23/03/13

Omicidi, Moschea e 2,5 milioni di accoglienza: Milano s'è desfa...

Oggi mi vien da dire la mia Milano s'è desfa... Una settimana di fuoco e fiamme, che mi lascia sempre più attonito e preoccupato.
La cronaca nera, parla di un omicidio in pieno centro a Milano di un gioiellere, un atto che è solo la punta dell'iceberg di una situazione di insicurezza e far west che imperversa in città. 
La Giunta Pisapia nel frattempo discute di ampliamento dell'Area C, di unioni civili e bike-sharing e afferma che Milano è sicura.

Con tutto il rispetto per questi temi, per i quali si può discutere, credo che in questo momento non siano di "vitale" importanza.


Sempre in settimana, è notizia che si sta costruendo una moschea, tra l'altro all'insaputa della stessa giunta..
Non in ultimo oggi, la Giunta ha prorogato di un anno la gestione, in appalto al privato sociale, del servizio di accoglienza ordinaria per rifugiati e richiedenti asilo. La spesa impegnata è di 2,5 milioni di euro, ed è interamente finanziata da risorse statali.


21/03/13

Bando "Valorizzare le attività culturali come fattore di sviluppo delle aree urbane"


Bando Fondazione Cariplo
Bando "Valorizzare le attività culturali come fattore di sviluppo delle aree urbane"
Obiettivi 
Il bando si propone di promuovere, a partire dalle organizzazioni che operano in ambito urbano e in collaborazione con le pubbliche amministrazioni e con gli altri attori del territorio, pubblici e privati, idee innovative di valorizzazione della cultura attraverso processi di progettazione e gestione partecipata finalizzati a uno o entrambi gli obiettivi seguenti:
i. dare vita a sistemi culturali urbani, capaci di favorire il rafforzamento e la pianificazione dell’offerta complessiva del territorio e, parallelamente, in grado di incentivare la partecipazione del pubblico alla cultura attraverso la messa in rete dei poli e/o delle manifestazioni culturali esistenti e il loro collegamento con l’insieme delle risorse, delle dotazioni e dei servizi presenti sul territorio;
ii. condurre alla nascita di centri culturali urbani attraverso interventi di start-up o di rilancio di grandi spazi polifunzionali dedicati alla cultura, di proprietà sia pubblica sia privata (con finalità sociali), che prevedano l’affidamento in gestione degli stessi spazi a gruppi di soggetti espressione del territorio.

13/03/13

BANDO: “Favorire la coesione sociale mediante le biblioteche di pubblica lettura”


Bando FondazioneCARIPLO
“Favorire la coesione sociale mediante le biblioteche di pubblica lettura”
Obiettivi 
Il bando intende supportare le biblioteche di pubblica lettura, incoraggiandole a innovare la propria offerta ed organizzazione sostenendo progetti volti a promuovere:
i. la manifestazione di tutte le espressioni artistiche e culturali, in particolare di quelle delle comunità migranti;
ii. il confronto e lo scambio tra gruppi e soggetti diversi per origine culturale, appartenenza generazionale, condizione socioeconomica, ecc.;
iii. il coinvolgimento dei cittadini nell’ideazione, produzione e gestione di proposte e servizi culturali, con particolare attenzione alla valorizzazione del volontariato.
Beneficiari 
i. Biblioteche di pubblica lettura con sede in Lombardia e nelle province di Novara e del Verbano Cusio Ossola e organizzazioni nonprofit del settore sociale o culturale che possano dimostrare almeno 2 anni di attività e di avere già operato nel contesto territoriale individuato per la realizzazione dell’intervento 

BANDO: “Promuovere e sostenere reti per l’affido familiare”


Bando Fondazione Cariplo
“Promuovere e sostenere reti per l’affido familiare”
Obiettivi Il Bando mira a sostenere progetti che sappiano innescare e incentivare l’adozione di buone pratiche in materia di affido familiare, che incrementino il numero delle famiglie affidatarie, accompagnandole in modo adeguato, e sostengano azioni “di sistema”, attivando un impegno congiunto del privato sociale e del livello istituzionale responsabile del servizio affidi sul territorio (comune singolo o
associato o altra forma gestionale).
Obiettivo finale è quello di diminuire il divario fra minori “affidabili” e minori affidati, garantendo loro cura, attenzione, affettività, relazioni umane, istruzione ed educazione, che la famiglia d’origine è temporaneamente impossibilitata a dare. L’obiettivo è quello di sostenere una prospettiva culturale e sociale legata al principio di sussidiarietà, in un’ottica mutualistica che veda le stesse famiglie affidatarie protagoniste delle azioni di promozione, motivazione e sostegno delle nuove potenziali famiglie.
Beneficiari 
Enti pubblici o privati con sede nel territorio della Lombardia o delle province di Novara e Verbano-Cusio-

PSR: Misura 133 "Attività di informazione e promozione dei prodotti agroalimentari di qualità"



La misura 133 finanzia progetti di informazione e promozione delle produzioni tutelate da sistemi di qualità, ammessi ai benefici della Misura 132 del PSR, con l’obiettivo di favorire la conoscenza delle loro qualità da parte dei consumatori e degli operatori del settore nonché la loro diffusione e commercializzazione in Italia e all’estero.



Chi può fare domanda?
  • Consorzi o associazioni di produttori biologici, ai sensi dei Reg. (CE) n. 834/2007 e n. 889/2008, a condizione che rappresentino almeno l’8% degli operatori iscritti nell'elenco regionale degli operatori biologici istituito ai sensi dell'art. 8 del D. Lgs. 220/95 (dgr. 29.12.2000 n. 2927);
  • Consorzi di tutela o organismi ufficiali di riferimento dei prodotti a denominazione riconosciuta ai sensi dei Reg. (CE) n. 510/06 e loro associazioni o raggruppamenti;

Asta di immobili regionali


Regione Lombardia ed ERSAF, attraverso Infrastrutture Lombarde spa, mettono in vendita alcuni immobili non più utilizzati a fini istituzionali.


La scadenza per presentare le offerte è il 4 aprile 2013.
Il bando e i relativi documenti di gara sono pubblicati integralmente sul sito  di Infrastrutture Lombarde a questa pagina   
Di seguito l'elenco degli immobili in vendita con l'indicazione della relativa base d'astae, nella photogallery, le immagini di alcuni tra gli immobili in vendita.

Tutte le info QUI.

11/03/13

Bando Europeo “Inserimento e reinserimento lavorativo persone svantaggiate”


Bando Europeo
“Inserimento e reinserimento lavorativo persone svantaggiate”
Obiettivi L’obbiettivo è duplice; in primis sostenere ed accrescere l’occupazione attraverso l’inserimento e/o il reinserimento lavorativo delle persone in condizione di svantaggio e, in secondo luogo, rafforzare le competenze dei lavoratori e delle lavoratrici a seguito di inserimento o reinserimento lavorativo.
Beneficiari 
Imprese private, di qualsiasi dimensione e settore di attività, con sede legale e/o operativa nel territorio della Regione Lombardia che decidano di assumere un lavoratore compreso in una delle categorie destinatarie.
Tali imprese devono avere una posizione regolare con la normativa vigente sul Mercato del Lavoro e non devono avere in atto sospensioni dal lavoro ovvero non aver proceduto a riduzioni di personale o a licenziamenti collettivi negli ultimi 12 mesi, salvo che l’assunzione non avvenga ai fini di acquisire professionalità diverse da quelle dei lavoratori interessati alle predette riduzioni o sospensioni.
Destinatari 
i. Individui residenti o domiciliati in Lombardia, in stato di disoccupazione, iscritti all’elenco anagrafico del Centro per l’Impiego, con decorrenza dello stato di disoccupazione da oltre12 mesi.
ii. Individui over 50, residenti o domiciliati in Lombardia, in stato di disoccupazione, iscritti all’elenco anagrafico del Centro per l’Impiego, con decorrenza dello stato di disoccupazione da oltre 6 mesi.
iii. Individui over 45, residenti o domiciliati in Lombardia, in stato di disoccupazione in possesso di un titolo di studio inferiore al diploma di istruzione di secondo ciclo o alla qualifica professionale, iscritti all’elenco anagrafico del Centro per l’Impiego, con decorrenza dello stato di disoccupazione da oltre 6 mesi.
Tipologie di interventi diretti alle imprese
i. Incentivo economico per le imprese che assumono le persone con i requisiti previsti con contratto di lavoro subordinato, sia full time che parttime, non inferiore ai 12 mesi fino al 30 settembre 2013.
ii. Voucher per servizi di formazione destinato al lavoratore assunto, per percorsi di qualificazione e riqualificazione, a seguito di richiesta dell’impresa stessa. La richiesta del voucher è facoltativa. I servizi formativi dovranno essere totalmente erogati/fruiti entro il primo anno di assunzione del lavoratore.
Incentivo economico di base:
L’incentivo di base riconosciuto alle imprese è di 8.000,00 euro.
Il contributo massimo erogabile ad ogni singolo datore di lavoro è di 500.000,00
euro.
Scadenza 
La domanda di dote può essere presentata fino al 30 settembre 2013.

PER MAGGIORI INFORMAZIONI:
riportare il titolo in oggetto e contattare lo staff di Matteo Salvini all´indirizzo e-mail
matteo.salvini@europarl.europa.eu

08/03/13

A tutte le donne di Alda Merini


A tutte le donne

Fragile, opulenta donna, matrice del paradiso            
sei un granello di colpa
anche agli occhi di Dio
malgrado le tue sante guerre
per l'emancipazione.
Spaccarono la tua bellezza
e rimane uno scheletro d'amore
che però grida ancora vendetta
e soltanto tu riesci
ancora a piangere,
poi ti volgi e vedi ancora i tuoi figli,
poi ti volti e non sai ancora dire
e taci meravigliata
e allora diventi grande come la terra
e innalzi il tuo canto d'amore.
(Alda Merini)