19/11/16

ON. GRIMOLDI E BONI (LEGA NORD) - A MILANO SERVONO SUBITO I MILITARI INSTRADA: ALFANO NON PERDA TEMPO. LA SITUAZIONE È FUORI CONTROLLO


Il ministro Alfano, che oggi sarà proprio a Milano, non perda tempo e predisponga immediatamente l'invio a Milano dei contingenti di militari liberati dalla fine del Giubileo a Roma. Alfano non perda tempo e non ascolti i tentennamenti del sindaco Sala o del Prefetto Marangoni a cui la situazione è chiaramente sfuggita di mano come dimostrano i gravi atti di violenza degli ultimi giorni che hanno sempre avuto per protagonisti gang di immigrati, dal dominicano ucciso in Piazzale Loreto alla violenta rissa nella notte tra filippini, con due accoltellati, sotto il Palazzo della Regione.
Alfano non perda tempo e mandi subito i militari per pattugliare la città che rischia di trasformarsi in una polveriera, considerando anche gli oltre 3000 richiedenti asilo che bivaccano nella zona della stazione Centrale e che potrebbero presto creare problemi di ordine pubblico.

Lo dichiarano l'on.Paolo Grimoldi, deputato della Lega Nord e Segretario della Lega Lombarda, e Davide Boni, segretario della Lega Nord Milano.

09/11/16

ON. GRIMOLDI E BONI (LEGA NORD) - POST EXPO: FONDI MANCANTI SONO ENNESIMA FIGURACCIA DI RENZI

Renzi su Milano continua a riempirsi la bocca di false promesse che si rivelano colossali balle. Ha riempito la città di immigrati costringendo l'amministrazione a pigiarli persino nelle caserme dismesse, ha tagliato fondi alla nostra sanità e adesso ecco la pagliacciata dei fondi per il dopo Expo che sono scomparsi perché esclusi dall'emendamento al decreto legge fiscale. E meno male che per Renzi Milano e il post Expo erano una priorità... Stavolta la figuraccia è così grossa che persino il sindaco renziano Giuseppe Sala ha sbottato invitando il Governo a trovare una soluzione per ripristinare i fondi. 

Lo dichiarano l'on.Paolo Grimoldi, deputato della Lega Nord e Segretario della Lega Lombarda, e Davide Boni, segretario della Lega Nord Milano.

04/11/16

MILANO – MOSCHEE BONI: “APERTE LE PORTE AL RADICALISMO ISLAMICO”

In merito all’avviso pubblico emanato dal Comune di Milano per l’edificazione di nuovi luoghi di culto, è intervenuto il Segretario provinciale della Lega Nord, Davide BONI:

“Ben sette sigle islamiche – commenta Boni – hanno manifestato il proprio interesse ad edificare nuove moschee a Milano, alcune delle quali legate pericolosamente all’islam più radicale. In tutto il mondo i Governi fanno attenzione alla cosiddetta  black list per arginare la diffusione  del terrorismo. Milano invece spalanca le porte a tutto e tutti,  consegnando un vero e proprio lasciapassare a chi vuole utilizzare i luoghi di culto come centri di reclutamento e di diffusione di messaggi contro l’Occidente e contro la nostra cultura”. 
“Non si può affidare tutto al caso, come sta facendo la Giunta Sala, - sottolinea Boni – pubblicando un avviso senza poi controllare chi siano coloro che presentano le proprie richieste. La comunità islamica, quella che si dichiara moderata, dovrebbe prima di tutto fare un’analisi al proprio interno e isolare coloro che sfruttano il messaggio religioso per motivi tutt’altro che pacifici”. 
“Finché gli stessi mussulmani non si impegneranno per condannare pubblicamente le stragi legate al fanatismo islamico, - conclude Boni – allontanando e prendendo le distanze dai propri esponenti più radicali, non vediamo alcuna possibilità di edificare delle nuove moschee  a Milano”.