza dei capigruppo al Pirellone ha deciso che a Bruxelles andra' un solo rappresentante per gruppo a spese del Consiglio. Gli altri consiglieri che volessero partecipare alla trasferta lo faranno a proprie spese o a spese del gruppo.

Per questo Boni si e' quindi detto "felice del fatto che, finalmente anche i gruppi consiliari abbiano saputo cogliere i criteri e i principi a cui ho voluto ancorare la mia azione da Presidente, fornendomi un utile supporto per prendere decisioni, come quella di oggi, che non tutti i politici avrebbero accolto serenamente''.

BONI: "...dobbiamo guardare oltre, dovevamo e dobbiamo concentrarci di più sui problemi della città."

"Si è corso dietro a una campagna elettorale che non era più a livello locale ma ha preso quest'onda nazionale che non doveva esserci. Il premier non ci ha dato quella tranquillità di cui avevamo bisogno in questo momento su Milano, cioè riuscire a giocare la partita sulla città". Davide Boni, presidente leghista del consiglio regionale lombardo sceglie Affaritaliani.it per il primo commento dopo la sconfitta al ballottaggio. Un candidato leghista al posto della Moratti? "Sicuramente avrebbe avuto delle particolarità in più".

Chi ha perso a Milano: il Pdl, la Lega, Berlusconi o la Moratti?
"Abbiamo perso tutti. I numeri sono lì da vedere".
Ma di chi sono le maggiori responsabilità della sconfitta?
"C'è stato un errore fatto da tutti. Si è corso dietro a una campagna elettorale che non era più a livello locale ma ha preso quest'onda nazionale che non doveva esserci. Questo è il punto".
Quindi il premier ha sbagliato a politicizzare la sfida di Milano...
"Sicuramente non ci ha dato quella tranquillità di cui avevamo bisogno in questo momento su Milano, cioè riuscire a giocare la partita sulla città".
La Moratti era il candidato giusto o sarebbe stato meglio un leghista?
"Io l'ho sempre detto che un leghista ha delle particolarità in più, però ormai per come è andata ha vinto Pisapia. E quindi non possiamo saperlo".
Matteo Salvini avrebbe battuto Pisapia?
"All'indomani delle elezioni tutto è possibile. Non è una cosa che possiamo provare. Come si fa a dire che un leghista avrebbe ottenuto più voti? Oggi dobbiamo guardare oltre, è una sberla - come dice Maroni - e le sberle servono anche per rinsavire. Evidentemente dovevamo e dobbiamo concentrarci di più sui problemi della città".
Non è stato un erroro parlare di 'zingaropoli'?
"Il problema è reale. Non l'ho mica detto io 'abbracciamo tutti i fratelli rom'. L'ho ha detto Vendola un quarto d'ora dopo che ha vinto. E' il senso delle parole che dicevamo noi. Adesso i problemi li ha Pisapia e ha l'onore e l'onere di risolverli. Il nodo è che nessuno vuole sotto caso un campo rom, perché bisogna domandarlo ai cittadini. Vedi via Idro, vederemo come lo risolveranno. Credo che lì ci sia un problema serio per gli abitanti e via Padova è stata una zona che ha portato maggiori voti a Pisapia".
Da leghista direbbe che i campi rom se li deve prendere sotto casa Pisapia o metterli a Palazzo Marino?
"Questo non posso dirlo. Però è naturale che da qualche parte dovranno metterli, visto che hanno impostato la campagna elettorale anche su questo. Sono proprio curioso di vedere come risolverà questo problema".


http://affaritaliani.libero.it/milano/milano_boni_berlusconi_sconfitta310511.html


EX ALFA, DOMANI DELEGAZIONE CONSIGLIO REGIONALE E SINDACATI DAL PREFETTO

Mar. 30 mag. - Milano. (OMNIMILANO) - Domani mercoledì 1 giugno, alle ore 11.30, una delegazione del Consiglio regionale e dei sindacati sarà ricevuta dal Prefetto di Milano Lombardi per discutere della situazione dell?ex area Alfa Romeo di Arese. Il Consiglio regionale sarà rappresentato dal Presidente Davide Boni e dal Vicepresidente Filippo Penati. Per i sindacati saranno presenti Corrado Delle Donne, responsabile Slai Cobas e delegato sito Alfa Romeo, e i delegati Rsu dell?Alfa Romeo di Arese Renato Parimbelli, Carmelo D?Arpa e Michele Princigalli.

30/05/11

REGIONI:LOMBARDIA; BONI E SINDACATI ALFA DI ARESE DA PREFETTO

(ANSA) - MILANO, 30 MAG - Dopo il sopralluogo di una delegazione del Consiglio regionale all'ex area dell'Alfa di Arese, il presidente dell'assemblea lombarda, Davide Boni (Lega), e il suo vice, Filippo Penati (Pd), saranno ricevuti mercoledi' mattina, insieme ad alcuni rappresentanti sindacali, dal prefetto di Milano, Gian Valerio Lombardi. Lo riferisce il presidente Boni, chiarendo che obiettivo dell'appuntamento e' ''illustrare la grave situazione i cui si trovano gli ex dipendenti'' del polo Alfa di Arese.

''Cosi' come preannunciato durante l'incontro con i rappresentanti dello Slai Cobas dell'ex area Alfa di Arese - spiega Boni - mi rechero' dal prefetto di Milano insieme al vice presidente Filippo Penati e ad una delegazione del sindacato stesso, per illustrare la grave situazione in cui si trovano gli ex dipendenti''.

In questa sede il presidente dell'assemblea lombarda avanzera' la proposta ''di convocare un Tavolo, cui invitare anche Innova Service srl e una delegazione del Consiglio - per affrontare il nodo dei lavoratori licenziati, cercando una soluzione che garantisca, possibilmente, la loro ricollocazione lavorativa presso l'area di Arese''.

27/05/11

BALLOTTAGGI: BONI (LEGA), SOLIDARIETA' A MAIOCCHI, AGGREDITO E PICCHIATO

(ANSA) - MILANO, 27 MAG - Il presidente del Consiglio regionale della Regione Lombardia, il leghista Davide Boni, esprime solidarieta' a Giuseppe Maiocchi, ''barbaramente aggredito e picchiato da alcuni delinquenti di sinistra mentre, in maniera pacifica, stava semplicemente attaccando dei manifesti in vista del ballottaggio''.

''Azioni come queste - afferma ancora Boni -, evidenziano come qualcuno stia tentando di intimidire l'avversario politico, utilizzando il linguaggio della violenza e fuggendo in questo modo al confronto democratico basato sui contenuti. Se questo e' il cambiamento tanto annunciato da Pisapia e compagni, noi preferiamo di gran lunga mantenere la nostra Milano libera, sicura e democratica''.

Milano/Boni: Messi male se si pensa di vincere con concerti. Calderoli: avrebbe dovuto cantare

Milano, 27 mag. (TMNews) - "Se si pensa di vincere le elezioni con i concerti siamo messi male". Così il presidente del Consiglio della Lombardia Davide Boni intervenuto con il ministro per la Semplificazione Roberto Calderoli a un incontro elettorale a un mercato rionale di Milano.

Quanto al forfait del cantautore napoletano Gigi D'Alessio che si è ritirato per una polemica con la Lega, Boni ha dichiarato: "Mai stato estimatore di Gigi D'Alessio, me ne faccio una ragione". Secondo il ministro Calderoli invece Gigi D'Alessio avrebbe dovuto eseguire la sua performance: "Se vado a sostenere un candidato con un concerto lo avrei fatto comunque", ha dichiarato Caldeoroli.

MILANO: CALDEROLI, VITTORIA PISAPIA? MI TOCCO LE BALLE E VADO A LOURDES

Milano, 27 mag. (Adnkronos)- "Io comincio a toccare ferro e a toccarmi anche un poco le balle, perche' una disgrazia simile sarebbe pesante per Milano". Cosi' il ministro per la Semplificazione Roberto Calderoli commenta, incontrando i giornalisti in un mercato rionale a Milano, le affermazioni del capogruppo della Lega Nord a Matteo Salvini che aveva detto che non sarebbe stata una disgrazia l'eventuale vittoria del candidato del centrosinistra. "Se vince la Moratti -aggiunge Calderoli- festeggio insieme a lei, se vince Pisapia vado a Lourdes per tutti i milanesi".

MINISTERI, CALDEROLI: "LEGA NON SI SPOSTA DI UN MILLIMETRO"

(OMNIMILANO) Milano, 27 MAG - "La Lega non si e' spostata di un millimetro", sul decentramento di alcuni ministeri. Lo ha detto il ministro per la Semplificazione Roberto Calderoli, al gazebo della Lega in via Stresa.

"Avevamo deciso di farlo da subito - ha proseguito Calderoli - e avevamo avuto garanzie dal presidente del Consiglio", ma "c'era il rischio che venisse scambiata per campagna elettorale. La questione dei ministeri e' troppo profonda per essere coinvolta nella campagna elettorale per i ballottaggi, quindi abbiamo rinviato a dopo". Calderoli ha ribadito che "abbiamo la parola del presidente del Consiglio che questo spostamento si

fara', eccome si fara', sia al nord sia a Napoli", rimarcando, alle domande dei giornalisti: "Le parole delle persone serie non saltano".

BALLOTTAGGIO, BONI: "SQUADRISTI DI SINISTRA IN AZIONE"

(OMNIMILANO) Milano, 27 MAG - "Tutta la mia solidarietà a Giuseppe Maiocchi, barbaramente aggredito e picchiato da alcuni delinquenti di sinistra mentre, in maniera pacifica, stava semplicemente attaccando dei manifesti in vista del ballottaggio della prossima domenica. Azioni come queste, evidenziano come qualcuno stia tentando di intimidire l'avversario politico, utilizzando il linguaggio della violenza e fuggendo in questo modo al confronto democratico basato sui contenuti". Lo afferma il presidente del consiglio regionale ed esponente della Lega Nord, Davide Boni.

"Se questo è il cambiamento tanto annunciato da Pisapia e compagni, noi preferiamo di gran lunga mantenere la nostra Milano libera, sicura e democratica".

26/05/11

BONI: “METTERE FINE ALL’EPOCA DEL PAGAR TACENDO”

“In ogni Stato moderno e democratico, la rappresentatività si basa anche su criteri legati al peso economico e politico che viene messo sulla bilancia. Il Nord non fa quindi niente di male nel chiedere una maggiore vicinanza delle istituzioni centrali, anche in vista degli importanti cambiamenti normativi legati alla riforma federale dello Stato.

Per questo è più che condivisibile il ragionamento espresso dal Ministro Calderoli, sul tema del decentramento di alcune strutture ministeriali sul nostro territorio.

L’epoca del “pagar tacendo” deve infatti terminare una volta per tutte: la Lombardia e le altre Regioni del Nord hanno quindi tutto il diritto di fare pesare il ruolo svolto nel rilancio del sistema Paese. Se così non fosse dovremmo chiedere fin da subito una riduzione dell’imposizione fiscale che pesa sulle nostre spalle….”.

Così Davide Boni, Presidente del Consiglio della Regione Lombardia, ha commentato le dichiarazioni del Ministro per la Semplificazione Normativa, Sen. Roberto Calderoli

MILANO: BONI: “LA SINISTRA SBAGLIA A SVENTOLARE COME CERTA LA REALIZZAZIONE DI UNA NUOVA MOSCHEA”

“Ha ragione il Sindaco Moratti quando afferma che a Milano il diritto di culto è garantito: in tutti questi anni non ci sono mai stati problemi con nessuna delle varie strutture regolarmente presenti in città che appartengono a professioni religiose diverse da quella cristiano cattolica.

Purtroppo l’unica nota dolente arriva proprio dalla comunità islamica di Milano che, in alcune zone del capoluogo lombardo, ha aperto dei centri religiosi irregolari come quello in Viale Jenner.

Per questo la sinistra sbaglia a sventolare come certa la realizzazione di una grande moschea a Milano senza prima avere verificato che vi siano le condizioni per poter consentire la sua edificazione e senza avere specificato, a chiare lettere, che la comunità milanese non deve dare un solo centesimo di euro per la sua costruzione”.

Così Davide Boni, Presidente del Consiglio della Regione Lombardia, ha commentato le dichiarazioni del Sindaco di Milano, Letizia Moratti, sulla realizzazione di una nuova moschea a Milano

25/05/11

Alfa Romeo/ Boni: Andrò con sindacato dal Prefetto per Arese

Milano, 25 mag. (TMNews) - La settimana prossima i vertici del Consiglio regionale della Lombardia e i rappresentanti dello Slai Cobas incontreranno il prefetto di Milano, Gian Valerio Lombardi, per discutere della situazione dell'ex area Alfa Romeo di Arese.

L`annuncio è stato dato oggi dal presidente dell`Assemblea lombarda Davide Boni.

"Così come preannunciato durante l`incontro con i rappresentanti dello Slai Cobas dell`ex area Alfa di Arese - ha spiegato Boni - la prossima settimana mi recherò dal Prefetto di Milano insieme con il vicepresidente del Consiglio regionale, Filippo Penati, e con una delegazione del sindacato stesso, per illustrare la grave situazione i cui si trovano gli ex dipendenti". "Nel contempo - ha proseguito il presidente - ho già anticipato al Prefetto, quale mediatore delle vertenze di lavoro, la necessità di convocare un Tavolo, cui invitare anche Innova Service srl, proprio per affrontare la situazione dei lavoratori licenziati, cercando una soluzione che garantisca, possibilmente, la loro ricollocazione lavorativa presso l`area di Arese, invitando a partecipare al Tavolo anche una delegazione del Consiglio regionale della Lombardia, affinché possa monitorare come procedono i lavori, tenendo così aggiornato il Parlamento lombardo".

BALLOTTAGGIO: BONI: “SINISTRA DISPOSTA A SCENDERE A PATTI CON IL FANATISMO ISLAMICO”

“Fa orrore pensare che Milano possa finire nella mani del comitato “Musulmani per Pisapia”, pronto a sfilare per le strade della nostra città fino al sagrato del Duomo, peraltro violato già qualche mese fa dagli stessi mussulmani durante una preghiera di massa.

Si fa presto a voltare la faccia dall’altra parte e cancellare, per una mera opportunità politica, una manifestazione di questo tipo, già programmata e annunciata. Perché solo il fatto di averla proposta, solo l’idea di potere organizzare una sfilata di questo genere, deve fare suonare tutti i campanelli d’allarme possibili nei milanesi.

La marcia degli islamici è una marcia politica a sostegno del candidato della sinistra. Il fatto che sia stata annullata non ci interessa, perché se l’approccio è di questo tipo, questa manifestazione verrà certamente riproposta con buona pace della sinistra disposta a scendere a patti con il fanatismo islamico, come fossimo in Arabia Saudita.

Sta a Milano reagire, ed evitare che il giorno dopo il ballottaggio il nostro amato capoluogo lombardo diventi una città islamica. E’ quindi fondamentale recarsi alle urne e votare per chi non ha affidato il proprio futuro amministrativo a chi vorrebbe cancellare i nostri simboli cristiani”.

Così Davide Boni, Presidente del Consiglio della Regione Lombardia, ha commentato l’annunciata e successivamente cancellata manifestazione del comitato “Musulmani per Pisapia”.

24/05/11

TV: ASCOLTI LA7, RECORD PER L'INFEDELE CON OLTRE 2 MLN DI SPETTATORI

Roma, 24 mag. (Adnkronos) - Record assoluto, ieri, per L'Infedele di Gad Lerner che ha realizzato l'8,43% di share media con piu' di 2 milioni di telespettatori (2.010.557) e oltre 7,2 milioni di contatti (7.247.181) La puntata con Piero Bassetti, Davide Boni, Ombretta Colli, Gilberto Oneto, Lella Costa, Conchita Sannino, Antonio D'Amato e un'intervista a Claudio Bisio ha raggiunto picchi di oltre 2,8 milioni di telespettatori (2.807.384 alle 21:53) e dell'11,30% di share (alle 23:17).

Il Tg delle 20, diretto e condotto da Enrico Mentana, invece, ha realizzato il 10,93% di share media, quasi 2,5 milioni di telespettatori (2.485.167), piu' di 3,9 milioni di contatti (3.900.580) e picchi del 12,27% di share (alle 20:18) e di 2,9 milioni di telespettatori (2.841.971 alle 20:29).

In access prime time Otto e Mezzo di Lilli Gruber ha fatto registrare l'8,22 % di share media con piu' di 2,1 milioni di telespettatori (2.187.893) e oltre 4,2 milioni di contatti (4.200.658). La puntata che ospitava Pier Ferdinando Casini ha raggiunto un picco di oltre 2,5 milioni di telespettatori (2.551.597) e del 9,21% di share (alle 21:08).

SANATORIA MULTE: QUESTIONE CIRCOSCRITTA

Sulla promessa sanatoria delle multe ai milanesi, Boni sostiene che ''sara' una questione circoscritta che riguarda solo le multe dell'Ecopass. E' naturale che chi ha parcheggiato in seconda fila non puo' sperare in una sanatoria. Alla fine il problema e' che abbiamo visto anche la posizione del sindaco Moratti sull'Ecopass. Noi della Lega siamo sempre stati molto critici di questo strumento, e alle urne il risultato della lista dell'ex assessore che ha portato l'Ecopass a Milano ha dimostrato quello che e'. Io non credo nei processi del 'pago se inquino'. Se uno tiene all'ambiente fa scelte diverse''.

ELEZIONI/MILANO: BONI (LN), RISPETTERO' NUOVO SINDACO E SPERO SIA MORATTI

(ASCA) - Roma, 24 mag - ''Diciamo che il prossimo sindaco di Milano sara' il mio sindaco. Io rispetto tutte le figure istituzionali. Rispettero' il mio nuovo sindaco, ma spero che sia Letizia Moratti''. Lo ha detto il presidente del Consiglio Regionale della Lombardia e Coordinatore della Conferenza delle Assemblee legislative regionali, Davide Boni(Lega Nord), ospite di ''24 Mattino'' su Radio 24.

MINISTERI: BONI (LN), A MILANO VORREI DICASTERO ECONOMIA E FEDERALISMO

(ASCA) - Roma, 24 mag - ''A Milano vedrei benissimo il ministero sulFederalismo e quello dell'Economia''. Cosi' il presidente del Consiglio Regionale della Lombardia e Coordinatore della Conferenza delle Assemblee legislative regionali, Davide Boni (Lega Nord), ospite di ''24 Mattino'' su Radio 24 in merito all'ipotesi del trasferimento di alcuni ministeri da Roma a Milano.

''Qui produciamo il 26% del Pil italiano, - ha aggiunto Boni - credo sia un passaggio interessante per la citta' e per il territorio lombardo. Non e' scritto da nessuna parte della Bibbia che tutti i ministeri debbano stare a Roma, in un processo di periferizzazione del potere centrale questo e' un obiettivo da portare avanti''.

E riguardo alle presumibili proteste dei dipendenti del ministero di fronte a un trasferimento, Boni ha proposto una soluzione: ''C'e' gia' una norma Brunetta che via via chiude i turnover rispetto alle sostituzioni del personale. Si puo' iniziare a pensare al personale che viene dal locale. Noi ci crediamo veramente a questa cosa ma e' naturale che il trasferimento non sarebbe immediato, e' come il federalismo per cui ci abbiamo impiegato qualche anno. Il trasferimento dei ministeri e' la continuazione effettiva di questo processo''.

22/05/11

AMMINISTRATIVE: BONI, QUALCUNO GIOCA PER NON VINCERE, BISOGNA ANDARE IN GIRO A FARE CAMPAGNA ELETTORALE

Milano, 22 mag. - "Invece di continuare andare sui giornali, bisogna andare in giro a fare campagna elettorale, come oggi ha fatto tutta la Lega in Viale Farini a sostegno di Letizia Moratti: dov'erano loro? Qui qualcuno sta giocando per non vincere". Ne è convinto Davide Boni, Presidente del Consiglio regionale della Lombardia, che al termine di un appuntamento elettorale con Umberto Bossi e Roberto Calderoli, ha così commentato gli interventi del governatore Roberto Formigoni e del capogruppo Pdl, Paolo Valentini.
Noi non prendiamo in giro nessuno - ha replicato alle loro parole Boni - ma facciamo campagna elettorale. Non è possibile che questi continuino ad attaccare la Lega perchè il problema non è la Lega ma portare la gente a votare per la Moratti. Comunque sappiano che noi parliamo solo con Berlusconi e non con i portatori d'acqua". (ANSA)

MILANO: BONI, SITUAZIONE PESANTE, ALTRO CHE MODERATI E GENTILUOMINI

Milano, 22 mag. - (Adnkronos) - "La situazione a Milano e' diventata veramente pesante e questa e' la vera faccia della sinistra. Altro che moderati e gentiluomini". Cosi' il presidente del Consiglio regionale lombardo, Davide Boni, commenta all'ADNKRONOS le aggressioni subite ieri da alcuni simpatizzanti del Pdl e in particolare dalla mamma dell'assessore Alan Rizzi, Francesca, di 65 anni, costretta a farsi ricoverare in ospedale dopo essere stata spintonata e fatta cadere da alcuni simpatizzanti dell'opposizione.

"L'aggressione della mamma dell'assessore Rizzi -ha sottolineato Boni- e' molto pesante perche' e' chiaro che ormai si e' instaurato in citta' un clima di rivincita ma non su un avversario politico ma su un nemico da abbattere. Il centrosinistra non cerca certo di rasserenare il clima e non accetta il confronto cosi' come non dice nulla su chi occupa le case. Quanto a Pisapia e' prigioniero del suo personaggio e delle sue alleanze perche' anche se lui condanna ogni tipo di aggressione non riesce piu' a controllare i suoi alleati politici".

21/05/11

MILANO: BONI (LEGA NORD), IL PROGRAMMA DELLA MORATTI E' LIMPIDO

Milano, 20 mag. - (Adnkronos) - "Il programma della Moratti, che sosteniamo, e' limpido e ogni cittadino puo' tranquillamente sfogliarlo dalla prima all'ultima pagina, perche' tutti i progetti contenuti sono finalizzati a migliorare e tutelare la nostra citta'".Lo scrive in una nota Davide Boni, presidente del Consiglio della Regione Lombardia.

Boni afferma che non e' altrettanto chiaro il programma del centrosinistra che "su Milano- aggiunge Lega Nord- sta giocando la tattica del vittimismo politico per evitare che i milanesi aprano gli occhi e scoprano cosa ha davvero in mente la sinistra estremista per trasformare la nostra Milano in un vero e proprio bazar".

LAVORO: ALFA ARESE; SOPRALLUOGO CONSIGLIO REGIONALE SU AREE

(ANSA) - ARESE (MILANO), 20 MAG - Un tavolo fra sindacati e proprieta' per reintegrare i lavoratori licenziati, e un consiglio regionale dedicato al futuro dell'ex Alfa Romeo di Arese (Milano). Sono le proposte dei rappresentanti del Consiglio regionale della Lombardia che stamani hanno incontrato i 62 operai licenziati da Innova Service, l'azienda che gestisce le portinerie sull'area alle porte di Milano, e hanno partecipato a un soprallugo negli stabilimenti.

''La giunta non puo' tirarsi indietro - ha spiegato il presidente del Consiglio regionale Davide Boni - e dovremo iniziare un percorso che porti al reintegro dei lavoratori. Bisogna andare verso uno sviluppo sostenibile dell'area - ha

sottolineato - e la soluzione dei centri commerciali e' ormai obsoleta''. Boni, assieme al vicepresidente del Consiglio Regionale Filippo Penati, ai consiglieri Giorgio Puricelli e Arianna Cavicchioli e al presidente della Commissione attivita' produttive Mario Sala, ha visitato i capannoni dismessi dell'area di due milioni di metri quadrati, dove ieri si e' sviluppato un incendio all'interno di un deposito di auto rottamate.

20/05/11

COMUNALI: BONI, SEMPRE CRITICA POSIZIONE LEGA SU ECOPASS

(ANSA) -ARESE (MI), 20 mag. - "Non voglio mettere il cappello su quello che fa la Moratti però mi sembra che la posizione della Lega sull'ecopass sia sempre stata abbastanza critica". Lo ha detto il Presidente del Consiglio Regionale della Lombardia, Davide Boni(LN), a margine di un sopralluogo sull'area dell'ex Alfa Romeo di Arese (MI), commentando la decisione del sindaco di Milano Letizia Moratti di abolire l'ecopass per i residenti.
"E' inutilenegare che questa sperimentazione non ha portato i risultati sperati - ha sottolineato - l'ecopass fa pagare una tassa maggiore alle persone in difficoltà economica perchè chi può compera una macchina nuova con un sistema di risparmio ambientale che esce dal sistema ecopass.
Prima di dire no - ha aggiunto - bisogna aprire un confronto con le forze politiche e i cittadini. Credo che in campagna elettorale ognuno giochi le sue carte, ma credo che poi le promesse fatte debbano essere mantenute".
Alla domanda sulla possibilità di una sanatoria sulle multe a Milano, Boni ha risposto che "se l'ecopassè da rivedere sarebbe utile anche ragionare su quello che è successo prima".

LOMBARDIA: DELEGAZIONE CONSIGLIO REGIONALE ALL'ALFA DI ARESE

(ASCA) - Milano - Oggi una delegazione del Consiglio regionale lombardo, guidata dal presidente Davide Boni, effettuera' alle ore 11 un sopralluogo all'Alfa Romeo di Arese e si incontrera' con sindacati e lavoratori per discutere e parlare del futuro occupazionale e produttivo dell'area.

Oltre al presidente Boni, della delegazione faranno parte il Vicepresidente Filippo Penati, il presidente della Commissione Attivita' Produttive Mario Sala e il consigliere regionale Giorgio Puricelli (Pdl).

19/05/11

Io Amo Milano

E' dura...lo so...è dura...ma che volete che vi dica: io questa partita la gioco fino in fondo.

Io voterò la MORATTI al ballottaggio, ma la voterò convintamente perchè votando Lei darò la possibilità a 7 Consiglieri della Lega Nord di entrare a Palazzo Marino. Perchè voglio dare una chance a questa città e ai suoi cittadini di sentirsi ancora orgogliosi di essere Milanesi. Si, perchè in fondo sono un romantico...aldilà di tutto io Amo questa città e ciò che rappresenta. La cultura del lavoro, il tempo che passa velocemente...il cuore pulsante dell'economia, ma anche della solidarietà..si ma di quella vera..legata alle regole non alle invenzioni.

Io non Amo il vietato vietare, credo che ormai mi conosciate..., ritengo che questa città, la nostra città non meriti persone che salgono sui tetti per occupare le case e che prendono a "tegolate" le forze dell'ordine, non credo che Milano meriti il fenomeno dell'autocostruzione per i rom...dove migliaia di nomadi possono costruire ciò che vogliono dove vogliono, non penso nemmeno che i nostri "ghisa" debbano diventare solo agenti della sosta vietata...ma soprattutto non credo ad un candidato che viene sponsorizzato da qualcuno che viene da "fuori", da altre Regioni che sono diventate il simbolo di mal governo...mi spiace non ci credo.

Io Credo nella forza delle idee e credo nella Lega e negli uomini della Lega, se non vinciamo non c'è domani e io la partita la Gioco e la Gioco fino in fondo...giocatela anche voi, insieme a me!

COMUNALI: MILANO; BONI,STOP POLEMICHE, ANDIAMO SUL TERRITORIO

(ANSA) - MILANO, 19 MAG - ''In questo momento piu' che dare spazio alle polemiche bisogna rimboccarsi le maniche e lavorare

per non lasciare la citta' nelle mani di Pisapia''. E' quanto sostiene il presidente del Consiglio lombardo, Davide Boni (Lega Nord) commentando le polemiche all'interno del centrodestra dopo l'esito elettorale a Milano, con il vantaggio del candidato di centrosinistra, Giuliano Pisapia.

''Ci vuole un'azione di responsabilita''' afferma Boni che lancia anche un appello agli alleati: ''Facciano tutti come fa la Lega che va in giro sul territorio a distribuire volantini e a parlare con la gente''.

La Maratona del Cielo tra i possibili spot per Expo 2015

L'idea è stata lanciata dal presidente del consiglio Regionale Davide Boni nel corso della conferenza stampa dedicata presso il grattacielo Pirelli.

La Maratona del Cielo sarebbe un ottimo spot per Expo 2015. L’idea, convinta e convincente, è del presidente del Consiglio regionale Davide Boni, che l’ha espressa e argomentata nel corso della conferenza stampa di presentazione della SkyMarathon Sentiero 4 Luglio 2011.


SPIRITO LOMBARDO

All’incontro degli organizzatori con i media patrocinato da Regione Lombardia, avvenuto lunedì 16 maggio presso il Palazzo della Regione (il più noto Pirellone), l’esponente politico ha motivato la proposta con il fatto che la corsa tra le vette camuno-valtellinesi ben rappresenta la sintesi dello spirito lombardo: la fatica della salita e l’incanto della meta, la durezza dell’impegno e la gioia del premio.

Una sorta di allegoria dell’ingegno e del lavoro lombardi, trasfigurati in uno degli sport più massacranti che si possano immaginare, secondo forse solo all’arrampicata sulle pareti rocciose a mani nude.


I PRESENTI

Accolto da Monica Rizzi (assessore regionale allo Sport e Giovani), da Franco Nicoli (vicepresidente del Consiglio regionale) e da Boni, il drappello dei montanari era composto dal presidente del Comitato organizzatore SkyMarathon Tom Bernardi, dal vicepresidente della Comunità Montana tiranese e assessore Dino Negri, dall’assessore al Turismo di Aprica Giancarlo Stampa, dagli assessori cortenesi Luigi Marniga e Giacomo Galli, dal presidente CAI Aprica Marco Negri e da alcuni rappresentanti della associazioni.


APPREZZAMENTO

Dopo la presentazione dell’evento da parte di Bernardi sono venute, dalla Rizzi come da Nicoli e dallo stesso Boni, parole di sincero apprezzamento per la manifestazione e per tutti quelli che vi contribuiscono. Confermata, soprattutto, la bontà della collaborazione interprovinciale tra le due realtà, geograficamente e turisticamente vicine ma amministrativamente distinte, di Corteno Golgi e Aprica, azione particolarmente ben vista e “premiata” dalla Regione. Infine, da parte dei tre esponenti politici, la promessa che saranno tutti e tre presenti ad Aprica-Corteno perlomeno il 3 luglio 2011, giorno della competizione.

Tornando all’idea di Boni per Expo 2015, egli ha voluto anche abbozzare delle ipotesi di coinvolgimento diretto della nostra realtà montana, tipo proposte di viaggio-escursione nei luoghi storici della maratona del cielo. E, allora, perché nell’occasione non anche un grande evento internazionale di skyrunning?

Boni: Da oggi tutti pancia a terra, se vogliamo vincere al ballottaggio"

«Da oggi tutti pancia a terra, se vogliamo vincere al ballottaggio. Noi della Lega l’abbiamo sempre fatto. Forse gli amici del Pdl non abbastanza».
Davide Boni, presidente del Consiglio regionale della Lombardia, indicato da molti come probabile vice sindaco di Milano, in caso di vittoria del centrodestra (ma lui, per la verità, si è sempre schermito al riguardo), fa il punto della situazione. E indica la strada da seguire per confermare Letizia Moratti primo cittadino della città e smascherare il finto buonismo di Giuliano Pisapia.
«Certo, non era facile vincere al primo turno. Ma soprattutto non era facile battere Pisapia. Loro, quelli delle sinistre intendo, sicuramente hanno espresso il massimo per arrivare all’obiettivo. Nel centrodestra, invece, non si è riusciti a motivare tutti, e in più si è commesso il più classico degli errori: sottovalutare l’avversario».
Va bene, presidente, ma fuor di metafora cosa intende?
«Intendo che la campagna elettorale non è stata centrata sui problemi veri della gente. C’è poco da fare: l’analisi è questa, e di lì non si scappa».
E allora che si fa per ribaltare il risultato al rush finale?
«Si fa quello che noi della Lega non abbiamo mai smesso di fare. Si scende in strada, si parla con la gente, ci si confronta, si becca magari qualche vaffa, ma si combatte. Da lunedì i nostri militanti sono in giro per i mercati, nei quartieri, con il consigliere Salvini in testa, a spiegare le cose che l’amministrazione Moratti ha fatto in questi anni di governo e quello che si vorrebbe fare ancora. Insomma, bisogna avere il coraggio di metterci la faccia. Perchè sono capaci tutti di andare in tv a fare dibattiti. Poi, però, le persone non ti vedono più, non hanno più riscontri, e non ti seguono».
Basterà?
«C’è un’altra cosa assolutamente fondamentale. Bisogna convincere la gente a votare Letizia Moratti, anche quelli che non l’hanno fatto al primo turno, o perchè proprio non sono andati alle urne o perchè hanno scelto in buona fede la sirena di Pisapia. E bisogna spiegare alla gente chi è davvero Giuliano Pisapia. Non tanto lui o la sua persona, ma quello che c’è dietro e il modello che rappresenta. Un modello che non ha niente a che fare con Milano e i milanesi, perchè non è il nostro. Perchè Milano non ci si riconosce. Basta dare uno sguardo al suo programma e a quello delle sinistre, per capire tante cose e svegliarsi da un sogno che per questa città rischia di diventare un incubo».
Un programma che fa paura?
«Guardi, è naturale che dall’altra parte della barricata sia più facile dire che non va bene nulla; è nella logica dei ruoli e delle cose. Ma nel programma di Pisapia non c’è niente, ma proprio niente di moderato, al di là del simulacro che la persona offre di sè. Il problema sta proprio qui: nessuno, probabilmente, ripeto, in buona fede, si è mai posto davvero il problema di come sarà Pisapia sindaco e di cosa diventerà Milano governata da uno come lui.
Quale modello?
«Forse una specie di “città aperta”, di laboratorio permanente, di cavia urbana. Del resto, è lì da vedere. Pisapia dietro di sè ha una storia, che non è l’amicizia con quelli del ’68. Una storia che ha portato avanti nel corso degli anni come parlamentare di Rofondazione comunista, con progetti di legge ben precisi su questioni pratiche, delicate e sensibili della vita dei cittadini. Una storia va nella direzione diametralmente opposta alla moderazione che è nel dna di una città come questa. Pisapia non è neppure la risposta ai cittadini delle fasce deboli».


Elezioni/ Boni(Lega): Siamo nel bunker, combattiamo la battaglia

Milano, 18 mag. (TMNews) - La Lega non si farà trascinare nel fondo dal Pdl? "Quando lo dice Bossi è il verbo. Però noi alla fine questa battaglia la combattiamo". Lo ha detto il presidente del Consiglio regionale lombardo Davide Boni, che a margine della presentazione del volume "Pensare il Risorgimento" di Giuseppe Reguzzoni, ha affermato: "Io la vedo come un giapponese a Iwo Jima. Sto nel bunker e aspetto che gli altri arrivino, perché il mio compito è stare nel bunker".

Riguardo possibili ripercussioni per l'attuazione del federalismo, dopo l'esito elettorale sfavorevole ai partiti di maggioranza, Boni ha osservato: "Il federalismo è un processo ineluttabili, non ci sono spazi di ritorno. Bossi è stato chiaro anche oggi, su quella strada si continua".

18/05/11

LOMBARDIA: BONI, FONDAZIONE MILAN RACCOGLIE FONDI CONTRO SCLEROSI 'SLA'

(ASCA) - Milano, 18 mag - Il presidente del Consiglio regionale della Lombardia Davide Boni partecipera' domani, alle 11,30, alla conferenza stampa di presentazione del progetto 'Tutti per Stefano Borgonovo', iniziativa a scopo benefico della Fondazione Milan che ha l'obiettivo di diffondere, soprattutto tra i giovani, la pratica sportiva, il tifo non violento, l'inclusione sociale e la solidarieta' e che punta alla raccolta di fondi da destinare alla Fondazione Stefano Borgonovo, impegnata nella ricerca per debellare la Sla, la sclerosi laterale amiotrofica.

CALCIO: MILAN, GALLIANI PREMIATO DA GIUNTA E CONSIGLIO LOMBARDIA

(AGI) - Milano, 17 mag. - Doppia premiazione per l'ad del Milan, Adriano Galliani, in Regione Lombardia. Sia il Consiglio regionale che la giunta, infatti, hanno consegnato all'amministratore delegato dei rossoneri un premio per la vittoria del 18esimo scudetto. Il presidente della Regione Lombardia, Roberto Formigoni, di fede milanista, ha espresso soddisfazione per "essere a fianco a Galliani a festeggiare la vittoria del Milan" anche perche' "abbiamo bisogno di squadre che veicolano l'immagine della nostra regione". Il presidente del Consiglio, Davide Boni, ha spiegato: "Con estrema soddisfazione porto i saluti del Consiglio regionale alla mia squadra del cuore. Al di la' delle fedi calcistiche, squadre lombarde come Inter e Milan fanno onore alla Lombardia e a Milano e portano il loro nome in tutto il mondo". Galliani ha commentato la doppia premiazione spiegando di essere felice perche' il Milan "contribuisce all'eccellenza lombarda. Milano nello sport, in particolare nel calcio, e' qualcosa di straordinario non solo in Italia ma anche in campo internazionale". Al termine della premiazione sono seguite numerose foto ricordo con alcuni consiglieri e assessori regionali.

BALLOTTAGGIO, BONI (LEGA): SARÀ UN VOTO DI COSCIENZA

(OMNIMILANO) Milano, 18 MAG - "L'esito elettorale di Milano deve imporre ovviamente delle riflessioni: oggi però l'unica cosa certa è che c'è un ballottaggio da giocare e la Lega Nord ha tutta l'intenzione di scendere in campo in maniera convinta perché il voto del prossimo 29 maggio sarà un voto di coscienza. Se dovesse infatti vincere Pisapia la Milano di oggi, quella dell'Expo, quella delle imprese e delle nostre famiglie non esisterà più. Abbiamo quindi la grande responsabilità di assicurare un futuro a questa città che amiamo e che non merita di finire in balia dei centri sociali e dell'immigrazione incontrollata. Con la riconferma della Moratti e con una Lega Nord sempre più forte e rappresentata in Comune a

Milano, siamo infatti certi che il lavoro impostato in questi primi cinque anni potrà trovare pieno compimento, rispondendo così in maniera più efficace alle esigenze della popolazione". Così Davide Boni, presidente del Consiglio della Regione Lombardia, è intervenuto sul ballottaggio che si terrà a Milano, tra Giuliano Pisapia e Letizia Moratti.

17/05/11

ORDINE DEL GIORNO SEDUTA DI: MARTEDI’ 17 MAGGIO 2011


ORDINE DEL GIORNO
SEDUTA DI:
MARTEDI’ 17 MAGGIO 2011
(dalle ore 10.00 alle ore 20.00 con
intervallo tra le 13.00 e le 14.30)
Nr. Progr. ODG/0029
Servizio Segreteria dell’Assemblea Consiliare
Atti: 005712

1. Comunicazioni del Presidente del Consiglio

2. Approvazione dei processi verbali delle sedute precedenti
􀂃 12 aprile 2011
􀂃 19 aprile 2011

3. SVOLGIMENTO DI INTERROGAZIONI A RISPOSTA IMMEDIATA
4. SVOLGIMENTO DI INTERPELLANZE

5. PROPOSTA DI NOMINA N. 0028
Elezione del Difensore regionale.

6. PROGETTO DI LEGGE N. 0075
Promozione, riconoscimento e sviluppo delle confraternite enogastronomiche e di associazioni
consimili.
iniziativa: Consiliare
VII COMMISSIONE CONSILIARE
Relatore: Cons. Ruffinelli con relazione scritta

7. PROPOSTA DI RISOLUZIONE N. 0007
Risoluzione ai sensi dell'art. 38 del Regolamento generale inerente la cava di recupero Rg8 -
cava ex Coppa in comune di Cantello - piano cave della provincia di Varese.
VI COMMISSIONE CONSILIARE
Relatore: Cons. Longoni

8. MOZIONE 143
Partecipazione alla campagna elettorale per le amministrative 2011 del Direttore Generale
dell'ASL di Sondrio.
Iniziativa: GALLI Stefano (L.L.-L.N.-P.), BOSSETTI Cesare (L.L.-L.N.-P.), RUFFINELLI
Luciana Maria (L.L.-L.N.-P.), LONGONI Giangiacomo (L.L.-L.N.-P.)

9. MOZIONE 84
Problemi organizzativi concernenti l'attività di ALER Milano.
Iniziativa: MIRABELLI Franco (P.D.), CAVICCHIOLI Arianna (P.D.), VALMAGGI Sara
(P.D.), TOSI Stefano (P.D.), BRAMBILLA Enrico (P.D.), ALLONI Agostino (P.D.),
VILLANI Giuseppe (P.D.), BORGHETTI Carlo (P.D.), PRINA Francesco (P.D.), PENATI
Filippo Luigi (P.D.)

10. MOZIONE 80
Sostegno alle province lombarde colpite dalla diffusione delle nutrie.
Iniziativa: PATITUCCI Francesco (I.D.V.), CAVALLI Giulio (I.D.V.), SOLA Gabriele
(I.D.V.), ZAMPONI Stefano (I.D.V.)

11. MOZIONE 140
Rinnovo del protocollo d'intesa per la circolazione gratuita sui mezzi di trasporto pubblico per
i rappresentanti delle Forze dell'Ordine.
Iniziativa: ZUFFADA Sante (P.D.L.), POZZI Giorgio (P.D.L.), PURICELLI Giorgio
(P.D.L.), PESATO Vittorio (P.D.L.), RIPARBELLI Doriano (P.D.L.), ZAMBETTI
Domenico (P.D.L.), NICOLI CRISTIANI Franco (P.D.L.), BUSCEMI Massimo (P.D.L.),
AZZI Rienzo (P.D.L.)

12. MOZIONE 137
Conseguenze del mancato apporto finanziario della Provincia di Milano alla realizzazione di
EXPO 2015.
Iniziativa: MARCORA Enrico (U.D.C.), BETTONI Valerio (U.D.C.), QUADRINI
Gianmarco (U.D.C.)

13. MOZIONE 144
Diniego alla costruzione di centrali nucleari in Lombardia ed allo stoccaggio di scorie
radioattive.
Iniziativa: PAVESI Giovanni (P.D.), CREMONESI Chiara (S.E.L.), ALLONI Agostino
(P.D.), CIVATI Giuseppe (P.D.), BARBONI Mario (P.D.), CAVICCHIOLI Arianna (P.D.),
BORGHETTI Carlo (P.D.), MIRABELLI Franco (P.D.), VALMAGGI Sara (P.D.),
FERRARI Gianbattista (P.D.), PIZZUL Fabio (P.D.), PENATI Filippo Luigi (P.D.),
SANTANTONIO Fabrizio (P.D.), SPREAFICO Carlo (P.D.), BRAMBILLA Enrico (P.D.),
GAFFURI Luca (P.D.), ALFIERI Alessandro (P.D.), GIRELLI Gian Antonio (P.D.), PRINA
Francesco (P.D.), COSTANZO Angelo (P.D.), MARTINA Maurizio (P.D.), VILLANI
Giuseppe (P.D.), TOSI Stefano (P.D.)

14. MOZIONE 142
Istituzione nelle ASL e negli IRCCS di unità operative delle professioni sanitarie, in attuazione
della legge n. 251/2000.
Iniziativa: PURICELLI Giorgio (P.D.L.), GALLI Stefano (L.L.-L.N.-P.), AZZI Rienzo
(P.D.L.), PERONI Margherita (P.D.L.), PAROLINI Mauro (P.D.L.), RIPARBELLI Doriano
(P.D.L.), MINETTI Nicole (P.D.L.), RINALDIN Gianluca (P.D.L.)

15. MOZIONE 145
Risorse per le comunità montane.
Iniziativa: SPREAFICO Carlo (P.D.), GAFFURI Luca (P.D.), ALFIERI Alessandro (P.D.),
BARBONI Mario (P.D.), FERRARI Gianbattista (P.D.), GIRELLI Gian Antonio (P.D.),
MARTINA Maurizio (P.D.), TOSI Stefano (P.D.), VILLANI Giuseppe (P.D.), PENATI
Filippo Luigi (P.D.), PIZZUL Fabio (P.D.), CAVICCHIOLI Arianna (P.D.), BORGHETTI
Carlo (P.D.)

16. MOZIONE 87
Interventi a sostegno di affidamenti familiari e di adozioni di minori con handicap accertato.
Iniziativa: SOLA Gabriele (I.D.V.), CAVALLI Giulio (I.D.V.), PATITUCCI Francesco
(I.D.V.), ZAMPONI Stefano (I.D.V.)

17. MOZIONE 138
Misure volte alla verifica ed al controllo dei casi di contaminazione da diossine di uova
raccolte in allevamenti di diverse province della Lombardia.
Iniziativa: MARELLI Alessandro (L.L.-L.N.-P.), GALLI Stefano (L.L.-L.N.-P.), CIOCCA
Angelo (L.L.-L.N.-P.), LONGONI Giangiacomo (L.L.-L.N.-P.), TOSCANI Pierluigi (L.L.-
L.N.-P.)

18. MOZIONE 146
Carenza di personale nel settore sanitario.
Iniziativa: VALMAGGI Sara (P.D.), ALFIERI Alessandro (P.D.), BARBONI Mario (P.D.),
BORGHETTI Carlo (P.D.), GIRELLI Gian Antonio (P.D.), GAFFURI Luca (P.D.),
PENATI Filippo Luigi (P.D.), PIZZUL Fabio (P.D.), CAVICCHIOLI Arianna (P.D.), TOSI
Stefano (P.D.)

19. MOZIONE 133
Tutela dei lavoratori transfrontalieri lombardi.
Iniziativa: BETTONI Valerio (U.D.C.), GAFFURI Luca (P.D.), TOSI Stefano (P.D.),
PIZZUL Fabio (P.D.), PRINA Francesco (P.D.), SANTANTONIO Fabrizio (P.D.),
COSTANZO Angelo (P.D.), ALFIERI Alessandro (P.D.), MIRABELLI Franco (P.D.),
MARTINA Maurizio (P.D.), GIRELLI Gian Antonio (P.D.), BARBONI Mario (P.D.),
FERRARI Gianbattista (P.D.), QUADRINI Gianmarco (U.D.C.), MARCORA Enrico
(U.D.C.)

20. MOZIONE 132
Rapporti di buon vicinato con la Federazione elvetica.
Iniziativa: AZZI Rienzo (P.D.L.), PURICELLI Giorgio (P.D.L.), POZZI Giorgio (P.D.L.),
RINALDIN Gianluca (P.D.L.), CARUGO Stefano (P.D.L.), ZUFFADA Sante (P.D.L.),
GIAMMARIO Giuseppe Angelo (P.D.L.), SALA Mario (P.D.L.), ALBONI Roberto
(P.D.L.), RIPARBELLI Doriano (P.D.L.), PERONI Margherita (P.D.L.)

21. MOZIONE 147
Revisione dei criteri di assegnazione del personale ATA e dei docenti delle scuole lombarde.
Iniziativa: SPREAFICO Carlo (P.D.), PIZZUL Fabio (P.D.), BARBONI Mario (P.D.),
VALMAGGI Sara (P.D.), CIVATI Giuseppe (P.D.), TOSI Stefano (P.D.), PENATI Filippo
Luigi (P.D.), CAVICCHIOLI Arianna (P.D.), GIRELLI Gian Antonio (P.D.), BORGHETTI
Carlo (P.D.), GAFFURI Luca (P.D.)

22. MOZIONE 100
Piano regionale della mobilità ciclistica.
Iniziativa: ALLONI Agostino (P.D.), MIRABELLI Franco (P.D.), TOSI Stefano (P.D.),
VILLANI Giuseppe (P.D.), PRINA Francesco (P.D.), PAVESI Giovanni (P.D.),
SPREAFICO Carlo (P.D.), CIVATI Giuseppe (P.D.)
23. MOZIONE 130
Valorizzazione e promozione del Museo storico dell'Alfa Romeo.
Iniziativa: ROMEO Massimiliano (L.L.-L.N.-P.), MARELLI Alessandro (L.L.-L.N.-P.),
COLLA Jari (L.L.-L.N.-P.), CECCHETTI Fabrizio (L.L.-L.N.-P.), ORSATTI Massimiliano
Gino (L.L.-L.N.-P.), PAROLO Ugo (L.L.-L.N.-P.)
24. PROPOSTA DI NOMINA N. 0006
Designazione di cinque rappresentanti nella Consulta regionale degli ordini, collegi e
associazioni professionali.

12/05/11

Alfa Romeo di Arese, sopraluogo il 18 maggio: BOSSI: Giorgetti e Boni si occupino dell'Alfa Romeo di Arese

Il consiglio regionale lombardo farà un sopraluogo all'Alfa mercoledì 18 maggio alle ore 10.

MILANO 12 MAG 2011 - "Ieri sera, prima del comizio elettorale di Bossi, il presidente del consiglio regionale Davide Boni ha comunicato ai 62 lavoratori Alfa Romeo licenziati dall'azienda spionistica Innova Service che mercoledì prossimo 18 maggio alle ore 10 una delegazione del consiglio regionale con il presidente Davide Boni (Lega Nord), il vice presidente Filippo Penati (PD) e il presidente della commissione regionale attività produttive Mario Sala (PDL) farà un sopraluogo all'Alfa Romeo di Arese allo scopo di trovare una soluzione occupazionale ai lavoratori licenziati. E martedì 24 maggio il consiglio regionale discuterà dell'Alfa Romeo di Arese." E' quanto comunica una nota dello Slai Cobas Alfa Romeo.
"Umberto Bossi, al termine del comizio della Lega Nord nel centro di RHO, - prosegue il comunicato - ha appoggiato l'iniziativa di Boni e del consiglio regionale ed ha dato pubblicamente incarico al segretario della Lega Lombarda e pres. della commissione bilancio e tesoro della Camera Giancarlo Giorgetti, di occuparsi dell'Alfa Romeo di Arese e del problema dei licenziamenti.

ELEZIONI/MILANO: BONI, NON AVREI MAI FATTO LA BATTUTA DI MORATTI

(ASCA) - Torino, 12 mag - ''Una battuta di quel genere io non l'avrei mai fatta''. Cosi' Davide Boni, presidente del Consiglio regionale della Lombardia, leghista, commenta l'attacco del sindaco Letizia Moratti nei confronti dell'avversario alle amministrative di Milano, Giuliano Pisapia. ''Se l'intenzione - ha aggiunto Boni che e' a Torino per l'assemblea della Conferenza nazionale dei presidenti dei Consigli regionali in occasione del 150* dell'Unita' d'Italia - era quella di dimostrare il mondo che c'e' dietro a Pisapia, ovvero che sono due modelli culturali completamente diversi di amministrazione e disegno della citta' e' un discorso ma il fatto di usare questa sentenza e di parlare del '68 e' stato un attacco a freddo controproducente. Non un attacco politico ma personale che ha creato un danno maggiore rispetto all'obiettivo che si voleva raggiungere''.