16/11/11

SVIZZERA: CONFRONTO LOMBARDIA-TICINO SU EXPO E FRONTALIERI


(ANSA) - MILANO, 16 NOV - Non solo partecipare all'Expo 2015 di Milano ma anche alla costruzione delle opere che riguardano l'evento: e' l'interessamento emerso oggi da parte del Canton Ticino, durante la seconda riunione del Tavolo permanente tra il Consiglio regionale lombardo e il Gran Consiglio del Cantone svizzero. Proprio sull'esposizione universale, il presidente dell'aula lombarda Davide Boni, ha inoltre anticipato la volonta' di organizzare una seduta dell'assemblea per chiedere maggiori informazioni su come procedono i lavori.
   Ma tra i temi affrontati oggi con i dirimpettai svizzeri, particolarmente attuale e scottante e' stato il tema dei transfrontalieri, soprattutto dopo il successo elettorale della Lega dei Ticinesi di Giuliano Bignasca alle recenti elezioni di primavera che ha accusato a piu' riprese i circa 51 mila frontalieri italiani di ''rubare'' il lavoro alla manodopera locale. ''Auspichiamo davanti alle attese dei Comuni frontalieri e delle Province interessate al contenzioso dei ristorni dei lavoratori che si arrivi presto a una conclusione - ha proseguito -: mi auguro che la situazione politica italiana in evoluzione non comprometta gli sforzi sostenuti fino a questo momento dal nostro Consiglio regionale e non vanifichi il lavoro prodotto dal precedente governo nazionale''.
    Al riguardo, Boni ha quindi annunciato che sara' predisposto e approvato ''quanto prima'' dal Consiglio un documento che solleciti lo sblocco definitivo della questione dei ristorni. Infatti a seguito di problemi sorti tra Berna e Roma, il Consiglio di Stato del Ticino aveva deciso di bloccare il 50% dei ristorni 2011 destinati agli enti locali lombardi.

BULLISMO: LOMBARDIA; CONCORSO PER VIDEO GIRATI CON CELLULARI


(ANSA) - MILANO, 16 NOV - 'Doma il bullo' e' il titolo di un concorso che chiede ai giovani studenti lombardi di affrontare il tema del bullismo, anche virtuale, con brevi video girati con lo strumento a loro ormai piu' conosciuto: il telefonino.
L'iniziativa, presentata oggi al Pirellone di Milano, e' stata lanciata dal Corecom Lombardia e dall'Ufficio scolastico regionale.
   Quattro i filmati, di studenti o classi degli istituti secondari regionali di primo e secondo grado, che verranno premiati. Per i vincitori, in premio ci sono iPad e buoni da 700 euro per l'acquisto di materiale. I video, della durata di un minuto e mezzo e filmati con cellulari o smartphone, dovranno essere inviati entro il 29 febbraio 2012.
   Il concorso e' stato presentato nel corso del convegno'Ragazzi 2.0, cyberbullismo, social networking: come riuscire a usare correttamente i new media', organizzato dal Comitato regionale lombardo per le Comunicazioni, nella sede del Consiglio regionale.
   ''Il bullismo e' un rischio relativamente meno diffuso in Italia rispetto alla media europea, sia in general(11% contro 19%), si asu internet (2% contro 6%) - ha spiegato il professore di Scienze della Formazione dell'Universita' Cattolica Piermarco Aroldi, basandosi sui dati della ricerca Eukids Online -. Ne sono vittime in particolare pre-adolescenti e adolescenti, in misura maggiore maschi8, anche se e' significativo anche tra le femmine''.
   ''E' innnegabile che il web, oltre a essere una risorsa e opportunita', si presti a distorsioni'', ha affermato il presidente del Consiglio lombardo Davide Boni che ha anticipato l'idea di ''mettersi magari al lavoro'' con il Corecom su un progetto di legge regionale sul tema.

15/11/11

Il governo Monti costa il doppio di quello del Cavaliere



Monti garantirà il vitalizio che era a rischio a 350 parlamentari di prima nomina. In caso di elezioni, nessuno di loro ce l'avrebbe fatta con le nuove regole sui vitalizi in vigore da questa legislatura. Senza contare gli altri 264 parlamentari eletti per la prima volta nel 2006 e poi rieletti nel 2008. Anche a loro Monti fa un regalo proseguendo la legislatura: consentirà loro uno scatto previdenziale che consentirà a tutti di percepire almeno Euro 4.202 mensili di vitalizio dall'età di 60 anni. Si tratta insomma di quasi mezzo miliardo di Euro, sia pure spalmato su più anni, aumento ottenuto da un governo che dovrebbe far stringere la cinghia e rimettere a posto i conti dello Stato.
Inoltre, il costo del governo snello e tecnico di Monti sarà molto più elevato di quello del governo guidato da Berlusconi. Hanno infatti lasciato 23 ministri, 3 viceministri e 38 sottosegretari. I loro stipendi oscillavano fra 40 e 50 mila euro lordi annui.
Il costo complessivo annuo era 2,8 milioni di Euro. L'ipotesi di nuovo governo Monti è quella di una squadra di 12 ministri e 25 sottosegretari, tutti tecnici. Per una legge dello Stato fatta da Romano Prodi, a tuti loro verrà dato uno stipendio più alto, a compensazione della mancata indennità parlamentare: 132 mila euro lordi all'anno. Invece che 2,8 milioni, il governo Monti costerà così quasi il doppio: 4,9 milioni all'anno.
Bersani, nel frattempo avvalla il tutto.

Lombardia e Canton Ticino: domani mercoledì 16 in Regione riunione del tavolo permanente

Expo, mercato del lavoro e transfrontalieri i temi in discussione
tra le due delegazioni presiedute dai presidenti Boni e Guidicelli –
Alle ore 13 conferenza stampa congiunta al 26° piano di Palazzo Pirelli

Milano, 15 novembre 2011 –  Expo, mercato del lavoro e transfrontalieri: sono questi i temi principali che saranno affrontati in occasione della seconda riunione del Tavolo permanente tra il Consiglio Regionale lombardo e il Gran Consiglio del Canton Ticino, che si terrà domani mercoledì 16 novembre a Palazzo Pirelli
La riunione fa seguito al primo incontro tenutosi a Bellinzona il 21 settembre durante il quale era stata formalmente riconosciuta la necessità che il tavolo si riunisse periodicamente per affrontare insieme le problematiche comuni alla Lombardia e alla Svizzera italiana. 
I lavori tra le due delegazioni parlamentari, quella lombarda presieduta dal Presidente Davide Boni e quella ticinese dal presidente del Gran Consiglio Gianni Guidicelli, avranno inizio alle ore 11.15 e proseguiranno nel pomeriggio affrontando anche il tema della valutazione delle politiche pubbliche con l’intervento del Presidente del Comitato paritetico regionale di Controllo e Valutazione Alessandro Alfieri.  
Particolarmente attuale e scottante il tema dei transfrontalieri, soprattutto dopo il successo elettorale conseguito dalla Lega dei Ticinesi di Giuliano Bignasca alle recenti elezioni di primavera: il movimento di Bignasca accusa infatti i frontalieri italiani di “rubare” il lavoro alla manodopera locale causando l’aumento della disoccupazione. I circa51mila italiani che lavorano nel Canton Ticino rappresentano un terzo degli occupati complessivi nel Cantone.
“Siamo impegnati ad assicurare loro misure volte a tutelare il mantenimento del posto di lavoro senza dover temere ritorsioni-spiega il Presidente lombardo Davide Bonie su questo fronte le nostre posizioni e quelle delle istituzioni ticinesi sono molto vicine. L’incontro di domani sarà occasione per rafforzare questi intendimenti e stimolare i rispettivi governi alla sottoscrizione di accordi formali, che in questo caso potranno riguardare anche l’Expo e le infrastrutture”.
I contenuti e le decisioni assunte durante l’incontro di mercoledì 16 saranno annunciate in una conferenza stampa congiunta tra le due delegazioni che si terrà alle ore 13 al26° piano di Palazzo Pirelli.

Aiuto alluvionati con risparmi Consiglio Capigruppo sottoscrivono progetto di legge



Milano, 15 novembre 2011 -  E’ stato sottoscritto da tutti i Gruppi consiliari il progetto di legge che autorizza il Consiglio regionale lombardo ad intraprendere iniziative umanitarie e di solidarietà a favore delle popolazioni colpite da gravi catastrofi:
Sono molto soddisfatto – commenta Davide Boni, Presidente del Consiglio della Regione Lombardia - che su un tema così importante e purtroppo di estrema attualità, tutti i gruppi che compongono l’Assemblea lombarda si siano impegnati a sottoscrivere un progetto di legge che consente al Consiglio regionale di aiutare le popolazioni colpite da gravi calamità naturali, che hanno provocato ingenti danni a cose e a persone.
Con questo passaggio – conclude Boni -  il Consiglio regionale, grazie alla gestione virtuosa delle proprie risorse, potrà destinare ben 250 mila euro a sostegno delle popolazioni delle Regioni Liguria e Toscana, colpite dalla grave alluvione del novembre 2011”.
La somma di 250 mila euro è infatti determinata dal 30 per cento delle spese di rappresentanza del Presidente Boni e dal risparmio ottenuto sulle spese afferenti il trasloco degli uffici del Consiglio da via Filzi 29 al Pirellone. Il progetto di legge passerà ora al vaglio della Commissione competente per poi essere approvato definitivamente in Aula.

Convegno: Ragazzi 2.0, cyberbullismo, social networking



Milano, 11novembre 2011 – Cyberbullismo: che cos’è e come si può battere. Un convegno organizzato dal Consiglio regionale e dal Corecom per conoscere e contrastare un fenomeno del nostro tempo, che coinvolge soprattutto i giovanissimi.

Nel corso dell’evento verrà presentato il concorso  “Doma il bullo”, destinato agli studenti delle scuole secondarie superiori ed inferiori della Lombardia. La finalità è premiare i migliori video prodotti con il telefonino che, normalmente, è utilizzato come mezzo di bullismo  ma che, in questo caso, sarebbe lo strumento per battere il fenomeno.

Il Convegno, cui parteciperanno il Presidente del Consiglio  regionale Davide Boni, il Presidente del Corecom Fabio Minoli, psicologi, giornalisti e ricercatori, si terrà:


Mercoledì 16 novembre,dalle 10.00 alle 13.15
a Palazzo Pirelli
Sala del Gonfalone
Via Filzi 22, Milano

LEGA: BONI, NOSTRO OBIETTIVO SEMPRE PRESIDENZA GIUNTA LOMBARDA


(ANSA) - MILANO, 15 NOV - Tra Lega e Pdl, in Lombardia, ''c'e' un patto di legislatura, poi si vedra''', anche perche' ''uno dei nostri obiettivi fondamentali rimane sempre la presidenza della Giunta regionale e se Formigoni dovesse spostarsi (a Roma per un eventuale posto di governo, ndr) e' naturale che punteremo a prendercela'': cosi' il presidente del Consiglio regionale lombardo, il leghista Davide Boni, ha si' escluso rischi sulla tenuta al Pirellone dell'alleanza tra Carroccio e Pdl, ma ha anche messo in chiaro l'obiettivo leghista di ottenere la guida delle tre grandi Regioni del Nord, aggiungendo il Pirellone a Piemonte e Veneto.
   ''C'e' un patto siglato da tempo'' con il Pdl, ha ribadito quindi Boni,anche per archiviare definitivamente le schermaglie verbali che lo hanno visto confrontarsi nei giorni scorsi con il governatore Roberto Formigoni (Pdl).

PARI OPPORTUNITA': DA GIOVEDI' FORUM ELETTE IN ASSEMBLEE LEGISLATIVE REGIONALI (2) = OBIETTIVO E' FORMULARE UN DOCUMENTO CONDIVISO


(Adnkronos) - L'obiettivo del Forum e' giungere alla formulazione di un documento di posizione condiviso che costituisca un solido punto di partenza per la diffusione di una prospettiva di genere. ''La Conferenza dei Presidenti dei Consigli regionali - ha affermato Boni, Presidente del Consiglio regionale della Lombardia e Coordinatore nazionale - ha fortemente voluto questo appuntamento, sollecitata anche dalla richiesta pervenuta da parte dell'associazionismo del mondo femminile".

      "Abbiamo anche l'auspicio - ha proseguito Boni - che il Forum diventi un appuntamento permanente e possa cosi' mettere in relazione la rappresentanza istituzionale con la richiesta di partecipazione sempre piu' forte che viene rivolta alle istituzioni". Il Forum verra' presentato in una conferenza stampa giovedi prossimo, alle ore 12, presso l'Hotel Colonna in Piazza Montecitorio a Roma.

      I lavori del Forum saranno aperti, alle ore 15, dal presidente del Consiglio regionale del Trentino Alto Adige Rosa Thaler Zelger, a nome della Conferenza, e Mercedes Bresso presidente del Comitato delle
Regioni. Seguiranno i saluti della vice presidente della Camera dei deputati Rosy Bindi e della senatrice Ombretta Colli.

Consiglio Regionale Lombardo: ORDINE DEL GIORNO SEDUTA DI: MARTEDI’ 15 NOVEMBRE 2011


ORDINE DEL GIORNO 
SEDUTA DI: 
MARTEDI’ 15 NOVEMBRE 2011
(dalle ore 10.00 alle ore 20.00 con 
intervallo tra le 13.00 e le 14.30) 

Servizio Segreteria dell’Assemblea Consiliare

1. Comunicazioni del Presidente del Consiglio 

2. Approvazione dei processi verbali delle sedute precedenti 
ƒ 8 novembre 2011 

3. SVOLGIMENTO DI INTERROGAZIONI A RISPOSTA IMMEDIATA 

4. SVOLGIMENTO DI INTERPELLANZE 

5. MOZIONE 226 
Partecipazione degli enti locali  e di associazioni di rilevanza territoriale alla formazione del 
nuovo Piano Territoriale Regionale d'Area (PTRA) di Malpensa.  
iniziativa: AZZI Rienzo (P.D.L.),  PURICELLI Giorgio (P.D.L.)  

6. MOZIONE 227 
Nuovo Piano Territoriale Regionale d'Area (PTRA) di Malpensa e priorità regionali in ordine 
agli scali aeroportuali lombardi.  
iniziativa: PURICELLI Giorgio (P.D.L.),  AZZI Rienzo (P.D.L.)  

7. MOZIONE 223 
Interventi volti a garantire la continuità dell'attività dell'A.S.P. Villa Carpaneda di Rodigo 
(MN).  
iniziativa: PAVESI Giovanni (P.D.),  ALFIERI Alessandro (P.D.),  GIRELLI Gian Antonio 
(P.D.),  GAFFURI Luca (P.D.),  ALLONI Agostino (P.D.),  BORGHETTI Carlo (P.D.),  
BARBONI Mario (P.D.),  VALMAGGI Sara (P.D.)  

8. MOZIONE 228 
Adeguamento della Giunta regionale alle nuove  disposizioni dell’Ufficio di Presidenza del 
Consiglio relative alle auto di servizio.  
iniziativa: ZAMPONI Stefano (I.D.V.)  3 

9. MOZIONE 213 
Contributi ai distretti del commercio ammissibili ma non finanziabili.  
iniziativa: ROMEO Massimiliano (L.L.-L.N.-P.),  BOSSETTI Cesare (L.L.-L.N.-P.),  
PEDRETTI Roberto (L.L.-L.N.-P.),  FROSIO Giosuè (L.L.-L.N.-P.),  CECCHETTI Fabrizio 
(L.L.-L.N.-P.),  GALLI Stefano (L.L.-L.N.-P.),  LONGONI Giangiacomo (L.L.-L.N.-P.),  
BOTTARI Claudio (L.L.-L.N.-P.),  MARELLI  Alessandro (L.L.-L.N.-P.),  BOSSI Renzo 
(L.L.-L.N.-P.),  ORSATTI Massimiliano Gino (L.L.-L.N.-P.),  PAROLO Ugo (L.L.-L.N.-P.),  
BIANCHI Dario (L.L.-L.N.-P.),  COLLA Jari (L.L.-L.N.-P.),  TOSCANI Pierluigi (L.L.-L.N.-
P.)  

10. MOZIONE 219 
Dimensionamento degli istituti scolastici regionali.  
iniziativa: VALMAGGI Sara (P.D.),  PIZZUL  Fabio (P.D.),  SPREAFICO Carlo (P.D.),  
BARBONI Mario (P.D.),  FERRARI Gianbattista (P.D.)  

11. MOZIONE 164 
Sostegno alla candidatura della "Tradizione Liutaria Cremonese" per l'iscrizione nel 
patrimonio UNESCO.  
iniziativa: RUFFINELLI Luciana Maria (L.L.-L.N.-P.),  CIVATI Giuseppe (P.D.),  
BARBONI Mario (P.D.),  PURICELLI Giorgio (P.D.L.),  PIZZUL Fabio (P.D.),  ALLONI 
Agostino (P.D.)  

12. MOZIONE 230 
Compatibilità ambientale e sanitaria e realizzazione di centri zootecnici per galline ovaiole.  
iniziativa: PRINA Francesco (P.D.),  CREMONESI Chiara (S.E.L.),  ZUFFADA Sante 
(P.D.L.),  CECCHETTI Fabrizio (L.L.-L.N.-P.)  

13. MOZIONE 186 
Esercizio dell'attività di riscossione tributi da parte di Equitalia.  
iniziativa: QUADRINI Gianmarco (U.D.C.),  BETTONI Valerio (U.D.C.),  MARCORA 
Enrico (U.D.C.)  

14. MOZIONE 229 
Edilizia sanitaria - VI accordo di programma quadro e utilizzo del Fondo rotativo regionale.  
iniziativa: GIRELLI Gian Antonio (P.D.),   VALMAGGI Sara (P.D.),  ALFIERI Alessandro 
(P.D.),  BARBONI Mario (P.D.),  BORGHETTI Carlo (P.D.)  4 

15. PROGETTO DI LEGGE N. 0120
Modifiche alla legge regionale 2 febbraio 2010, n. 6 (Testo unico delle leggi regionali in 
materia di commercio e fiere). 
iniziativa: Presidente della Giunta regionale 
IV COMMISSIONE CONSILIARE
Relatore: Cons. Sala con relazione scritta  

16. PROPOSTA DI RISOLUZIONE N. 0012
Risoluzione in merito all'installazione di apparecchi di videosorveglianza presso gli impianti di 
distribuzione dei carburanti. 
IV COMMISSIONE CONSILIARE
Relatore: Cons. Zuffada   

17. PROPOSTA DI NOMINA N. 0002
Elezione di sette componenti del Consiglio per le pari opportunità (CPO).

14/11/11

LEGA, PORTAVOCE BONI: ALEMANNO NON HA VOCE IN CAPITOLO SU ALLEANZE


Milano, 14 NOV - "Non ci risulta in nessun modo che il Sindaco
di Roma, Alemanno, abbia alcuna voce in capitolo nella definizione di
alleanze attuali e future, chi deve parlare su queste cose sono infatti solo
i leader. La Lega Nord è sempre stato un movimento assolutamente trasparente
e coerente, che ha agito in maniera corretta, nel totale rispetto dei propri
elettori e del proprio territorio. Se Alemanno intende individuare e
condannare certi atteggiamenti che a suo dire hanno creato problemi
all'interno del Governo Berlusconi, non perda tempo a cercarli nella Lega
Nord e nel comportamento dei suoi esponenti. Come si dice da noi, ognuno
guardi in casa propria...". Così è intervenuta Silvia Scurati, portavoce
del presidente del Consiglio regionale Davide Boni, in risposta alle
esternazioni del Sindaco di Roma Alemanno.

Area C: i Comitati di Pisapia spariti dalla circolazione

"Basterebbe uscire dalle stanze del Comune e parlare con i cittadini per rendersi conto di cosa pensano di questa nuova tassa di circolazione. Le migliaia di persone che in questi giorni stanno aderendo alle raccolte firme contro questo provvedimento non possono certamente essere ignorate dalla Giunta milanese. E' inoltre molto strano che gli stessi comitati di quartiere, sorti in campagna elettorale per fare propaganda a Pisapia, siano spariti dalla circolazione. Forse dovrebbero chiudere nei cassetti le sciarpette arancioni e preoccuparsi realmente dei problemi dei milanesi, spiegando al proprio Sindaco che sarebbe meglio rivedere totalmente l'Ecopass". 
Cosi' Davide Boni, Presidente del Consiglio della Regione Lombardia e' intervenuto sul tema di Ecopass.

11/11/11

Milano, Referendum Ecopass Lega Nord: iniziativa responsabile e condivisibile


In merito alla raccolta firme avviata dalla lega Nord contro l’Ecopass e l’ormai ben nota “area C”, è intervenuto Davide Boni, Presidente del Consiglio della Regione Lombardia:

“Non si può restare inerti dinanzi a provvedimenti che da un lato non migliorano certamente la qualità dell’aria e dall’altro rappresentano un salasso per le tasche dei milanesi. Con il nuovo Ecopass molti cittadini arriveranno infatti a versare nelle casse comunali oltre mille euro all’anno solo per potere uscire da casa.

Per questo ritengo sia responsabile da parte della Lega Nord organizzare una raccolta firme per fare in modo che i cittadini dicano la propria contro un provvedimento ingiusto che rappresenta una vera e propria tassa.

Vedendo quanto sta avvenendo a livello nazionale,  e soprattutto l’umore dei cittadini, sono altresì convinto che il referendum su Ecopass si trasformerà nel fine settimana in un referendum dall’esito scontato contro la nomina di Mario Monti a capo dell’esecutivo…..”.

Se Formigoni a Roma, Lombardia a Lega Nord

"Se Formigoni deciderà di andare a Roma, la Lega vuole la presidenza della Regione Lombardia, carica che sarebbe ricoperta da una figura di peso nazionale del partito", ha dichiarato Boni. Uno scenario suggestivo e che di fatto consegnerebbe alla Lega il Nord Italia con la presidenza di tre regioni di peso come Piemonte, Veneto e Lombardia. E neanche troppo remoto visto che Boni ha lasciato intendere che fra gli obiettivi cui sta lavorando Formigoni ci sarebbe proprio quello di ritagliarsi uno spazio in un eventuale governo tecnico. "Sarebbe come realizzare il federalismo sul campo: la Lega controllerebbe la presidenza delle tre regioni più importanti del Nord sul modello della grande Cdu tedesca", ha concluso Boni.

Alleanza fra Lega e Pdl anche negli enti locali potrebbero essere a rischio


Se ci sarà un governo di maggioranza allargata senza la Lega, l'alleanza fra Lega e Pdl anche negli enti locali potrebbero essere a rischio. A dichiararlo il presidente leghista del Consiglio Regionale della Lombardia, Davide Boni. "Se ci sarà un governo tecnico senza la Lega, si rompe l'asse con il Pdl", ha dichiarato Boni a TMNews.

Imprevedibili le conseguenze di una simile rottura nelle amministrazioni locali, come la Regione Lombardia dove governa l'alleanza Pdl-Lega. Secondo Boni però è ancora prematuro parlare di qualunque scenario, la situazione "è fluida" e  destino e composizione di un eventuale governo tecnico sono ancora confusi.
In ogni caso per decidere una rottura così traumatica, che per la Regione Lombardia, ma anche per il Veneto e il Piemonte, significherebbe la perdita della maggioranza in Consiglio, "occorrono indicazioni precise dalla segretaria federale e al momento non c'è alcuna indicazioni in tal senso". 

Milano, Sea Serravalle: La prospettiva di fare cassa ha preso il sopravvento perfino sul buonsenso.

“Il gesto di responsabilità a cui fa riferimento la maggioranza di Palazzo Marino non equivale sicuramente alla svendita di Sea e Serravalle. Seppure dinanzi ad una situazione poco felice in cui si trovano le finanze dei Comuni, è pur sempre ingiustificato che una Giunta venda in modo così repentino le proprie quote di società importanti e strategiche, senza ottimizzare al meglio un passaggio delicato come questo. 
Una scelta che doveva essere maggiormente approfondita e ponderata da un punto di vista tecnico, senza che la prospettiva di fare cassa prendesse il sopravvento su tutto, anche sul buonsenso…”. 
Così Davide Boni, Presidente del Consiglio della Regione Lombardia, ha commentato la base d’asta fissata dal Comune di Milano per la vendita di Sea e Serravalle

10/11/11

LOMBARDIA, Milano: Domani la "Festa dello Statuto"


Milano, 10 nov. (Adnkronos) - Domani alle 20.30, il Teatro La Scala di Milano accogliera' i festeggiamenti per la 'Festa dello Statuto', manifestazione con la quale il Consiglio regionale premia ogni anno con la Medaglia d'Oro al Valor Civile e il Sigillo Longobardo quanti si sono contraddistinti nei campi professionali e sono stati di esempio con gesti di altruismo e abnegazione, contribuendo in questo modo a rafforzare le eccellenze di cui la Lombardia va fiera nel mondo. 
I riconoscimenti saranno consegnati dal Presidente del Consiglio regionale Davide Boni, dai Vicepresidenti Franco Nicoli Cristiani e Sara Valmaggi e dai Consiglieri Segretari Massimo Ponzoni e Carlo Spreafico. Presente alla cerimonia anche il Presidente della Regione Roberto Formigoni. 
Questi i 7 premiati con la Medaglia d'Oro al Valor Civile: Fondazione Stefano Borgonovo, associazione impegnata nella costante attivita' di sensibilizzazione contro la sclerosi laterale amiotrofica; Luca Barisonzi, 21 anni, Caporale Maggiore rimasto ferito in un attentato terroristico in Afghanistan; Matteo Locatelli, giardiniere di Lecco che con l'aiuto della moglie e dei cognati ha salvato una ragazza che aveva tentato il suicidio; Angelo Franchi e Orazio Di Stefano, rispettivamente Maggiore e Luogotenente del Comando provinciale dei Carabinieri di Mantova, distintisi per avere scongiurato un tentativo di infanticidio; Alessandro Caldin, agente scelto dalla Polizia di Stato che nel 2010 ha salvato a Luino (Varese) una donna che stava annegando nel lago Maggiore; Padre Fausto Tentorio (alla memoria), missionario lecchese 59enne del Pime assassinato il 17 ottobre scorso nelle Filippine; Umberto Fazzone (alla memoria), gia' Segretario generale del Consiglio regionale, punto di riferimento e protagonista nel 1997 della riforma sanitaria lombarda.

09/11/11

Lombardia: Consiglio Regionale studia ipotesi badge per verificare presenze in Aula

Milano, 8 nov. (Adnkronos) - Il Consiglio regionale della Lombardia avrebbe allo studio l'ipotesi di introdurre un badge per tutti i consiglieri, in modo da verificarne l'effettiva presenza in aula. Lo ha annunciato lo stesso presidente del Consiglio regionale, Davide Boni, rispondendo al consigliere del Sel, Giulio Cavalli che durante il suo intervento aveva lamentato l'impossibilita' di accertare l'effettiva presenza in Consiglio dei consiglieri, riferendosi esplicitamente al presidente della Regione, Roberto Formigoni.
"Formigoni -ha sottolineato Cavalli- anche questa mattina, per l'ennesima volta, ha firmato il libro delle presenze ma non si e' visto in aula. Formigoni da' lezioni sul contenimento dei costi della politica ma se la sua priorita' e' poi quella di non essere presente in aula, almeno non firmi per avere l'indennita'".
Senza nominare Formigoni, Boni ha quindi risposto a Cavalli spiegando che "stiamo studiando un sistema per accertare le presenze in aula attraverso un badge che segnali quando uno entra o esce dall'aula".

08/11/11

MILANO NOMINA CDA SACBO: NOMINA MONTALBETTI IN CONTRADDIZIONE CON PROCLAMI

“Dinanzi alla nomina da parte della Giunta Pisapia del Commissario cittadino dell’Api nel cda della società che gestisce l’aeroporto Orio al Serio, è ovvio pensare che decisioni di questo tipo siano in aperta contraddizione con i proclami e le lezioni di moralità profuse da questa maggioranza durante tutta la campagna elettorale. Il principio della meritocrazia, tanto sbandierato da questa amministrazione e utilizzato per attaccare pesantemente la Giunta Moratti , evidentemente si è perso nei meandri della macchina comunale. Mi pare peraltro che anche le promesse di confronto e di dialogo aperto con la città e con tutte le forze politiche di questa nuova maggioranza, siano ormai un ricordo ben lontano”. Così Davide Boni, Presidente del Consiglio della Regione Lombardia, ha commentato la scelta della Giunta Pisapia di nominare Carlo Montalbetti nel cda della società Sacbo.

COSTI POLITICA: Le miei proposte di taglio


1- VITALIZI CONSIGLIERI
Partendo dal presupposto che non credo nell'antipolitica, ma ritengo che in questo momento particolare, di grande difficolta' economica anche la politica debba dare dei messaggi, inizio dalla mia prima proposta. Si e' deciso che dalla prox legislatura vengano abrogati i vitalizi, penso che gia' da ora lo si possa fare, vista la discussione nazionale ed europea sull'eta' pensionabile, dal 2026 si andra' in pensione a 67 anni. Oggi, a normativa attuale, i consiglieri regionali hanno diritto al vitalizio (attenzione sono trattenute che vengono fatte agli stessi consiglieri sulla propria indennita') all'eta' di 60 anni. La mia proposta e il consiglio che ho dato al comitato che segue la legge sui tagli, e' di passare da subito a 65 anni, si puo' fare e darebbe immediatamente la possibilita' di risparmiare sulla spesa corrente. Aldila' del fatto che dalla prox legislatura vengano abrogati i vitalizi, questo spostamento in avanti rimetterebbe in linea la politica e i politici con le richieste fatte ai cittadini. Questa proposta e consiglio, la porterò anche a livello nazionale in qualità di Presidente nazionale delle Assemblee Legislative, nonostante non conosca bene tutte le realtà regionali.
2- CUMULO VITALIZI
La mia seconda proposta per l'adeguamento della politica al resto delle realtà del Paese e che sottoporrò alla commissione tagli, riguarda il divieto di cumulo dei vitalizi. Oggi accade che, raggiunta l'età pensionabile, un politico che nella sua carriera abbia svolto più cariche istituzionali (ad esempio il Parlamentare e il Consigliere regionale) abbia entrambi i vitalizi in cumulo. La norma che regola i vitalizi regionali da la possibilità di ottenerlo anche in presenza di altri vitalizi istituzionali (es. il Parlamentare). Sottoporrò alla commissione questo punto affinchè non vi sia più questa possibilità.
3- ESTENSIONE DELLE SOSPENSIONI O INCOMPATIBILITA’ TRA ASSEGNO VITALIZIO ED ALTRE INDENNITA’
Un’altra proposta che rientra nel concetto precedentemente espresso di vietare il cumulo dei vitalizi, riguarda la possibilità di estendere l’incompatibilità tra l’assegno vitalizio e altri tipi di indennità. Ad oggi la normativa vigente prevede che la sospensione dell’erogazione dell’assegno vitalizio avvenga nei casi in cui una persona sia rieletta in Consiglio regionale, al Parlamento europeo o a quello nazionale. L’interruzione però non subentra nel caso in cui una persona ricopre incarichi diversi, come quello di Sindaco, di Direttore generale delle Asl, etc… L’obiettivo consiste quindi nell’estendere la sospensione relativa all’erogazione dell’assegno vitalizio per tutti coloro che rivestono altre cariche, come quelle citate.
4- RIDUZIONE INDENNITA' PER CONSIGLIERI CHE SVOLGONO PROPRIA ATTIVITA' LAVORATIVA
Attualmente la normativa vigente prevede che i dipendenti della pubblica amministrazione eletti al Parlamento nazionale, europeo e nei Consigli regionali vengano collocati in aspettativa senza assegni per tutta la durata del mandato. Essi possono pero' optare per la conservazione, al posto dell'indennità, del trattamento economico percepito presso l'amministrazione di appartenenza che resta a carico della medesima. Per i dipendenti privati, la normativa prevede invece per i lavoratori eletti al Parlamento nazionale, europeo e per i consiglieri regionali - o con funzioni pubbliche elettive - il diritto ad essere collocati in aspettativa non retribuita per tutta la durata del mandato. La richiesta e' discrezionale e volontaria. Per quanto riguarda, invece, il Consigliere regionale non dipendente - quindi un libero professionista - non ci sono discipline specifiche. Pertanto ritengo necessaria per quei consiglieri che continuano la propria attivita' lavorativa e la propria professione una riduzione consistente dell'indennita' percepita.
5-ABOLIZIONE RIMBORSI AUTO BLU
L'Ufficio di presidenza del Consiglio regionale della Lombardia ha deciso di abolire con effetto immediato i rimborsi ai suoi cinque componenti per il mancato utilizzo delle auto di servizio. Ne da' annuncio il presidente Davide Boni. La decisione e' maturata il 7 novembre dopo che i membri del Pd (la vicepresidente Valmaggi e il segretario Spreafico) avevano informato lo stesso Boni di voler rinunciare al benefit dal primo gennaio prossimo. "Perche' aspettare cosi' tanto? I rimborsi sono aboliti da oggi con delibera dell'Udp", ha spiegato all'ANSA il presidente del Consiglio regionale. Quanto all'utilizzo dell'auto blu, Boni ha riferito che a partire dal primo gennaio 2012 sara' disciplinato in modo da essere "concesso soltanto su richiesta per motivi istituzionali". "Ho voluto accelerare su questi temi - ha poi concluso ricordando le polemiche recenti coi consiglieri - non per interferire col lavoro del comitato ristretto ma per chiudere piu' in fretta la partita".

In apertura della seduta consiliare Il Presidente Boni: “La diaria di oggi per gli alluvionati”


Milano, 8 novembre 2011 - Devolvere la diaria di oggi  per l’alluvione della Liguria. Questa la proposta avanzata oggi, in apertura di seduta, dal Presidente del Consiglio regionale, Davide Boni, il quale ha dedicato un minuto di silenzio alle vittime. “In questo modo – ha spiegato Boni – intendiamo esprimere la totale vicinanza dell’Assemblea lombarda alla comunità ligure, vicinanza che auspico si traduca in un gesto concreto di solidarietà”.
Il Presidente Boni ha, inoltre, chiesto un momento di raccoglimento anche per Giacomo Scalmani, il dodicenne scomparso a Milano lo scorso sabato 5 novembre, travolto da un tram in via Solari, mentre stava rincasando con la propria bicicletta.
Ricordata anche Nori Brambilla Pesce, partigiana milanese e componente della presidenza onoraria dell’ANPI di Milano, scomparsa domenica scorsa all’età di 87 anni. 

07/11/11

CONSIGLIO: ORDINE DEL GIORNO SEDUTA DI: MARTEDI’ 8 NOVEMBRE 2011



ORDINE DEL GIORNO 
SEDUTA DI: 
MARTEDI’ 8 NOVEMBRE 2011
(dalle ore 10.00 alle ore 24.00 con intervalli 
tra le 13.00 e le 14.30 e tra le 20.00 e le 21.00) 

Servizio Segreteria dell’Assemblea Consiliare
Atti: 0116042 
1. Comunicazioni del Presidente del Consiglio 

2. Approvazione dei processi verbali delle sedute precedenti 
ƒ 18 ottobre 2011 
ƒ 25 ottobre 2011 

3. PROPOSTA DI RISOLUZIONE N. 0010
Risoluzione concernente il 'Documento Strategico Annuale 2012'. 
I COMMISSIONE CONSILIARE
Relatore: Cons. Romeo   

4. PROGETTO DI LEGGE N. 0098
Partecipazione della Regione Lombardia alla formazione e attuazione del diritto dell'Unione 
europea. 
iniziativa: Consiliare 
I COMMISSIONE CONSILIARE
Relatore: Cons. Romeo con relazione scritta 

5. PROGETTO DI LEGGE N. 0074
Esposizione del crocifisso negli immobili regionali. 
iniziativa: Consiliare 
VII COMMISSIONE CONSILIARE
Relatore: Cons. Marelli con relazione scritta  

6. PROPOSTA DI ATTO AMMINISTRATIVO N. 0014
Aggiornamento delle tariffe dei diritti di escavazione per il biennio 2010/2011 - art. 25, l.r. n. 
14/1998. 
VI COMMISSIONE CONSILIARE
Relatore: Cons. Longoni

7. PROPOSTA DI ATTO AMMINISTRATIVO N. 0018
Atto di indirizzi, ai sensi del comma 3 dell'articolo 19 della l.r. 12 dicembre 2003, n. 26 in 
materia di programmazione della gestione dei rifiuti. 
VI COMMISSIONE CONSILIARE
Relatore: Cons. Giammario   

8. PROPOSTA DI RISOLUZIONE N. 0011
Risoluzione ai sensi dell'articolo 38 del Regolamento generale inerente all'adozione di 
iniziative volte ad armonizzare le disposizioni relative al materiale di riporto. 
VI COMMISSIONE CONSILIARE
Relatore: Cons. Giammario   

9. PROPOSTA DI NOMINA N. 0002
Elezione di sette componenti del Consiglio per le pari opportunità (CPO). 

AUTO BLU: Zamponi si prende meriti non propri


“Faccio fatica a comprendere quale sia il ruolo o il merito del Consigliere Zamponi nella scelta compiuta dall’Ufficio di Presidenza di tagliare fin da subito i rimborsi auto.
Capisco il desiderio si assumersi meriti non propri ma il dato di fatto è che il sottoscritto e gli altri membri dell’ufficio di Presidenza, che fanno parte del Pdl e del Pd, si sono assunti la responsabilità di votare liberamente un provvedimento che mi auguro sia ben presto imitato anche dalla stessa Giunta.
Invece di perdere tempo a rincorrere le iniziative altrui, forse il Consigliere Zamponi dovrebbe mettere a frutto il ruolo prezioso che ricopre nelle Commissioni e in quei comitati che devono affrontare le tematiche che stanno a cuore ai lombardi e alla nostra Regione”.
Così Davide Boni, Presidente del Consiglio della Regione Lombardia, ha risposto alle dichiarazioni del Capogruppo dell’Idv, Stefano Zamponi

COSTI POLITICA: LOMBARDIA; BONI, ABOLITI RIMBORSI 'AUTO BLU'


(ANSA) - MILANO, 7 NOV - L'Ufficio di presidenza del
Consiglio regionale della Lombardia ha deciso di abolire con
effetto immediato i rimborsi ai suoi cinque componenti per il
mancato utilizzo delle auto di servizio. Ne da' annuncio il
presidente Davide Boni. La decisione e' maturata oggi dopo che i
membri del Pd (la vicepresidente Valmaggi e il segretario
Spreafico) avevano informato lo stesso Boni di voler rinunciare
al benefit dal primo gennaio prossimo.
   ''Perche' aspettare cosi' tanto? I rimborsi sono aboliti da
oggi con delibera dell'Udp'', ha spiegato all'ANSA il presidente
del Consiglio regionale. Quanto all'utilizzo dell'auto blu, Boni
ha riferito che a partire dal primo gennaio 2012 sara'
disciplinato in modo da essere ''concesso soltanto su richiesta
per motivi istituzionali''. ''Ho voluto accelerare su questi
temi - ha poi concluso ricordando le polemiche recenti coi
consiglieri - non per interferire col lavoro del comitato
ristretto ma per chiudere piu' in fretta la partita''.

05/11/11

COSTI DELLA POLITICA, NUOVA INIZIATIVA DEL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO REGIONALE Boni ai consiglieri: gettone di presenza agli alluvionati liguri


«Devolviamo il gettone di presenza della seduta di martedì agli alluvionati della Liguria». La proposta è del presidente del Consiglio regionale, il leghista Davide Boni. Centoventisei euro per ogni consigliere. Che in totale, assicura Boni, farebbero quasi diecimila euro. «Soldi che potrebbero essere girati alla raccolta fondi organizzata proprio dal Corriere ». «Un segnale importante, doveroso». La proposta è però di quelle destinate a far discutere. Perché proprio da Boni era arrivata settimana scorsa un' altra idea choc: alzare l' età del vitalizio dei consiglieri, le pensioni del Pirellone. Da 60 a 65 anni. Una proposta buttata nella mischia di un dibattito già caldissimo. E in faccia a un' assemblea intera impegnata già da settimane a discutere di (auto)riduzioni di stipendi, liquidazioni, vitalizi e auto blu. Tanto che un comitato ristretto è incaricato da qualche settimana di mettere ordine tra le proposte arrivate negli scorsi mesi alla discussione dell' aula. Un dibattito che stava procedendo. Tra mille lentezze e cautele, stava procedendo. Il «blitz» di settimana scorsa, arrivato in contemporanea con una riunione proprio del comitato ristretto, era servito solo a sollevare un mare di reazioni stizzite. A cominciare da quella del capogruppo del Carroccio, Stefano Galli. «Delle proposte di Boni non ce ne frega un c...o», sibilò allora il lumbard . Ieri, intanto, è saltato anche il previsto incontro «chiarificatore» tra il presidente Boni e i componenti del Comitato. Era stato proprio Boni, all' indomani delle polemiche, a scrivere ai consiglieri spiegando il senso della proposta e rassicurando sulle sue buone intenzioni. Ora la nuova «provocazione». I soldi della «casta» alle Cinque Terre. Un' alluvione di polemiche in arrivo?

Costi Politica: Accelerare con riforma bicameralismo

(ANSA) - ROMA, 4 NOV - "Accelerare su riforma del bicameralismo e sui costi della politica tutelando il valore intrinseco della rappresentanza". Così il presidente Davide Boni - presidente del Consiglio regionale della Lombardia e Coordinatore della Conferenza - in occasione della presentazione del Rapporto sulla legislazione tra Stato Regioni ed Unione europea in corso a Perugia presso la sede dell'Assemblea legislativa della Regione Umbria, giunto alla XIII edizione.        "Stiamo lavorando a livello regionale - ha detto Boni - per snellire i costi della politica in un periodo di crisi per il Paese a partire dall'abolizione dei vitalizi. Resta il fatto che il valore della rappresentanza non deve essere compromesso. A questo proposito, anche per superare una fase di impasse che si procrastina da troppo tempo, va superato il bicameralismo attuale e occorre rafforzare il coordinamento istituzionale tra il livello nazionale e quello regionale".   L'evento è promosso dal Comitato paritetico Senato - Camera Conferenza. Quest'anno il tema su cui si articola il seminario è la governance europea in due settori di particolare interesse, nei quali sono evidenti quei processi di interconnessione e globalizzazione che costituiscono lo sfondo degli ultimi Rapporti: l'immigrazione e la governance economica.

Costi Politica: Macchina legislativa lombarda efficiente

(ANSA) - MILANO, 04 NOV - ''La macchina legislativa lombarda e' efficiente e ha sempre mantenuto una gestione virtuosa dei propri bilanci, evitando spese eccessive'': e' la convinzione del presidente del Consiglio lombardo Davide Boni, confermata dai dati di un articolo apparso oggi sul Corriere della Sera.   ''Che il Consiglio regionale lombardo pesi poco sulle tasche dei propri concittadini non rappresenta una novita''', ha spiegato Boni dopo l'inchiesta pubblicata stamane dal quotidiano di via Solferino dalla quale risulta che il Consiglio lombardo  e' il meno costoso in Italia in rapporto alla popolazione (costo pro capite). ''Il fatto che rispetto al numero degli abitanti il nostro 'parlamento' regionale arrivi a costare solo 7,7 euro pro capite - ha aggiunto - e' indice che la macchina legislativa lombarda e' efficiente e ha sempre mantenuto una gestione virtuosa dei propri bilanci, evitando spese eccessive''.   Proprio analizzando la tabella pubblicata dal Corriere emerge invece ''in maniera evidente come in altre parti del Paese debbano essere rivisti i costi di gestione'' visto che in alcune Regioni ''il costo pro capite registrato dalle assemblee legislative arriva a toccare perfino punte di 40 o 124 euro''. Per questo ''pur non entrando nel merito delle capacita' gestionali altrui - ha proseguito Boni - il dato di fatto inconfutabile e' che la Lombardia non ha certamente alcuna corsia preferenziale nel trasferimento di risorse da parte dello Stato che possa giustificare un costo cosi' ridotto del funzionamento dell'ente pubblico regionale. Anzi, nella tabella relativa ai trasferimenti alle Regioni, - ha concluso - sappiamo bene come i cittadini lombardi da sempre versano in tasse piu' di quanto abbiano mai ricevuto dallo Stato centrale''.

03/11/11

CASSANO - Boni: “aspettiamo di rivedere in campo la fantasia di un grande campione”


“Da tifoso milanista mi auguro di rivedere presto in campo a San Siro la fantasia e il talento di Antonio Cassano. In bocca al lupo quindi al nostro grande campione per l’intervento a cui dovrà sottoporsi, augurandogli una veloce guarigione!”

Così Davide Boni, Presidente del Consiglio della Regione Lombardia, ha rivolto il proprio saluto al calciatore Antonio Cassano alla vigilia dell’intervento cardiaco a cui sarà sottoposto.

02/11/11

Milano Ecopass - Boni: “con nuovo Ecopass città al collasso”


“Trovare la quadra politica su un provvedimento come Ecopass non significa avere individuato la soluzione migliore per l’intera città e per tutti i pendolari.

E’ infatti ormai evidente che le modifiche paventate nei giorni scorsi non trovano alcuna corrispondenza nelle attese dei commercianti, dei cittadini e di tutti i pendolari. E’ altrettanto chiaro a tutti che all’amministrazione attuale manca la capacità di programmare gli interventi basandosi su una visione d’insieme, senza pensare che questa vicenda riguardi solo una parte della società milanese.

Mentre all’interno della Giunta si discute di tariffe legate all’Ecopass, Sindaco e Assessorato competente non hanno ancora formulato alcuna proposta seria legata alla mobilità per pendolari e milanesi, che preveda il potenziamento dei mezzi pubblici. E’ infatti impossibile che l’attuale trasporto pubblico riesca a reggere l’urto causato dall’inevitabile aumento di utenti”.

Così Davide Boni, Presidente del Consiglio della Regione Lombardia, ha commentato le dichiarazioni del Sindaco di Milano, Pisapia, sul tema di Ecopass e sulle problematiche sollevate dai commercianti.

13° rapporto legislazione tra Stato, Regioni e Unione Europea


Milano, 2 novembre 2011 – Sarà presentato venerdì 4 novembre a Perugia a Palazzo Cesaroni il 13° rapporto sulla legislazione tra Stato, Regioni e Unione Europea.
L'appuntamento e' promosso dal Senato, dalla Camera dei Deputati e dalla Conferenza dei Presidenti delle Assemblee Legislative delle Regioni e delle Province autonome, presieduta dal Presidente del Consiglio regionale della Lombardia Davide Boni.
Nell’occasione saranno approfonditi in modo particolare i temi della governance economica europea e le ricadute per lo Stato ed il sistema delle Regioni e degli Enti locali.   I lavori saranno presieduti e introdotti dal Vice Presidente della Camera dei Deputati Rosy Bindi, seguirà una relazione del Vice Presidente del Senato Vannino Chiti, e gli interventi di Stelio Mangiameli(Issirfa-Cnr) e della Presidente della Regione Umbria Catiuscia Marini.
Al termine del dibattito, le conclusioni saranno affidate al Presidente del parlamento lombardo Davide Boni in qualità di coordinatore della Conferenza dei Presidenti delle Assemblee legislative.
Il rapporto sulla legislazione tra Stato, Regioni e Unione europea analizza gli andamenti della legislazione statale, regionale ed europea, individuandone le principali tendenze. La nota di sintesi, curata dall'Osservatorio legislativo della Camera dei Deputati, propone ogni anno una ricerca su un tema considerato significativo per interpretare le tendenze evolutive dell'intero sistema e ricollegarle al ruolo delle Assemblee legislative.
Il Focus di Sintesi del Rapporto 2011 sarà incentrato sulle strategie nazionali e il contesto europeo, sulla governance economica e sull’immigrazione. Per la parte regionale il Focus di quest'anno verterà sulle politiche relative ad agricoltura, energia, migrazioni e sussidiarietà.
E' prevista anche una introduzione sugli effetti della crisi economica e la reazione del sistema istituzionale italiano nel suo complesso.