31/12/10

Battisti: Boni, sarebbe vergognoso che un assassino trovasse un appoggio politico in Brasile

Milano, 30 dic. (Adnkronos)- "Impossibile che un terrorista come Cesare Battisti possa trovare rifugio, come se nulla fosse in un altro Stato estero: la mancata concessione dell'estradizione di un delinquente del suo calibro, condannato a quattro ergastoli, rappresenterebbe uno schiaffo alla giustizia e un'offesa a tutto il nostro Paese". Cosi' Davide Boni, presidente del Consiglio regionaledella Lombardia, commenta la possibilita' che il Brasile neghi l'estradizione per Cesare Battisti.

"Da uomo e da rappresentante delle istituzioni -prosegue Boni- comprendo molto bene l'appello e lo sfogo di Alberto Torregiani, perche' sarebbe vergognoso che un assassino trovasse un appoggio politico in Brasile, sfuggendo in questo modo alle sue responsabilita'. Battisti non e' un eroe ma un terrorista e per questo il nostro Paese deve agire in modo che la giustizia faccia il corso, senza concedere nessuno sconto a chi deve pagare fino in fondo il male compiuto.

"Per questo raccolgo l'appello di Torreggiani, che peraltro desidero incontrare per esprimere piena solidarieta', perche' tutti i cittadini onesti sono al suo fianco per chiedere che venga fatta finalmente giustizia", conclude Boni.

29/12/10

Clandestini scarcerati perché poveri ; Boni : “TASSA A CONTRIBUZIONE VOLONTARIA PER IL RIMPATRIO”

Verrebbe da dire : togliamo i soldi per integrazione e accompagnamenti abitativi e mettiamoli a disposizione per il rimpatrio. Ma siccome qui giocano a pigliarci per i fondelli, risolviamola alla lombarda mettendoci in prima persona e risolviamocela da soli mettendo mano al nostro portafogli. Penso all’istituzione di una “TASSA A CONTRIBUZIONE VOLONTARIA PER IL RIMPATRIO DEI CLANDESTINI” su base regionale. Una sorta di investimento sulla sicurezza che ognuno di noi può fare a seconda delle proprie possibilità. Basterebbero le monetine che ogni giorno centinaia di donne sole in auto danno ai lavavetri pur di non farli avvicinare alla propria autovettura…

CASE AI ROM, SCHIAFFO ALLA NOSTRA BRAVA E BISOGNOSA GENTE.

La vicenda delle case popolari assegnate ai Rom ha ormai assunto i contorni del grottesco. Ogni atto di questa commedia , anzi tragedia, e’ un continuo schiaffo alla nostra brava e bisognosa gente. Prima il danno della decisione dei giudici ed ora la beffa del fatto che non viene chiesta la presentazione dei documenti ISEE. E’ il gioco delle scaricabarile : a parole nessuno vuole assegnare le case ai nomadi ma nei fatti tutti fanno di tutto per dargliele. Una presa per i fondelli che tutti cercano di coprire trincerandosi dietro gli effetti del patto di legalità, puntualmente disatteso , o ad estemporanee quanto inconcepibili ricette come quelle del progetto di autocostruzione di cui qualcuno va cianciando.

Dovremmo fare tutti un passo indietro e un bagno di umiltà, ammettendo, per una volta, che ci siamo sbagliati e il problema non è un problema.

Non è un problema perche ‘ i rom non devono avere assegnata una casa a priori, scavalcando chi ha bisogno come loro o piu’ di loro ma ha l’handicap di essere milanese!

Gentaglia a Gemonio

Non saranno certo le intimidazioni di quattro teppisti o scavezzacolli a fermare quelle riforme di modello dello Stato che la Lega Nord sta conseguendo. Non saranno le bravate di quattro soggetti allergici al lavoro e a tutto ciò che possa essere ascrivibile al sacrificio o al lavoro a fermare la Lega Nord. La Lega Nord incarna nel suo codice genetico il coraggio e la tenacia e guarda avanti senza timore. Siamo contenti e ringraziamo il cielo che nessuno si sia fatto male, perché già lo spavento è un prezzo troppo alto da pagare a questa gentaglia .

Voglio manifestare la mia solidarietà a tutta la sezione di Gemonio della Lega Nord.

28/12/10

CASA, BONI: "CURIA METTA A DISPOSIZIONE PATRIMONIO"

Milano, 28 DIC - In merito all'assegnazione di alcuni alloggi Aler alle famiglie rom che saranno sgomberate dal campo nomadi di Via Triboniano, è intervenuto Davide Boni, Presidente del Consiglio della Regione Lombardia: "Non sta scritto da nessuna parte che gli alloggi Aler attualmente sfitti, inagibili e non in graduatoria, siano da assegnare automaticamente alle famiglie rom. Ci sono tantissimi cittadini milanesi e lombardi, tra cui anziani, che attendono un alloggio popolare da molto tempo e che vivono in una stato di indigenza, senza per questo finire quotidianamente sui giornali o in qualche aula di tribunale per rivendicare una casa. Le associazioni del terzo settore, in primis la Casa della Carità, avrebbero fatto meglio ad usare la stessa solerzia messa in campo per ristrutturare gli alloggi Aler per i rom, anche per aiutare tutte quelle famiglie che ne avrebbero pieno diritto.

Come ha sottolineato lo stesso Don Mazzi, che di certo non ha una appartenenza politica ma ha il merito di vivere tra la gente, percependone i problemi, forse è arrivato il momento che la stessa Curia metta a disposizione il proprio patrimonio per aiutare chi da solo non ce la fa a sostenere l'affitto esorbitante per una casa".

27/12/10

FEDERALISMO: BONI, DATI DIMOSTRANO NORD SPENDE MEGLIO

Milano, 27 dic. (Adnkronos)- ''Con buona pace di chi continua a sostenere che la riforma fiscale e federalista di questo Paese arrechera' una serie di danni ai nostri enti locali, i dati emersi a livello nazionale evidenziano le grosse disparita' esistenti tra le Regioni del Nord e quelle del Sud del Paese. E' infatti inammissibile che mentre il costo della politica in Lombardia pesi soltanto 60 euro su ciascun cittadino, restando quindi al di sotto della media nazionale, che e' di 163 euro circa, altrove, come per esempio in Molise, si arriva a ben 333 euro e nel Lazio a 247 euro cadauno". Lo afferma il presidente del consiglio regionale lombardo Davide Boni commentando i dati sulle spese regionali.

"Il tutto con il costo del personale che pesa -aggiunge Boni- sulle spalle di ogni cittadino che vede la Lombardia premiata per la sua virtuosita' e che ci annota in prima fila tra i risparmiatori e in ultima posizione nella lista degli enti piu' spreconi".

"Questo significa che la nostra Regione ha da sempre ben lavorato per ridurre gli sprechi, per non ingessare l'apparto regionale in quella burocrazia che combattiamo da anni e che impedisce alle istituzioni di lavorare tempestivamente per il bene dei propri cittadini. Un lavoro che ci premia, in linea con quanto abbiamo deciso di intraprendere anche a livello del Consiglio Regionale per tagliare ulteriormente le spese inutili'', conclude il presidente del consiglio regionale.

LOMBARDIA: BONI SU MORTE FAZZONE, RICORDERO' SEMPRE IL SUO ENTUSIASMO

Il segretario generale del Consiglio regionale della Lombardia, dottor Umberto Fazzone, è morto la scorsa notte a casua di un malore improvviso. In carica dal 1 luglio del 2010 Umberto Fazzone è stato per molti anni anche responsabile della Direzione generale alla famiglia e solidarietà sociale della Regione Lombardia.

''Di lui ricordero' sempre la dinamicita', l'entusiasmo e la grande preparazione e professionalita' con le quali ha affrontato un ruolo cosi' delicato per il buon funzionamento della struttura regionale''. Lo riferisce in una nota il presidente del Consiglio regionale della Lombardia, Davide Boni, commentando la notizia del decesso improvviso.

''Sono molto addolorato per la morte del nostro segretario generale - prosegue il presidente - con cui ho collaborato in maniera sempre serena e proficua in questi primi mesi alla presidenza del Consiglio regionale''.

24/12/10

Felice Natale e un sereno 2011

Sono lieto di porgere a tutti i lettori un sincero augurio per un Felice Santo Natale e per un 2011 più sereno per tutte le nostre famiglie e per le nostre imprese. L’Anno Nuovo vedrà le istituzioni lombarde e nazionali impegnate in una serie d’importanti riforme, attese da molto tempo, che si pongono l’obiettivo di creare delle condizioni economiche e sociali per ripartire in maniera più forte, dando una speranza concreta a chi si trova in difficoltà e a chi ha subito le conseguenze della crisi economica mondiale. L’elemento che dovrà caratterizzare il 2011 sarà quindi quello del rilancio del nostro territorio, anche da un punto di vista occupazionale, cogliendo al meglio le opportunità derivanti dall’affermazione del capoluogo lombardo, come sede che ospiterà l’Expo 2015.

LOMBARDIA: BONI, RISORSE AGGIUNTIVE? IL MERITO E' DI TUTTA LA REGIONE

Milano, 23 dic. - (Adnkronos) - "E' sicuramente positivo che l'accordo tra Regioni e Governo abbia riconosciuto la correttezza dei conti lombardi, garantendo il trasferimento di ulteriori risorse, mail merito di questo risultato e' senza dubbio di un'intera Regione e non di un'unica persona". Questo il commento del presidente del Consiglio regionale Davide Boni alle dichiarazioni di Roberto Formigoni, presidente della Regione, sull'accordo Stato-Regioni.

"La Lombardia -spiega Boni- ha sempre svolto un ruolo determinante in questo Paese grazie al lavoro svolto da tutti, non solo da parte dell'esecutivo".

Per il presidente del Consiglio regionale, i provvedimenti legati alla manovra finanziaria approvati ieri in aula "sono anche il frutto del lavoro svolto dal Parlamento lombardo, da tutti i consiglieri regionali e dalle commissioni, impegnati a lavorare affinche' ogni adempimento venga correttamente analizzato e approvato.

Ed e' proprio la collaborazione attiva e proficua tra Giunta e Consiglio -conclude Boni- che rende la nostra Regione un modello vincente''.

23/12/10

LOMBARDIA: BONI, VALUTARE PROGETTI RIQUALIFICAZIONE VILLA REALE MONZA

''In qualita' di presidente dell'Assemblea lombarda, ringrazio il Comitato per avere posto all'attenzione di tutto il Parlamento lombardo le istanze di migliaia di cittadini che vogliono salvaguardare un bene storico e prezioso per tutto il nostro territorio.

Per questo sono certo che al di la' delle singole appartenenze politiche vi debba essere l'impegno di tutti i Consiglieri e gli Assessori per valutare serenamente i progetti di riqualificazione della Villastessa''. Lo dichiara in una nota il presidente del Consiglio regionale della Lombardia, Davide Boni, dopo aver incontrato alcuni rappresentanti del comitato di cittadini ''La Villa Reale e' anche mia'' , preoccupati per il futuro della Villa Reale di Monza, ex reggia estiva dei Savoia.

Al presidente Boni sono state consegnate oltre 10 mila firme raccolte dal Comitato con le quali si chiede il ritiro del bando di concessione della villa ad uso privato per 30 anni. Boni ha affermato che suggerira' ai Gruppi consiliari di presentare al proposito documenti che possano essere discussi in Consiglio, affrontando cosi' il tema con il contributo di tutta l'Assemblea.

22/12/10

Milano: Boni (Lega), sentenza su alloggi Aler presa di posizione vergognosa

Milano, 22 dic. - (Adnkronos) - ''Oltre alla giusta indignazione che in questi giorni sta emergendo da parte dei cittadini e di coloro che solo dopo enormi sofferenze e sacrifici sono regolarmente entrati in possesso di un alloggio popolare, anche le istituzioni hanno tutto il diritto di contestare una presa di posizione assolutamente vergognosa e non condivisibile". Cosi' il presidente del Consiglio regionale lombardo, Davide Boni (Lega Nord) commenta la sentenza che di fatto riassegna alcuni alloggi Aler ad alcune famiglie nomadi che saranno sgomberate dal campo di via Triboniano

"Le motivazioni che hanno addotto ad assumere una decisione di questo tipo -sottolinea Boni- sono infatti fortemente lesive nei confronti delle istituzioni milanesi, provinciali, regionali e nazionali che, nonostante abbiano trovato un accordo ragionevole su come gestire lo sgombero del campo nomadi di Via Triboniano, sono stati accusati di razzismo e di avere discriminato un'intera etnia".

"Una visione -prosegue il presidente del Consiglio lombardo- assolutamente distorta della realta', che di fatto lede l'autonomia degli enti locali che hanno sempre lavorato responsabilmente per garantire i diritti di tutte le persone. Semmai -conclude Boni- sono sentenze di questo tipo che discriminano in maniera pericolosa proprio quei cittadini che da anni attendono in graduatoria l'assegnazione di un alloggio, mettendo in difficolta' le istituzioni e riaprendo questioni che sono state risolte gia' qualche mese fa''.

20/12/10

ROM: MILANO; BONI, SENTENZA SUONA COME BEFFA PER I LOMBARDI

MILANO, 20 DIC - ''Una sentenza che suona come una beffa per tutti i cittadini milanesi e lombardi in attesa da molti anni di una casa popolare''. Il presidente del Consiglio regionale della Lombardia, Davide Boni (Lega), commenta cosi' la decisione del Tribunale civile di Milano sull'assegnazione delle case Aler ai rom di Triboniano.

''E' grave - afferma Boni in una nota - che, come spesso e' accaduto in passato, le decisioni assunte dalle istituzioni vengano sovvertite da altri organi che, in questo modo, non tengono conto delle delicate procedure che devono portare in tempi brevi allo sgombero definitivo del campo nomadi di Via Triboniano''. Secondo Boni, infatti, ''prevedere per legge che ai rom sgomberati vengano assegnate 25 case Aler significa non tenere conto dei problemi emersi nei mesi passati e che sono stati superati con un accordo grazie ai tavoli istituzionali tra Ministero dell'Interno, Comune di Milano, Provincia, Regione e Prefettura''.

''E' ingiusto - ha concluso il politico lombardo - che il percorso seguito responsabilmente dalle istituzioni venga vanificato da una sentenza che suona come una beffa per tutti i cittadini milanesi e lombardi in attesa da molti anni di una casa popolare. Mi auguro che le istituzioni facciano fronte comune per fare in modo che le decisioni assunte vengano rispettate''.

CONSIGLIO REGIONALE - ORDINE DEL GIORNO SEDUTE DEL: 20-21-22 DICEMBRE 2010

ORDINE DEL GIORNO
SEDUTE DI:
LUNEDI’ 20 DICEMBRE 2010
(dalle ore 10.30 alle ore 24.00 con intervalli
tra le 13.00 e le 14.00 e tra le 20.00 e le 21.00)
MARTEDI’ 21 DICEMBRE 2010
(dalle ore 10.00 alle ore 24.00 con intervalli
tra le 13.00 e le 15.00 e tra le 20.00 e le 21.00)
MERCOLEDI’ 22 DICEMBRE 2010
(dalle ore 11.00 alle ore 24.00 con intervalli
tra le 13.00 e le 14.00 e tra le 20.00 e le 21.00)
Nr. Progr. ODG/0018
Servizio Segreteria dell’Assemblea Consiliare
Atti: 014538
2

1.
Comunicazioni del Presidente del Consiglio
2.
Approvazione dei processi verbali delle sedute precedenti
􀂃
16 novembre 2010
􀂃
17 novembre 2010
􀂃
23 novembre 2010
􀂃
30 novembre 2010
3.
PROPOSTA DI ATTO AMMINISTRATIVO N. 0010
IV variazione al bilancio di previsione 2010 del Consiglio regionale.
iniziativa: Ufficio di Presidenza
4.
PROPOSTA DI ATTO AMMINISTRATIVO N. 0011
Bilancio di previsione per il funzionamento del Consiglio regionale per l'anno 2011.
iniziativa: Ufficio di Presidenza
5.
PROGETTO DI LEGGE N. 0059
Disposizioni per l'attuazione della programmazione economico-finanziaria regionale, ai sensi dell'art. 9 ter della legge regionale 31 marzo 1978, n. 34 (Norme sulle procedure della programmazione, sul bilancio e sulla contabilità della Regione) - Collegato 2011.
iniziativa: Presidente della Giunta regionale
I COMMISSIONE CONSILIARE
Relatore: Cons. Romeo con relazione scritta
6.
PROGETTO DI LEGGE N. 0060
Legge finanziaria 2011.
iniziativa: Presidente della Giunta regionale
I COMMISSIONE CONSILIARE
Relatore: Cons. Cecchetti con relazione scritta
7.
PROGETTO DI LEGGE N. 0061
Bilancio di previsione per l'esercizio finanziario 2011 e bilancio pluriennale 2011/2013 a legislazione vigente e programmatico.
iniziativa: Presidente della Giunta regionale
I COMMISSIONE CONSILIARE
Relatore: Cons. Cecchetti con relazione scritta

Boni «Sì al Daspo per i cortei nelle città»

Sì al Daspo per i cortei dal presidente del Consiglio regionale Davide Boni: «È condivisibile - ha detto - che le istituzioni cerchino di evitare che certe manifestazioni generino vere e proprie rappresaglie che mettono a rischio l’incolumità dei cittadini e delle nostre città. Per questo è un atto di responsabilità quello di applicare ai delinquenti, che fomentano le guerriglie nei cortei come avvenuto a Milano e a Roma, il provvedimento utilizzato per evitare l¨accesso dei teppisti negli stadi». «È inevitabile - ha detto Boni - che il nostro Paese e le nostre città non debbano più trovarsi in balia di chi, nascondendosi dietro questioni politiche ed ideologiche, ne approfitta per alimentare caos e disordini. Per questo ben vengano quelle restrizioni finalizzate a isolare i delinquenti e a salvaguardare il nostro territorio, supportando le stesse forze dell’ordine impegnate a mantenere l’ordine pubblico e a garantire la nostra sicurezza».

19/12/10

Immigrati: Boni (Lega), fatta la legge trovato l'inganno

Milano, 18 dic. (Adnkronos) - ''Fatta la legge, trovato l'inganno". Cosi' il presidente del Consiglio regionale lombardo, Davide Boni (Lega Nord), commenta la decisione della Consulta che di fatto stabilisce l'impunibilita' di quanti, immigrati clandestini, trovandosi in stato di indigenza, non ottemperino all'ordine di allontanamento imposto dal Questore.

"E' infatti inammissibile -sottolinea Boni- che un immigrato irregolare possa restare in questo Paese se dimostra di trovarsi in uno stato di indigenza. E' avvilente constatare che mentre le istituzioni e il ministero dell'Interno lavorano per rendere piu' sicuro il nostro Paese, inasprendo le norme e combattendo concretamente l'immigrazione clandestina, altri organi intervengono andando contro corrente in maniera troppo spesso demagogica e strumentale".

"Un buonismo gratuito che delegittima e vanifica l'operato delle nostre istituzioni' allargando pericolosamente le maglie del pacchetto sicurezza e offrendo in questo modo un appiglio a chi e' giunto in questo Paese violando le leggi e commettendo di fatto un reato. Mi auguro quindi -conclude Boni- che il continuo ricorso a dei cavilli burocratici non smantelli in maniera drammatica per tutti i cittadini onesti il piano del Governo per contrastare l'immigrazione clandestina''.

18/12/10

LOMBARDIA, CONCERTO DI NATALE PER BENEFICENZA IN REGIONE

In occasione delle prossime Festività Natalizie, l’Ufficio di Presidenza del Consiglio regionale ha deciso di organizzare in Aula un “Concerto di Natale” con fine di beneficenza. Il concerto si terrà oggi, sabato 18 dicembre alle ore 17 ed è riservato ai Consiglieri regionali, ai propri familiari ed ai loro ospiti. L’incasso dei biglietti, messi in vendita a 100 euro cadauno, sarà devoluto alla CAF onlus (Centro Aiuto Bambini maltrattai e alla Famiglia) e all’associazione “Il Girasole” onlus (che si occupa dei detenuti e dei loro familiari).

“Il Santo Natale deve essere un’occasione di festa da trascorrere con i propri affetti e un momento per aiutare, anche con un piccolo gesto, le persone che soffrono – commenta il Presidente del Consiglio regionale, Davide Boni -. Per questo motivo il ricavato dell’iniziativa del Consiglio regionale sarà donato a due associazioni che operano sul territorio. Mi auguro quindi che vi sia la partecipazione dei miei colleghi a questo momento di festa, senza dimenticare chi sta soffrendo ed è costretto a vivere le prossime feste natalizie in solitudine”.

Per il Consigliere segretario dell’Ufficio di Presidenza, Carlo Spreafico, “questa iniziativa è lodevole in quanto porta concretamente il Consiglio regionale ad essere vicino ai cittadini in difficoltà e lancia un segnale di attenzione verso categorie “deboli” quali i bambini maltrattati e i figli dei detenuti”.

Il concerto, realizzato dall’Orchestra e dal Coro “Ludwig van Beethoven”, diretto dai Maestri Adriano Bassi e Achille Nava, prevede brani tra i più significativi di compositori quali Sammartini, Bertoni, Albinoni, Lampugnani, Vivaldi.

REGIONI: LOMBARDIA, BONI PREMIA AGENTI POLIZIA LOCALE MILANO

MILANO, 17 DIC - Un premio dal Consiglio regionale della Lombardia agli agenti di polizia locale del Comando di zona 2 del Comune di Milano, situata in via Settala. E' quello che ha consegnato oggi il presidente dell'assemblea lombarda, Davide Boni (Lega), durante una cerimonia che si e' svolta all'ultimo piano della sede del Consiglio regionale.

Ad essere insigniti del riconoscimento - una pergamena e una medaglia - sono stati il funzionario del distaccamento, Paolo Pizzero, il commissario aggiunto Maurizio Borzumati e gli agenti Giovanni Bastino, Alberto Di Benedetto, Daniele Dallera, Aniello Abignano, Massimo La Greca, Ignazio Castellino, Melania Geraci e Laura Quattromini. ''Questo - ha detto Boni nel consegnare i premi - e' il nostro grazie, il riconoscimento dell'intero 'Parlamento' regionale a chi come voi svolge un servizio importante per tutta la comunita'''. Secondo il presidente dell'assemblea lombarda, ''e' importante dare un riconoscimento per far sentire la nostra vicinanza a quei servitori dello Stato il cui impegno da' onore e vanto alle istituzioni stesse''. La cerimonia di consegna del riconoscimento arriva a circa un mese di distanza dalla visita del presidente Boni al Comando di via Settala, i cui agenti, con le loro indagini, sono riusciti ad arrestare in flagranza di reato un pedofilo. Soddisfatto il funzionario del Comando, Paolo Pizzero, per cui il riconoscimento ''dimostra la vicinanza delle istituzioni al lavoro di tutti i giorni''.

17/12/10

UE/REGIONI: BONI, CONGRATULAZIONI A KESSLER AL VERTICE DELL'ANTIFRODE

(ASCA) - Roma, 16 dic - ''La nomina del Presidente Giovanni Kessler alla direzione generale dell'Olaf, l'ufficio europeo antifrode, costituisce un grande risultato, ma anche una importante responsabilita', non solo per l'uomo Giovanni Kessler, ma anche per il nostro Paese, chiamato a svolgere un ruolo di primo piano in Europa nella tutela degli interessi finanziari ed economici dell'Unione europea, nonche' alla lotta contro la criminalita' organizzata transnazionale, le frodi ed a qualsiasi altra attivita' illegale che arrechi danno al bilancio dell'Unione''. Questo il commento di Davide Boni, Coordinatore della Conferenza dei Presidenti delle Assemblee legislative delle Regioni e delle Province autonome e Presidente del Consiglio regionale della Lombardia alla nomina del collega Giovanni Kessler, Presidente del Consiglio provinciale di Trento, alla guida dell'Olaf.

''Ho avuto modo in questi mesi di conoscere le straordinarie doti di professionalita' e serieta' del Presidente Kessler - aggiunge Boni - e sono certo che sapra' profonderle con il consueto impegno nello svolgimento di un cosi' prestigioso quanto delicato incarico. Al Presidente Giovanni Kessler esprimo personalmente e a nome di tutti i colleghi Presidenti i migliori auguri buon lavoro, certo che sapra' rappresentare al meglio il nostro Paese in Europa''.

LOMBARDIA: CONCORSO PER SCUOLE SU ESODO ITALIANI ISTRIA, FIUME, DALMAZIA

Milano, 17 dic - ''Mi auguro che le scuole lombarde e i loro insegnanti colgano il valore di un'iniziativa di questo tipo finalizzata a riflettere su un dramma avvenuto molti anni fa al termine del secondo conflitto mondiale, che ha causato la diaspora e la morte di numerosi cittadini italiani''. Lo riferisce in una nota il presidente del Consiglio regionale della Lombardia, Davide Boni, in merito al concorso indetto per il terzo anno dall'Ufficio di Presidenza del Consiglio regionale della Lombardia per ricordare il sacrificio degli italiani dell'Istria, di Fiume e della Dalmazia, previsto dall'art. 3 della l.r. 2/2008.

Per l'anno scolastico 2010/2011 il tema del concorso e' ''L'esodo degli italiani dell'Istria, di Fiume e della Dalmazia. Storie, persone, affetti''. Gli elaborati dovranno pervenire per mezzo di raccomandata o essere consegnati a mano entro e non oltre il 21 gennaio 2011 al protocollo generale del Consiglio regionale.

''Riflettere su quanto e' avvenuto - conclude Boni - e realizzare ricerche, temi e approfondimenti vari durante le ore scolastiche, non puo' che aiutare i nostri ragazzi a sviluppare e affinare la propria sensibilita' nei confronti delle tragedie della storia, troppo spesso causate da regimi totalitaristi e antidemocratici''.

Il bando del concorso e' scaricabile dal sito www.consiglio.regione.lombardia.it.

Lombardia: Consiglio regionale incontra parlamentari europeri lombardi

Milano, 17 dic. (Adnkronos) - Incontro oggi in Consiglio regionale lombardo tra l'ufficio di presidenza e alcuni parlamentari europei lombardi, tra i quali Gabriele Albertini, Patrizia Toia, Mario Mauro e Cristiana Muscardini. "L'idea -ha spiegato il presidente del Consiglio regionale Davide Boni- e' quella di promuovere tutta una serie di iniziative che porti l'assemblea lombarda a rapportarsi sempre piu' con l'Europa".

"Questo incontro -ha aggiunto Boni- e' un primo passaggio per arrivare all'obiettivo che e' quello di aprire sempre piu' uno spazio per il parlamento lombardo affinche' possa giocare un ruolo sempre piu' determinante con i parlamentari europei. Vorremmo avere scadenze sempre piu' fisse -ha concluso- per capire esattamente quello che succede in Europa".

Per il Consigliere segretario Carlo Spreafico, l'intento "e' quello di sviluppare, nell'ambito delle prerogative del nostro consiglio regionale, rapporti piu' intensi e costanti con l'assemblea legislativa europea attraverso i nostri parlamentari. Svolgere un ruolo di maggiore presenza attraverso rapporti sempre piu' costanti -ha concluso- credo aiuti il lavoro dei nostri parlamentari europei e noi a conoscere meglio l'Europa".

MILANO: BONI, EVITARE DI FOMENTARE ROM CONTRO COMUNE E REGIONE

Milano, 17 dic. (Adnkronos) - "Lo sgombero del campo nomadi di via Triboniano non e' certo avvenuto tramite un blitz improvviso e non annunciato: sono mesi ormai che queste strutture devono essere smantellate e fino ad oggi mille cavilli erano sopraggiunti, ritardando di fatto il compimento di questa operazione". Cosi che Davide Boni, presidente del Consiglio regionale della Lombardia commenta lo sgombero.

"E' profondamente ingiusto -aggiunge Boni- che, come purtroppo accade, i minori ospiti del campo nomadi vengano strumentalizzati dalle loro famiglie e da qualche associazione per attaccare le istituzioni, sostenendo che quest'ultime si stiano accanendo con la popolazione nomade".

Il presidente del Consiglio regionale invita le associazioni di volontariato a "evitare di fomentare i rom contro Comune e Regione, perche' di certo non si persegue il bene delle famiglie nomadi e soprattutto dei minori continuando a pretendere che questi vivano confinati in alcuni container a spese delle istituzioni".

16/12/10

MILANO: BONI, VERIFICARE PRESTO CONDIZIONI RESIDENTI CASE ALER

Milano, 16 dic. (Adnkronos) - "La situazione lamentata dai cittadini che abitano nelle case Aler deve essere verificata al piu' presto. Non e' possibile che centinaia di persone siano costrette a vivere al freddo tentando di scaldarsi con mezzi di fortuna, in attesa che le caldaie vengano sistemate". Cosi' Davide Boni, presidente del Consiglio della Regione Lombardia, interviene dopo le proteste di alcune famiglie che lamentano una serie di problematiche legata al riscaldamento insufficiente.

"Ci sono -sottolinea Boni- anche molti anziani che non possono anticipare la spesa per sostituire l'impianto di riscaldamento e fare fronte in maniera dignitosa alle rigide temperature che si registrano ormai da molti giorni a Milano. Sono certo che il pronto intervento della nostra Regione insieme all'ente di gestione Aler e al Comune di Milano, riuscira' ad evitare che molte famiglie milanesi trascorrano il prossimo Natale al gelo".

Come presidente del Consiglio regionale "mi rendo comunque disponibile fin da subito -conclude- a monitorare la situazione insieme ai colleghi della Regione".

NATALE, BONI: "INAMMISSIBILE NON CONSENTIRE IN SCUOLE FESTEGGIAMENTI"

Milano, 15 dic - In merito all'abolizione in molti asili e scuole delle tradizionali cerimonie natalizie, come avvenuto nella scuola milanese di Via Forze Armate o in quella di Cardano al Campo, in provincia di Varese, è intervenuto

Davide Boni, Presidente del Consiglio della Regione Lombardia.

"E' avvilente che ogni anno si scatenino nell'ambito scolastico delle sterili polemiche nei confronti dei festeggiamenti previsti per il Santo Natale. In qualità di cittadino milanese, ritengo infatti inammissibile che in alcune scuole lombarde non venga consentito ai bambini e alle loro famiglie di festeggiare questa importante ricorrenza, impedendo perfino ai sacerdoti di impartire la tradizionale benedizione natalizia. Non è lasciando fuori dalle aule scolastiche lo spirito del Natale - prosegue Boni - che si può facilitare l'integrazione degli alunni stranieri, perché in questo modo cancelliamo solo noi stessi e le nostre radici cristiane".

"Così come è sempre avvenuto negli anni passati, chi non desidera ricevere la benedizione o festeggiare il Natale non è obbligato ad assistere e può svolgere altre attività. Ancora una volta è triste e avvilente constatare che alcune persone non si pongono scrupoli nello svendere le nostre tradizioni e la nostra cultura, trasformando così una bella occasione di festa e di vera condivisione ed amicizia, come il Santo Natale, in un motivo per fare della sterile demagogia politica".

15/12/10

UNIVERSITA': BONI, CORTEI HANNO VISTO PROTAGONISTI DELINQUENTI ESPERTI

Milano, 15 dic. (Adnkronos) - "Le manifestazioni violente avvenute a Milano e in altri capoluoghi, hanno visto la partecipazione attiva di delinquenti esperti, abituati a mettere a ferro e fuoco le nostre citta' scatenando il caos e devastando arredi, negozi e vetrine". Cosi' Davide Boni, presidente del Consiglio della Regione Lombardia, interviene all'indomani delle manifestazioni che hanno visto protagonisti studenti e facinorosi.

"Solo l'esperienza e la grande professionalita' delle forze dell'ordine -spiega- hanno evitato che la situazione degenerasse. Una vera e propria guerriglia che si manifesta periodicamente e che va fermata, anche perche' Milano non puo' trovarsi il giorno dopo ogni manifestazione a fare i conti con i danni subiti".

Le questioni "politiche o le riforme in atto sono solo la scusa per dare vita a violente guerriglie. Ecco perche' certi esponenti politici estremisti dovrebbe smetterla di fomentare i piu' giovani, incitandoli a trasformare le proprie proteste in atti violenti. Esempi politici sbagliati che prima o poi costringeranno istituzioni e forze dell'ordine a vietare ogni manifestazione che possa mettere a rischio l'incolumita' dei cittadini e il decoro stesso del nostro capoluogo".

14/12/10

SEGNALE FORTE A FINI

Milano, 14 dic - "L'importante era passare perche' andava dato un segnale al presidente della Camera Gianfranco Fini e alla ricostituzione della vecchia Dc" e per la Lega "l'obiettivo rimane ora il completamento dell'iter dei decreti attuativi del federalismo fiscale". Così Davide Boni (Lega) a margine della presentazione di un rapporto Irer ha commentato lafiducia ottenuta dal governo. Per il presidente dell'aula lombarda "tre voti e' ovvio che non sono tanti, Bossi parlera' con Berlusconi". "Rispetto a un leader come il mio - ha concluso- tutte le cose che fa vanno bene".

MILANO: BONI, NON C'E' NECESSITA DI UNA MOSCHEA

Milano, 14 dic. (Adnkronos)- ''Un conto e' impegnarsi per trovare delle soluzioni congiunte al problema della presenza dei luoghi di culto sul territorio milanese, un altro e' prevedere un impegno economico e programmatico per realizzare una moschea sul nostro territorio". Lo afferma Davide Boni, presidente del Consiglio Regionale della Lombardia, intervenendo sulla vicenda della costruzione di una moschea a Milano.

"Di certo in un periodo di ristrettezze economiche e di difficolta' nel reperire le risorse necessarie per implementare i servizi a disposizione delle nostre famiglie, la necessita' non e'certo quella di erigere una moschea o un centro culturale islamico nel bel mezzo del capoluogo lombardo'', conclude Boni.

SANITA': BONI, DIRETTORI ASL SCELTI PER CAPACITA' MANAGERIALI

MILANO, 14 DIC - ''Sul tema delle nomine al di la' delle chiacchiere o delle dichiarazioni affrettate l'unico dato certo e' che i direttori verranno scelti sulla base delle loro capacita' manageriale e dei loro curricula''. lo ha affermato il presidente del consiglio regionale Davide Boni in merito alle nomine dei direttori generali nelle Asl lombarde. ''La competenza e la preparazione - ha aggiunto sono quindi due doti fondamentali per svolgere al meglio un ruolo cosi' determinante e importante in un settore estremamente delicato per la nostra Regione. Altre strade non ce ne sono''.

AGRICOLTURA: LOMBARDIA, CONFRONTO SU PROSPETTIVE SETTORE

"L'agricoltura tra crisi economica e cambiamenti delle politiche di sostegno dell'Unione europea": e' questo il tema del seminario che si terra' martedi' 14 dicembre alle ore 14.30 presso l'Auditorium del Consiglio regionale in via Fabio Filzi 29 a Milano.
Inserito all'interno di un ciclo di appuntamenti sulle politiche regionali promosso dall'Ufficio di Presidenza, l'incontro sara' aperto dal Presidente del parlamento lombardo Davide Boni (Lega Nord), mentre le conclusioni sono affidate al Presidente della Commissione Agricoltura Carlo Saffioti (PdL). Nel corso del seminario sara' presentata una ricerca dell'IReR (Istituto Regionale di Ricerca) intitolata "L'agricoltura lombarda: struttura, evoluzione congiunturale e prospettive future", con la quale i ricercatori si propongono di dare un quadro preciso delle principali caratteristiche del settore oggi e soprattutto cercano di evidenziare e suggerire possibili linee di sviluppo dopo la crisi che ha gravemente investito il nostro settore agro-alimentare. La presentazione della ricerca sara' seguita da un dibattito tra i Consiglieri regionali presenti, che sara' coordinato dal Consigliere Segretario della Commissione Agricoltura Francesco Patitucci (IdV).

13/12/10

IMMIGRATI: BONI, I FATTI EVIDENZIANO INCISIVITA' AZIONE GOVERNO

Milano, 13 dic. (Adnkronos) - In merito all'operazione congiunta italo-tunisina messo in atto per intercettare una serie di imbarcazioni di clandestini dirette verso la costa italiana, il Presidente del Consiglio della Regione Lombardia, Davide Boni commenta che ''piu' delle parole e delle polemiche nella lotta all'immigrazione clandestina sono i fatti che evidenziano come l'azione incisiva messa in atto dal Ministro dell'Interno e da tutto il Governo continua a segnare risultati tangibili".

"Anche l'ultimo respingimento di alcune imbarcazioni di immigrati partiti dalla Tunisia e diretti alle nostre coste-sottolinea Boni- e' stato effettuato proprio grazie alla collaborazione proficua tra le forze dell'ordine del nostro Paese con quelle degli Stati da cui provengono i clandestini".

"Tutto questo -conclude il presidente del Consiglio lombardo- va ad aggiungersi all'incremento nel numero rimpatri: un lavoro prezioso che evita di fatto che il nostro territorio venga visto come meta per clandestini e disperati''.

SCALO FARINI, BONI: "PIU' SICUREZZA CITTADINI ELIMINANDO ZONE OMBRA"

Milano, 13 dic - In merito allo sgombero e alla demolizione degli stabili ubicati nell'area dell'ex scalo Farini, è intervenuto Davide Boni, Presidente del Consiglio della Regione Lombardia. "I miei complimenti alle istituzioni milanesi e alle forze dell'ordine per essere riusciti a spingere le Ferrovie dello Stato a mettere in sicurezza l'area in questione, provvedendo ad abbattere gli edifici fatiscenti che erano diventanti il rifugio di clandestini e delinquenti. Più volte l'area era stata sgomberata ma, come avviene in molte altre situazioni, senza la collaborazione attiva dei proprietari gli interventi messi in atto dalle istituzioni non possono risolvere definitivamente il problema. Anche nelle scorse settimane nel quartiere attorno all'ex Scalo Farini è stato registrato un aumento degli episodi di violenza: recuperare quindi un'area dismessa, responsabilizzando i proprietari,equivale ad eliminare delle pericolose zone d'ombra, dando maggiore sicurezza ai cittadini e, nel contempo, a mettere a disposizione delle nostre famiglie nuovi spazi di aggregazione".


12/12/10

Mafia: Boni, consiglio Lombardia in sintonia con impegno ministero dell'Interno

Milano, 11 dic. - (Adnkronos) - Il consiglio regionale della Lombardia e' impegnato nella lotta alla criminalita' organizzata in sintonia con lo sforzo che sta facendo il ministero dell'Interno. Lo conferma Davide Boni, presidente del Consiglio Regionale lombardo che oggi a Milano ha organizzato un convegno sulla lotta alla mafia.

"Abbiamo varato una commissione antimafia - spiega Boni - che deve studiare progetti di legge che possano aiutare a combattere le infiltrazioni malavitose nel settore della pubblica amministrazione, in particolare per quanto riguarda gli appalti".

"Stiamo anche lavorando per snellire la burocrazia per quanto riguarda i beni confiscati alla mafia, su questo siamo in perfetta sintonia con quanto sta facendo con successo il ministro Maroni che sta assestando duri colpi alla criminalita' organizzata", conclude Boni.

10/12/10

LOMBARDIA: BONI DOMANI A CONVEGNO 'LA LEGA CONTRO MAFIA AL NORD'

(ASCA) - Milano, 10 dic - Il presidente del Consiglio regionale della Lombardia Davide Boni interverra' domani alle ore 17.30 a un convegno su 'La Lega contro la mafia al nord'.

Al convegno, che si svolgera' nella sala Pirelli del Palazzo della Regione, in via Fabio Filzi 22 a Milano, prenderanno parte, oltre ad esponenti politici nazionali, anche il capogruppo della Lega Nord in Regione Lombardia Stefano Galli e il consigliere regionale leghista Renzo Bossi.

Federalismo: Boni, positiva apertura governo alle regioni

Milano, 10 dic. (Adnkronos) - ''Positiva l'apertura effettuata dal governo nazionale nei confronti delle Regioni: blindare infatti totalmente la manovra fiscale avrebbe di fatto messo in difficolta' gli enti regionali, impegnati a fare quadrare i propri bilanci". E' quanto afferma il presidente del Consiglio regionale della Lombardia, Davide Boni, in merito alla riforma federalista e alla questione dei trasferimenti e degli eventuali tagli al trasporto pubblico.

"La possibilita' di ridurre i tagli al trasporto pubblico locale per il prossimo anno -sottolinea Boni- deve quindi essere concretizzata. In un periodo di ristrettezze economiche non e' possibile continuare a chiedere sacrifici ai cittadini che non possono sopportare ulteriori rincari nei costi dei servizi".

"Pertanto -prosegue Boni- confidiamo che nei prossimi giorni la trattativa tra lo Stato e le Regioni possa portare consistenti benefici ai nostri cittadini, accelerando nel contempo il processo di attuazione del federalismo fiscale, evitando cosi' che i tagli si ripercuotano su quei territori che sono sempre stati esempio di virtuosita' ed esempio di ottima gestione delle risorse pubbliche''.

Droga: Boni, Malpensa scalo all'avanguardia contro traffico stupefacenti

Milano, 9 dic. - (Adnkronos) - ''Ancora una volta Malpensa si pone come scalo all'avanguardia in grado di contrastare efficacemente il traffico delle sostanze stupefacenti". Ad affermarlo e' il presidente del Consiglio regionale della Lombardia, Davide Boni, che commenta cosi' l'inaugurazione di oggi a Malpensa di una area attrezzata per il controllo dei trafficanti di droga.

Quella inaugurata oggi, ha sottolineato Boni si tratta, di fatto "di una struttura detentiva in grado di ridurre i tempi necessari per accertare se i sospettati siano effettivamente dei 'corrieri ovulatori'''.

Boni ha quindi rivolto "un sentito ringraziamento alle istituzioni, in primis al Ministero dell'Interno e alla Regione Lombardia, cosi' come alla Sea, alle forze dell'ordine e allo stesso personale medico, che in questo modo danno prova concreta di come il lavoro sinergico e l'impegno di tutti possa produrre ottimi risultati''.

09/12/10

Regioni: oggi a Pescara passaggio di consegne Presidenza Calre

L

'Aquila, 9 dic. (Adnkronos) - Si svolgera' oggi alle 12, nella sala polivalente della sede di Pescara del Consiglio regionale dell'Abruzzo, in Piazza Unione, il passaggio di consegne per la Presidenza Calre 2011. All'evento istituzionale partecipera' il Presidente uscente della Conferenza delle Assemblee regionali europee con poteri legislativi, Giovanni Kessler (Presidente del Consiglio provinciale di Trento), il quale sara' a Pescara per sottoscrivere il passaggio ufficiale di consegne al neo presidente Calre, Nazario Pagano, eletto all'unanimita' nel corso dell'assemblea plenaria del 5 ottobre 2010 a Trento.

A seguire, sempre oggi pomeriggio, a partire dalle ore 17.30, si terra', nell'Auditorium ''Petruzzi'', in via delle Caserme a Pescara, il convegno dal titolo: ''L'Abruzzo alla guida della Conferenza delle Assemblee legislative regionali europee'', organizzato dalla Presidenza del Consiglio regionale dell'Abruzzo, al quale partecipera' il Ministro degli Affari Esteri, Franco Frattini.

Al convegno interverranno il Presidente della giunta regionale dell'Abruzzo, Gianni Chiodi, anche in qualita' di vice presidente di Aer (Assemblee delle Regioni Europee), Pascal Goergen (Presidente della Regleg - Conferenza delle Regioni con poteri legislativi), Davide Boni (Presidente del Consiglio regionale della Lombardia e coordinatore della Conferenza dei Presidenti delle Assemblee legislative regionali), Rojo Noguera Pilar (Presidente dell'Assemblea regionale della Galizia - Spagna), Juan Ramo'n Ferriera Di'az (Presidente dell'Assemblea regionale dell'Extremadura - Spagna), Clodovaldo Ruffato (Presidente del Consiglio regionale del Veneto), Giuliano Fedeli (Vice Presidente del Consiglio regionale della Toscana) e Vittoriano Solazzi (Presidente del Consiglio regionale delle Marche e delegato Rapporti UE).

08/12/10

«Se c’è un ladro nel tempio, va mandato via il ladro. Prima però bisogna dimostrare che c’è»

«In Regione Lombardia ci sono consiglieri eletti con i voti della ’ndrangheta». Giulio Cavalli, 33 anni, neo consigliere lombardo dell’Italia dei Valori, lancia in tv la «bomba» contro i suoi colleghi.

Presidente Boni, sono accuse pesanti quelle dell’Idv. Cosa intende fare?
«Prima di tutto chiederò una copia della trasmissione per riascoltare cosa è stato detto. Dopo di che, ho intenzione di querelare Cavalli, che dovrà poi rispondere di quello che ha detto».
Crede che Cavalli abbia cavalcato la moda Saviano?
«Dico solo che il consigliere dell’Idv sta per uscire con un libro che parla di mafia. Ha colto la palla al balzo e si è fatto un po’ di pubblicità in prima serata. Quale occasione migliore? Ormai è una moda. Ma non si possono dire cose a sproposito».
Non lo ha sentito per un primo chiarimento?
«No, ma voglio che questo chiarimento ci sia pubblicamente».
In aula?
«Come è giusto che sia. Dovrà rendere conto delle sue affermazioni davanti a tutto il Consiglio regionale».
Quindi dovrà parlare anche davanti ai presunti malavitosi?
«Vogliamo anche sapere perché è rimasto in aula sette mesi al fianco di quelli che lui considera consiglieri eletti con i voti della ’ndrangheta. E poi, se ha informazioni utili per gli inquirenti, lo dica. Ma non solo in tv».
E se dovesse aver ragione?
«Se c’è un ladro nel tempio, va mandato via il ladro. Prima però bisogna dimostrare che c’è».
Fuor di metafora?
«Se ci fosse qualche infiltrazione malavitosa in Regione Lombardia è giusto che si sappia. In caso faremmo partire un’operazione di pulizia. Il primo passo però, prima di qualsiasi tipo di iniziativa, è dire ad alta voce nomi e cognomi. Se uno lancia un’accusa del genere, deve anche avere il coraggio di non lasciare nulla tra le righe»,
Già la Lega Nord ha querelato Roberto Saviano per le sue illazioni a "Vieni via con me"?
«E adesso io farò la stessa cosa con Cavalli. Ma non come leghista. Lo faccio come presidente del Consiglio regionale, visto che è stata lesa l’immagine dell’istituzione».
Sabato prossimo il Carroccio si riunirà per un convegno contro la mafia al Nord. Capita a fagiolo?
«Sarà l’occasione per fare il punto sulle contaminazioni malavitose nella politica. E a questo punto, se verranno fuori informazioni nuove, sarà il momento per parlare anche di quello. Ogni nostra azione punta a tutelare il lavoro del Consiglio regionale».

07/12/10

'Ndrangheta: Consiglio Regione Lombardia querela Giulio Cavalli

Milano, 7 dic. (Adnkronos) - Il presidente del Consiglio regionale della Lombardia, il leghista Davide Boni, ha deciso di querelare Giulio Cavalli, l'attore e consigliere regionale dell'Italia dei Valori che ieri sera nel corso della trasmissione 'L'infedele' di Gad Lerner su 'La 7' ha detto che vi sono consiglieri eletti con i voti dell'ndrangheta. "Prima di tutto chiedo una copia della trasmissione -ha detto Boni- dopo di che ho intenzione di querelare Cavalli che dovra' poi rispondere in aula di quello che ha detto".

"Cavalli -ha proseguito Boni- dovra' rendere conto a tutto il Consiglio regionale delle sue affermazioni e vogliamo anche sapere perche' e' rimasto in aula per 7 mesi al fianco di quelli che lui considera consiglieri eletti con i voti dell'handrangheta. Adesso basta -ha concluso Boni- se e' al corrente di qualcosa lo dica apertamente in Consiglio".

05/12/10

YARA, BONI: "VICINI A FAMIGLIA IN QUESTO MOMENTO DIFFICILE"

"In qualità di Presidente del Consiglio regionale intendo esprimere la mia vicinanza e la mia solidarietà alla famiglia della piccola Yara in questo momento difficile, auspicando che l'abbraccio di tutti i lombardi possa dare loro un po' di conforto in queste ore di drammatica attesa". Così Davide Boni, presidente del Consiglio della Regione Lombardia è intervenuto sulla scomparsa di Yara in provincia di Bergamo e gli ultimi sviluppi della vicenda.

04/12/10

IMMIGRATI, BONI: "DURA LEX SED LEX, BENE APPLICAZIONE LEGGI"

Milano, 03 dic - "Le regole sono regole. Bene hanno fatto a far applicare le leggi". E' il commento del presidente del consiglio regionale Davide Boni (Lega) alla decisione del Tribunale di Pace di convalidare il trattenimento nel Cie di via Corelli del marocchino irregolare sceso ieri dalla torre di via Imbonati dove era salito per protestare contro la cosiddetta sanatoria truffa. "E' un clandestino - ha detto Boni - cosa si aspettava?""Dura lex, sed lex, dicevano i romani ed e' così, le leggi vanno rispettate", ha concluso ricordando che "per un mese intero la citta' e' stata bloccata da questa protesta". "Non e' impossessandosi di palazzi ed edifici - ha osservato - che si possono rivendicare diritti in maniera civile".

03/12/10

LOMBARDIA/CONSIGLIO: ACCORDO CON SINDACATI PER PERSONALE NON DIRIGENTE

Milano, 2 dic - E' stato siglato oggi con le sigle sindacali l' accordo riguardante l'utilizzo delle risorse decentrate (sistema premiante) dell'anno 2010 per il personale non dirigente del Consiglio regionale della Lombardia.

''Attraverso la sottoscrizione di questo accordo - commenta il Presidente del Consiglio regionale lombardo, Davide Boni - le risorse decentrate sono state incrementate, utilizzando i risparmi realizzati dalla struttura consiliare, nella misura di 314.000 euro. L'accordo valorizza quindi l'impegno e la qualita' della performance del personale attraverso il riconoscimento di un premio per la realizzazione dell'obiettivo legato alle attivita' connesse al cambio di legislatura e il riconoscimento, al personale collocato nella fascia di merito alta, di un premio aggiuntivo, differenziato a seconda del punteggio ottenuto nella valutazione della performance individuale. Un passaggio importante - conclude Boni - che vede ancora una volta il Consiglio regionale da un lato attento alla valorizzazione dei propri dipendenti e dall'altro impegnato nell'ottimizzazione delle risorse a disposizione''.

Per i funzionari (cat. D), si prevede l'attribuzione di un'indennita' (fino a 2.500 euro annui), che sara' determinata dai dirigenti in relazione alle particolari funzioni e responsabilita' assegnate, alla complessita' delle competenze attribuite e alla specializzazione richiesta dai compiti affidati.

Per il personale delle categorie B e C viene introdotta una ''Indennita' sperimentale di flessibilita' operativa'' (nella misura di 1.500 euro annui), legata alle peculiarita' organizzative ed operative derivanti dal modello parlamentare cui si ispira l'organizzazione del Consiglio regionale.

IMMIGRATI, BONI: "FINALMENTE CALATO SIPARIO SU PROTESTA"

Milano, 02 dic - In merito alla conclusione della protesta messa in atto da un gruppo di immigrati presso la torre di Via Imbonati è intervenuto Davide Boni, Presidente del Consiglio della Regione Lombardia: "Finalmente è calato il sipario su un'iniziativa che è servita unicamente a creare tensioni e a fomentare altre occupazioni abusive e la conseguente scalata di edifici senza alcuna autorizzazione. Non è impossessandosi di palazzi e torri che si possono rivendicare in maniera civile i propri diritti, perché in questo modo si mette in allarme un'intera città, le forze dell'ordine e le istituzioni competenti".

02/12/10

LOMBARDIA: INSIEME ALLA CALABRIA CONTRO CRIMINALITA' ORGANIZZATA

Milano, 2 dic - Iniziative, normative e misure per contrastare il fenomeno della mafia e della 'ndrangheta sono state al centro dell'incontro oggi a Milano tra la Commissione consiliare Affari istituzionali e la Commissione contro il fenomeno della mafia dellaRegione Calabria. La riunione, che si e' tenuta nella sede del Consiglio della Lombardia, segna l'avvio ufficiale della collaborazione istituzionale tra le due Assemblee regionali, impegnate nell'elaborazione di norme legislative in materia.

All'incontro hanno preso parte, oltre ai componenti la Commissione i due Vice Presidenti del Consiglio regionale della Lombardia, Filippo Penati (PD) e Franco Nicoli Cristiani (PdL).

Aprendo l'incontro il presidente del Consiglio regionale della Lombardia, Davide Boni, ha sottolineato l'impegno dell'Assemblea legislativa in tema di appalti pubblici e ha garantito che ''per il provvedimento al riguardo ci sara' un iter accelerato'' . Entrando nel merito dei lavori, il Presidente della Commissione consiliare Affari istituzionali, Sante Zuffada (PdL) ha illustrato le proposte in tema di educazione alla legalita', appalti e contrasto alle infiltrazioni mafiose. ''Lo scambio di informazioni ed esperienze tra le due istituzioni regionali - ha dichiarato Zuffada - puo' essere utile e produttivo al fine di porre in essere azioni normative di contrasto e di prevenzione dell'illegalita' e della criminalita' organizzata. Il lavoro della Commissione sul tema dell'educazione alla legalita' sta procedendo secondo i tempi che ci eravamo prefissati e dovrebbe quindi arrivare presto alla discussione in Aula del provvedimento''.

Esprimendo la sua soddisfazione per l'incontro il Presidente della Commissione della Regione Calabria, Salvatore Magaro', ha rimarcato ''la reazione forte e corale assunta dalla Regione Lombardia contro la ''ndrangheta. Ho colto un'attenzione non retorica verso cio' che, assieme ai presidenti Scopelliti e Talarico, stiamo facendo in Calabria.

D'altronde, contro la mafia non ci possono essere divisioni di alcunche', anzi occorre il massimo di unitarieta'. In questo senso, l'intesa tra le due Regioni e' iniziata col piede giusto. Mi auguro si possa procedere speditamente con lo stesso spirito che ha caratterizzato questo importante e solenne appuntamento, perche' - ha concluso - mi pare che l'analisi seria e sgombra da ogni pregiudizio, su un fenomeno che impoverisce l'Italia, sia cio' che di piu' serve in questi difficili momenti''.