31/07/11

MILANO: BONI, SI SONO PERSE DI VISTA PRIORITA' PER MILANO

Milano, 30 lug. (Adnkronos) - Si sono "perse di vista le priorita' per Milano" e invece "di potenziare i mezzi pubblici e colpire coloro che non pagano il biglietto, la giunta Pisapia ha deciso di tartassare i pendolari e di azzerare, nel frattempo, anche il cda di Atm". Cosi' Davide Boni, presidente del Consiglio della Regione Lombardia, interviene all'indomani delle decisioni prese a Palazzo Marino.

"La sinistra ecologista forse ignora -aggiunge l'esponente leghista- che grazie alla stangata sul costo del biglietto dei mezzi pubblici, al ritorno dalle vacanze ci sara' il rischio concreto di vedere in citta' migliaia di auto in piu' con una Milano sempre piu' al collasso con traffico e smog alle stelle".

Atti come questi "fanno chiaramente intendere che questa amministrazione sta perdendo letteralmente di vista quali sono le prorita' per Milano, perdendosi in beghe politiche e facendo cassa sfruttando servizi primari che non rientrano certamente nella sfera dei benefit", conclude Boni.

29/07/11

IMMIGRAZIONE: BONI; PERMESSO A PUNTI E' RISULTATO IMPORTANTE

(ANSA) - MILANO, 29 LUG - Davide Boni (Lega Nord), presidente del Consiglio lombardo, plaude alla decisione del Governo

di introdurre il 'permesso di soggiorno a punti', che vincola la concessione del documento agli

stranieri ad un percorso di formazione di due

anni e al raggiungimento di alcuni crediti.

''Nonostante il colpo basso ricevuto dalla Consulta nei giorni scorsi, che di fatto ha aperto per gli immigrati irregolari una vera

e propria autostrada verso i matrimoni di convenienza, il

Governo italiano - afferma Boni in una nota - ha ottenuto un risultato importante perchè grazie

al lavoro del Ministro dell'Interno, qualsiasi straniero voglia restare nel nostro Paese è

chiamato a rispettare regole ben precise, ottenendo dei crediti che possono aumentare o

diminuire in base alla volontà dell'immigrato di integrarsi realmente nel nostro tessuto sociale".

''Mi auguro solo che, per l'ennesima volta, nessuno si adoperi per disfare quanto il Governo sta

facendo per garantire sicurezza e legalità sul territorio" è l'auspicio del Presidente

dell'assemblea lombarda.

PARCHI, BONI: "NESSUN RISCHIO PER LE AREE PROTETTE"

(OMNIMILANO)Milano, 29LUG - "Sono molto soddisfatto. Le modifiche introdotte sono infatti

il frutto di un confronto proficuo tra i membri del parlamento lombardo, che ha consentito

di migliorare il documento iniziale, soddisfacendo anche molte richieste delle associazioni

ambientaliste."

E' quanto ha dichiarato il Presidente del Consiglio regionale Davide Boni commentando il

dispositivo legislativo approvato ieri sera dall'Assemblea regionale lombarda sulle aree

protette. "Nessun rischio, quindi, per i parchi lombardi, ma solo il tentativo - ha aggiunto

Boni - di migliorare le norme già esistenti, salvando i confini delle aree verdi, trasformando

gli attuali consorzi di gestione in enti di diritto pubblico e migliorando il rapporto da parchi

e Regione, facendo in modo che l'ente parco resti comunque il protagonista del territorio di

propria competenza. In questo modo - ha concluso Boni - è stata data una risposta equilibrata

e condivisa per mettere fine a tutti gli allarmismi che erano stati alimentati nei mesi scorsi

intorno ad un argomento che sta a cuore alla nostra Regione".

28/07/11

MILANO e PISAPIA, GIUNTA "RADICAL CHIC"?

Milano colpita e affondata. Perché mentre la sinistra se la prende con il Governo centrale e la manovra finanziaria, nel capoluogo lombardo la Giunta Pisapia sta mostrando il suo vero volto. Un calvario tra nuove tasse e aumento delle tariffe legate a servizi indispensabili, che costeranno un bel gruzzolo alle famiglie milanesi. Tassa sui rifiuti, incremento delle rette dell’asilo nido, aumento del biglietto dell’Atm non sembrano proprio rientrare nel panorama degli accorgimenti fiscali che andranno a colpire benefit o le fasce privilegiate della popolazione e neppure porteranno alcuna rivoluzione nello stesso ente pubblico. Uno scherzo che costerà mediamente alle famiglie milanesi un esborso aggiuntivo di quasi cinquecento euro all’anno. Ma la Giunta Pisapia non era forse quella che aveva promesso di non mettere le mani nelle tasche dei cittadini, oltre a garantire la gratuità dei mezzi pubblici per gli over 65, tassando i ricchi per dare ai più indigenti? Si vede che il vento arancione è soffiato troppo forte e si è portato via con sé anche qualche pagina del programma elettorale. Una stangata, quella voluta dalla Giunta milanese, che introdurrà per la prima volta anche l’addizionale Irpef. D’altra parte non potevamo aspettarci molto da un Assessore al bilancio abituato ad un modo ormai superato di fare politica che ha subito adottato il motto, tanto caro ai seguaci di Vendola, della necessità di fare cassa attraverso le tasse, senza guardare in faccia a nessuno. Il problema però è che a Milano pensionati e lavoratori dipendenti si troveranno a dovere pagare questa manovra locale, con l’aumento del biglietto dell’Atm che lieviterà a ben un euro e mezzo. Forse la giunta radical chic non ha ancora capito che i mezzi pubblici li usano studenti, giovani, adulti e anziani oltre ai pendolari che non possono utilizzare la propria auto o il taxi per andare a lavorare. Nessuna misura è stata invece prevista per recuperare soldi dall’evasione fiscale, per l’imprenditoria giovanile o per tutelare realmente le fasce over 65. Questo mentre c’è stato tutto il tempo per occuparsi di nuove consulenze e assunzioni. Resta anche da capire con quali modalità siano state individuate le fasce per l’introduzione dell’Irpef, perché i tetti fino ad oggi previsti non annunciano nulla di buono. Vediamo se gli alleati di Pisapia continueranno a reggere l’urto, facendo buon viso dinanzi a provvedimenti che fino all’altro ieri avrebbero fatto gridare allo scandalo. Basterebbe che il popolo arancione rileggesse il proprio programma elettorale e le linee programmatiche per rendersi conto che quanto invece sta avvenendo nelle stanze comunali non ha nulla a che vedere con la favola che è stata così abilmente raccontata nei mesi scorsi.

CONSIGLIO REGIONALE: ORDINE DEL GIORNO SEDUTE DI: GIOVEDI’ 28 LUGLIO 2011 e VENERDì 29 LUGLIO 2011


ORDINE DEL GIORNO
SEDUTE DI:
GIOVEDI’ 28 LUGLIO 2011
(dalle ore 10.00 alle ore 24.00 con intervalli
tra le 13.00 e le 14.30 e tra le 20.00 e le 21.00)
VENERDI’ 29 LUGLIO 2011
(dalle ore 10.00 alle ore 13.30)

1. Comunicazioni del Presidente del Consiglio

2. Approvazione dei processi verbali delle sedute precedenti
􀂃 26 luglio 2011
􀂃 27 luglio 2011
3. Variazione componenti nella Giunta delle elezioni – I variazione.

4. PROGETTO DI LEGGE N. 0076
Nuova organizzazione degli enti gestori delle aree regionali protette e modifiche alle leggi
regionali 30 novembre 1983, n. 86 (Piano generale delle aree regionali protette. Norme per
l'istituzione e la gestione delle riserve dei parchi e dei monumenti naturali, nonchè delle aree di
particolare rilevanza naturale e ambientale) e 16 luglio 2007, n. 16 (Testo unico delle leggi
regionali in materia di istituzione di parchi).
iniziativa: Presidente della Giunta regionale
VIII COMMISSIONE CONSILIARE
Relatore: Cons. Saffioti con relazione scritta

5. PROPOSTA DI RISOLUZIONE N. 0008
Risoluzione in merito alla proposta di un progetto di legge avente ad oggetto la promozione
della tutela delle aree protette.
VIII COMMISSIONE CONSILIARE
Relatore: Cons. Saffioti

6. PROGETTI DI LEGGE ABBINATI N. 0104/0101/0105
Modifiche alla legge regionale del 30 luglio 2008, n. 24 'Disciplina del regime di deroga
previsto dall'articolo 9 della direttiva 79/409/CEE del Consiglio, del 2 aprile 1979,
concernente la conservazione degli uccelli selvatici, in attuazione della legge 3 ottobre 2002,
n. 221 (Integrazioni alla legge 11 febbraio 1992, n. 157, in materia di protezione della fauna
selvatica e di prelievo venatorio, in attuazione dell'articolo 9 della direttiva 79/409/CEE)'.
iniziativa: Consiliare
VIII COMMISSIONE CONSILIARE
Relatore: Cons. Parolini con relazione scritta

7. PROGETTO DI LEGGE N. 0106
Approvazione del piano di cattura dei richiami vivi per la stagione venatoria 2011/2012 ai
sensi della legge regionale 5 febbraio 2007 n. 3 ‘Legge quadro sulla cattura dei richiami vivi’
iniziativa: Consiliare
VIII COMMISSIONE CONSILIARE
Relatore: Cons. Pedretti con relazione scritta

8. PROGETTO DI LEGGE N. 0094
Mutamento delle circoscrizioni comunali dei comuni di Brembate e Capriate San Gervasio, in
provincia di Bergamo.
iniziativa: Presidente della Giunta regionale
II COMMISSIONE CONSILIARE
Relatore: Cons. Zuffada con relazione scritta

9. PROPOSTA DI REFERENDUM N. 0003
Referendum consultivo per il mutamento della denominazione del comune di Godiasco, in
provincia di Pavia, in quella di Godiasco Salice Terme.
II COMMISSIONE CONSILIARE
Relatore: Cons. Mirabelli

10. PROPOSTA DI NOMINA N. 0003
Designazione di un componente nella sezione regionale di controllo della Corte dei Conti.

11. PROPOSTA DI NOMINA N. 0032
Nomina di un componente nel collegio dei revisori dei conti dell'Agenzia regionale per la
protezione dell'ambiente (ARPA), in sostituzione di componente deceduto.

27/07/11

RIFIUTI: BONI (LEGA), PER SINISTRA IL NORD E' DISCARICA DEL PAESE

(AGI) - Milano, 27 lug. - "Fosse per la sinistra italiana, il Nord sarebbe gia' ufficialmente da un pezzo la discarica a cielo aperto dell'intero Paese". Cosi' Davide Boni, presidente del Consiglio della Regione Lombardia, ha commentato l'approvazione di un ordine del giorno alla Camera, presentato dal Pd, per il trasferimento dell'immondizia campana nelle altre Regioni, in particolare in quelle del Nord. "Forse il Pd - ha detto l'esponente leghista - non ha ancora capito che essere federalisti non significa spalmare su tutto il territorio nazionale gli errori commessi dai soliti, in modo che le citta' del Nord che oggi dimostrano nei fatti di essere sopra la media nazionale nell'ambito della raccolta differenziata, si accollino l'inefficienza altrui". Secondo il presidente, "fortunatamente per i lombardi il Pd non e' maggioranza di Governo e pertanto il loro bieco tentativo di punire il Nord, per salvare i soliti enti del Sud che hanno sempre vissuto grazie all'assistenzialismo, fallira' come al solito grazie anche al lavoro che la Lega Nord ha sempre svolto per tutelare chi amministra in maniera responsabile".

26/07/11

LOMBARDIA: CONSIGLIO RICORDA VITTIME NORVEGIA E MILITARI UCCISI IN AFGANISTAN

Milano, 26 lug. (Adnkronos) - Il Consiglio regionale della Lombardia ricorda le vittime della strage in Norvegia e i due militari uccisi in Afghanistan questo mese. Dopo l'esecuzione dell'Inno di Mameli, il presidente del Consiglio, Davide Boni, ha ricordato, con un minuto di silenzio, le 76 vittime della strage di venerdi' scorso in Norvegia.

Successivamente, lo stesso Boni, ha poi chiesto all'aula di ricordare, con un altro minuto di silenzio, gli ultimi due militari italiani uccisi in Afghanistan: Roberto Marchini, guastatore della Folgore, rimasto ucciso a causa di un'esplosione il 12 luglio scorso nel distretto di Bakwa e il caporalmaggiore David Tobini, morto ieri nella valle del Murghab, durante un conflitto a fuoco.

25/07/11

ORDINE DEL GIORNO SEDUTE DI: MARTEDI’ 26 LUGLIO 2011 e MERCOLEDì 27 LUGLIO 2011


ORDINE DEL GIORNO
SEDUTE DI:
MARTEDI’ 26 LUGLIO 2011
(dalle ore 10.00 alle ore 24.00 con intervalli
tra le 13.00 e le 14.30 e tra le 20.00 e le 21.00)
MERCOLEDI’ 27 LUGLIO 2011
(dalle ore 11.00 alle ore 24.00 con intervalli
tra le 13.00 e le 14.30 e tra le 20.00 e le 21.00)

1.
Comunicazioni del Presidente del Consiglio

2.
Approvazione dei processi verbali delle sedute precedenti
􀂃
28 giugno 2011
􀂃
29 giugno 2011
􀂃
5 luglio 2011

3.
PROGETTO DI LEGGE N. 0108
Rendiconto generale per l'esercizio finanziario 2010.
iniziativa: Presidente della Regione
I COMMISSIONE CONSILIARE
Relatore: Cons. Parolo con relazione scritta

4.
PROGETTO DI LEGGE N. 0109
Assestamento al bilancio per l'esercizio finanziario 2011 ed al bilancio pluriennale 2011/2013 a legislazione vigente e programmatico - I provvedimento di variazione con modifiche di leggi regionali.
iniziativa: Presidente della Regione
I COMMISSIONE CONSILIARE
Relatore: Cons. Valentini Puccitelli con relazione scritta

MINORI: CORECOM LOMBARDIA, MONITORAGGIO SU PROGRAMMAZIONI TV LOCALI

(ASCA) - Milano, 25 lug - La Tv? Sempre piu' mediocre conprogrammazioni che non sono adatte ai ragazzi, in palese violazione del Codice di tutela Tv e minori. A dirlo e' una ricerca del Moige, il Movimento Genitori, che ha presentato oggi in Consiglio regionale con il supporto del Corecom Lombardia, presente anche il Presidente dell'Assemblea regionale lombarda Davide Boni, il quarto volume ''Un anno di zapping'', vera e propria radiografia impietosa dei format che spiccano ''per voyeurismo, esibizionismo e volgarita'''.

La ricerca e' stata fatta analizzando dal punto di vista non solo tecnico ma anche psicologico oltre 100 programmi andati in onda in fascia protetta sui canali generalisti e satellitari e segnalati dai genitori utenti all'Osservatorio Media del Moige, con particolare attenzione dell'intera programmazione fiction Rai e Mediaset. Obiettivo della ricerca: individuare quali messaggi, espliciti e impliciti, vengono inviati attraverso le immagini, i suoni, i tempi, il movimento e i colori e quali effetti psicologici tali messaggi possono avere sui piccoli spettatori.Nella ricerca di quest'anno un'attenzione maggiore e' stata data anche ai cartoon. Sbagliato - evidenzia infatti il Moige - pensare che il mondo dei cartoni animati sia un universo di programmazione al riparo da qualsiasi accenno di esibizionismo, volgarita' o violenza, come ci rimanda involontariamente il collegamento con i cartoon di Disney, con le sue sceneggiature e personaggi che sono ancora icone di un mondo tutto a misura di bambino. Oggi, invece, non e' piu' cosi', come dimostrano anche le programmazioni di questo genere finite nella lista nera del dossier.''Chiediamo - ha detto Antonio Affinita, direttore generale del Moige che ha curato il dossier, alla cui presentazione sono intervenuti la responsabile dell'Osservatorio media dell'associazione Elisabetta Scala e il Vicedirettore del centro di ricerca sui media e la comunicazione dell'Universita' Cattolica di Milano Piermarco Aroldi - - una normativa piu' stringente a fronte a una televisione sempre piu' mediocre. D'altra parte, oggi, violare il Codice di tutela tv e minori non arreca alcun danno perche' le multe che vengono comminate alle produzioni televisive sono irrisorie''.Richiesta sulla quale concorda anche il Presidente del Corecom Lombardia Fabio Minoli. Che aggiunge:''Riteniamo particolarmente significativo il contributo dato da questa ricerca nel portare in evidenza l'esigenza che i programmi televisivi offrano per tutti, grandi e piccini, una sempre maggiore qualita'. Proprio per questo consideriamo necessario un futuro monitoraggio anche della qualita' della programmazione locale, con specifico riferimento all'impatto sui minori''.Nel suo intervento, il Presidente del Consiglio regionale Davide Boni ha sottolineato il ruolo strategico che i media hanno oggi nella nostra societa', dunque - ha avvertito il Presidente dell'Assemblea regionale lombarda- se non si fa attenzione i messaggi che vengono lanciati rischiano di essere diseducativi e pericolosi. ''Non tutto quello che viene trasmesso rientra infatti - ha sottolineato Boni - nel campo della corretta informazione e del sano divertimento.Un'attenzione maggiore deve quindi essere dedicata a quei programmi trasmessi in orari protetti, accessibili anche alle fasce piu' deboli e indifese della nostra societa', come i bambini e in generale i minori. Per questo e' necessario lavorare per avere una televisione sempre piu' di qualita', che sappia essere un valido strumento di supporto alla loro crescita''.

COMUNE, BONI: "CON AUMENTI ATM E IRPEF CITTÀ SEMPRE PIÙ PER POCHI"

(OMNIMILANO) Milano, 25 LUG - "Oggi più che mai i cittadini di Milano, e sopratutto la fascia

più debole, verranno colpiti da un sistema di tariffe di secondo grado molto pesanti, così la

vita a Milano sara' sempre più per pochi".

Lo ha dichiarato il presidente del consiglio regionale Davide Boni, interpellato sull'aumento

del biglietto Atm e sull'introduzione dell'addizionale Irpef a margine di un incontro in Regione

dedicato ai programmi televisivi per bambini. "Questa amministrazione comunale e' partita

in campagna elettorale contrapponendosi ad un sistema che non funzionava, però adesso mi

domando e domando ai milanesi cosa sta succedendo - ha aggiunto -.

Milano non e' così facile da gestire e continuando così i piu' deboli saranno esclusi dalla città di

Milano, che sara' sempre di più' una città per pochi".


23/07/11

RIFORME: BONI (LOMBARDIA), STOP A CUMULO VITALIZI

(ASCA) - Pescara, 23 lug - ''Io personalmente sono per una riforma profonda dei vitalizi dei consiglieri regionali e sono per il blocco del cumulo. Oggi in Italia ci sono 22 sistemi diversi e da parte dei Consigli regionali c'e' grande interesse per dare un contributo con una riforma che sia condivisa e che vada ad erodere i privilegi''.

In un colloquio con l'Asca, il coordinatore della Conferenza dei presidenti delle assemblee legislative regionali e presidente del Consiglio regionale della Lombardia, Davide Boni, commenta la presa di posizione della Conferenza che ha approvato delle linee guida per avviare un confronto sulla riforma dei costi della politica. A margine della riunione della Calre, Boni ha spiegato che ''entro il 30 settembre metteremo sul piatto gia' delle proposte molto concrete''.Sul ddl di riforma costituzionale approvato ieri dal Consiglio dei ministri, Boni ha spiegato che ''la riforma Calderoli va nella direzione giusta bisogna pero' confrontarsi sul ruolo dei Consigli regionali''.

19/07/11

EXPO 2015: BONI (LEGA), NO A NOMINA DUE COMMISSARI CON STESSE FUNZIONI

Milano, 19 lug. (Adnkronos) - “Da rappresentate delle istituzioni lombarde e da cittadino, mi auguro che la prospettata collaborazione trasversale da Regione e Comune di Milano possa accelerare il processo di realizzazione di tutte le opere correlate ad Expo 2015, dividendo comunque in maniera chiara ed inequivocabile le competenze di entrambi. Così Davide Boni, Presidente del Consiglio della Regione Lombardia, ha commentato la notizia circa la proposta di nomina di Pisapia e di Formigoni al ruolo rispettivo di Commissario straordinario e di Commissario generale.

Non avrebbe infatti senso procedere alla nomina di due Commissari di pari grado e con lo stesso ruolo, rischiando in questo modo di ritardare i passaggi chiave per arrivare preparati all’esposizione universale.

Appesantire ulteriormente la macchina organizzativa non gioverebbe infatti né alle istituzioni coinvolte, né allo stesso Expo. Meglio quindi una distinzione netta tra i ruoli, per procedere a passo spedito verso il 2015”.

18/07/11

MILANO: BONI (LEGA), TUTELARE MERCATI COMUNALI ED EVITARE PRIVATIZZAZIONE

Milano, 18 lug. (Adnkronos) - "Sono anni che la Lega Nord sostiene la necessita' di tutelare i mercati comunali, guardando con scetticismo alla proposta di privatizzarli. Va bene procedere alla loro sistemazione, migliorando anche le postazioni lavorative dei commercianti, ma snaturare completamente la loro vocazione tradizionale sarebbe davvero troppo". Cosi' Davide Boni, presidente del Consiglio della Regione Lombardia, e' intervenuto sulla questione della privatizzazione dei mercati comunali e alla contrarieta' espressa dall'assessore al Commercio del Comune di Milano al piano che prevede la loro cessione.

"I mercati comunali -spiega Boni- sono ormai radicati sul territorio e rappresentano, soprattutto per i piu' anziani e per coloro che non hanno un mezzo proprio per andare nei grossi supermercati, dei punti di riferimento importanti in cui fare la spesa e socializzare".

Per l'esponente leghista "non ci sarebbe alcun problema a sostenere un progetto che veda la loro difesa e la loro valorizzazione. Ciascun amministratore ha il dovere di andare oltre alle barricate politiche e a collaborare ad iniziative, come queste, che possono soddisfare le esigenze dei milanesi".

15/07/11

RIFIUTI, BONI: "NESSUNA DISPONIBILITÀ AD ACCOGLIERE QUELLI CAMPANI"

(OMNIMILANO) Milano, 15 LUG - “Apprendo dalla stampa che i colleghi dell’Idv hanno presentato una mozione invitando la Lombardia ad accogliere i rifiuti napoletani: preannuncio quindi fin da subito la mia totale contrarietà a ricevere nella nostra Regione anche solo un sacco di spazzatura proveniente da Napoli e dalla Campania.

E’ comunque paradossale che l’Idv arrivi perfino a mettere sotto accusa la Lombardia per quanto sta accadendo in un’altra Regione. Le istituzioni lombarde non hanno infatti alcuna responsabilità per l’inefficienza e il lassismo dimostrati da altri.

Proprio un movimento che porta nel suo nome il richiamo a certi valori, dovrebbe evitare di fare del campanilismo politico su questo tema, tentando di soccorrere un Sindaco del proprio partito, e dovrebbero preoccuparsi maggiormente dei diritti della Regione in cui si trova: la Lombardia ha già dato tanto e troppo. E’ il momento di dire seccamente basta a questo bieco assistenzialismo”.

Così Davide Boni, Presidente del Consiglio della Regione Lombardia, ha commentato le dichiarazioni del gruppo regionale dell’Idv che ha presentato una mozione a favore dell’intervento, da parte della Regione Lombardia, a ricevere i rifiuti napoletani.

IMMIGRAZIONE, BONI: "TUTELARE ISTITUZIONI CHE LOTTANO PER SICUREZZA E LEGALITA' "

(OMNIMILANO) Milano, 15 LUG - “E’ avvilente che due istituzioni importanti, come il Viminale e la Prefettura di Milano, che operano per mantenere la sicurezza e l’ordine in questo Paese, siano stati accusati di avere commesso un atto discriminatorio, facendo semplicemente applicare le norme vigenti e procedendo ad allontanare un clandestino.
Hanno forse sbagliato le istituzioni a compiere il proprio dovere, oppure le persone che, introducendosi in maniera irregolare sul nostro territorio, commettono di fatto un reato? Prese di posizioni come quelle assunte dal Tribunale del lavoro di Milano, rischiano di svilire il ruolo delle istituzioni.

A riprova del lavoro concreto che si sta facendo, resta comunque il raggiungimento da parte del Ministro dell’Interno di un altro traguardo importante verso la legalità, ovvero l’approvazione del decreto legge che prevede l’espulsione immediata degli immigrati irregolari considerati pericolosi, allungando peraltro la possibilità di permanenza nei Cie.

E’ un infatti un dato inconfutabile che l’immigrazione clandestina alimenta la delinquenza e pertanto va fermata in maniera decisa”.

Così Davide Boni, Presidente del Consiglio della Regione Lombardia, ha commentato la decisione da parte del Tribunale del Lavoro di Milano di accogliere il ricorso di un cittadino extracomunitario irregolare e le nuove norme in materia di espulsioni approvate dalla Camera.

14/07/11

SCUOLA: BONI (LEGA NORD), E' TEMPO DI REGIONALIZZARE ALBI

(ANSA) - MILANO, 14 LUG - Dopo questo risultato, resta sul tavolo la questione di regionalizzare gli albi degli insegnanti, con test d’accesso e la permanenza nella scuola dove si è stati nominati, in modo che ogni Regione possa dare la precedenza ai propri docenti nelle assunzioni, evitando anche il solito problema delle cattedre vacanti a poche settimane dall’inizio della scuola”.
Lo afferma in una nota il Presidente del Consiglio regionale della Lombardia, Davide Boni.

“Dinanzi all’accordo raggiunto sul piano triennale per l’immissione di oltre 67 mila insegnanti precari, non si può che fare i complimenti al Ministro dell’Istruzione.

Con questo passaggio la Gelmini è infatti riuscita a porre rimedio ad anni di errata programmazione nell’ambito del reclutamento degli insegnanti, tanto che alla fine il numero dei precari nella scuola pubblica ha raggiunto cifre elevatissime, così che le assunzioni sono risultate eccedenti rispetto al necessario.

Milano: Boni: “non si possono ridimensionare e svilire le mansioni svolte dalle forze dell’ordine”


In merito alla presenza dei militari sul territorio milanese è intervenuto Davide Boni, Presidente del Consiglio della Regione Lombardia:

“Non si può mettere a repentaglio il controllo del territorio e la sicurezza di tutti i milanesi per una questione prettamente politica e demagogica. La presenza delle forze dell’ordine nelle nostre strade è un atto di responsabilità e non il tentativo di militarizzare la nostra città.

Nessun cittadino onesto si è mai imbarazzato per la presenza di una divisa accanto ad una stazione ferroviaria o sotto la propria abitazione. Al contrario, qualsiasi persona che rincasa la sera tardi, o si trova ad attendere da solo un mezzo pubblico, è tranquillizzato dalla vicinanza fisica di un agente o di un militare.

Non si possono infatti cambiare da un giorno all’altro le mansioni svolte dalle forze dell’ordine, svilendo in questo modo un compito estremamente delicato e importante”.

EXPO 2015: BONI (LEGA), SINISTRA PRENDE ATTO CHE LAVORO FATTO NON E' DA BUTTARE

Milano, 14 lug. - (Adnkronos) - “Dopo aver costruito una campagna elettorale sui temi urbanistici, puntando il dito sulla programmazione attuata dalla Giunta Moratti anche a colpi di ricorsi, la sinistra ha dovuto prendere atto che il lavoro svolto fino ad oggi sul progetto di Expo, che ha portato il Bie a premiare Milano, non era da buttare. E' quanto afferma il Presidente del Consiglio regionale lombardo, Davide Boni.

La scelta della Giunta Pisapia, di proseguire sulla strada già avviata, è quindi indice che molte visioni preconcette devono essere superate utilizzando elementi certi e non facendosi trasportare dalla demagogia e dalle convinzioni politiche.

Tutto questo - aggiunge - con buona pace dell’Assessore Boeri e dello stesso neo Assessore all’Urbanistica del Comune di Milano che hanno invece criticato molte delle scelte effettuate dalla precedente amministrazione”.

13/07/11

Boni: “La realtà brianzola si dimostra una punta di diamante della sanità lombarda”

Milano, 13 luglio 2011 – Prosegue il “tour in corsia” del Presidente del Consiglio regionale Davide Boni, che questa mattina ha visitato la struttura e i reparti dell’Asl di Monza e Brianza, dove è stato ricevuto dal direttore generale Humberto Pontoni. Nell’occasione sono intervenuti i responsabili dei vari dipartimenti dell’Azienda sanitaria locale monzese, che hanno illustrato l’attività e le problematiche dei vari settori.
E’ mia intenzione in qualità di Presidente del Consiglio regionale –ha spiegato Boni- incontrare i direttori generali delle Aziende Ospedaliere e delle Asl lombarde, confrontarmi con loro e visitare le strutture sanitarie, mantenendo un dialogo costante perché eventuali problemi o necessità della sanità lombarda possano così arrivare quanto prima all’attenzione del Consiglio regionale”.Occorre promuovere un nuovo modello di sanità –ha ribadito il presidente Boni- incentrato su una sana competizione qualitativa tra le varie realtà sanitarie e ospedaliere lombarde, che sappia al contempo promuovere e far comprendere l’importanza di scelte orientate verso l’innalzamento della qualità della vita e della salute e di conseguenza dei servizi sanitari”.Come spiegato dal suo direttore generale e dai responsabili dei dipartimenti, l’Asl di Monza e Brianza è suddivisa in cinque distretti, coinvolge 55 Comuni e interessa circa 800mila abitanti. Progetti innovativi sono stati avviati in numerosi campi, sia per quanto concerne le cure primarie che il settore della prevenzione medica, dell’appropriatezza delle cure e dell’Alzheimer. In quest’ultimo campo, come ha spiegato la responsabile del dipartimento, l’Asl ha avviato uno screening che prende il via sin dalla prima diagnosi formulata dal medico curante e che consente allo specialista di fornire da subito un quadro dettagliato della gravità e dello sviluppo della malattia, garantendo a ogni paziente una cura costante e personalizzata.
L’Asl di Monza e Brianza si dimostra ancora una volta una punta di diamante della sanità lombarda –ha detto il presidente del Consiglio Davide Boni- e i progetti che mi sono stati illustrati dimostrano l’elevata qualità e innovazione delle cure mediche sperimentate e attuate: in particolare mi ha colpito anche l’attento monitoraggio degli stranieri presi in cura presso le strutture dell’Asl di Monza e Brianza, che consente un approccio nuovo nella ricerca di cure appropriate e mirate anche per casi di eventuali nuove malattie”.Soddisfazione è stata espressa dal neo direttore generale dell’Asl Humberto Pontoni, che ha sottolineato come “la vicinanza e il sostegno dell’istituzione regionale che ci ha portato e garantito oggi il Presidente Boni è uno stimolo per tutti noi a lavorare in modo sempre migliore con la serenità e la consapevolezza di poter contare su un interlocutore attento e presente. La nostra –ha aggiunto Pontoni- è una realtà positiva, che necessita però di un equilibrio dinamico che va costantemente perfezionato al fine di garantire una offerta di servizi sempre puntuale e rispondente alle esigenze dei cittadini”.

OCCUPAZIONE: BONI, NESSUN PROBLEMA A CONVOCARE CONSIGLIO

Milano, 12 lug. (Adnkronos) - ''Non c'e' alcun problema a convocare un Consiglio Regionale su tematiche cosi' importanti, come quelle legate all'occupazione e alla crisi dei posti di lavoro". E' quanto risponde il presidente del Consiglio regionale della Lombardia, Davide Boni, a quanti chiedono un consiglio straordinario per discutere di occupazione.

"Cosi' come gia' evidenziato -ha aggiunto Boni- e' la Conferenza dei Capigruppo a programmare lo svolgimento delle sedute consiliari: proprio lunedi' prossimo si terra' una riunione dei Capigruppo durante la quale il Pd potra' chiedere la calendarizzazione di questa seduta tematica''.

12/07/11

Il presidente Davide Boni domani in visita all’Asl di Monza e Brianza

01_Marchio_Cosiglio


Il presidente Davide Boni domani in visita all’Asl di Monza e Brianza

Alle ore 11 in Auditorium l’incontro con i giornalisti


Milano, 12 luglio 2011 – Prosegue il “tour in corsia” del Presidente del Consiglio regionale Davide Boni, che domani mattina mercoledì 13 luglio sarà in visita alla struttura e ai reparti dell’Asl di Monza e Brianza, dove sarà ricevuto dal direttore generale Humberto Pontoni. Al termine dell’incontro alle ore 11 il Presidente Boni incontrerà i giornalisti all’interno dell’Auditorium dell’Asl in viale Elvezia 2 a Monza.

E’ mia ferma intenzione in qualità di Presidente del Consiglio regionale –evidenzia Davide Boni- incontrare i direttori generali delle Aziende Ospedaliere e delle Asl lombarde, confrontarmi con loro e visitare le strutture sanitarie, mantenendo un dialogo costante perché eventuali problemi o necessità della sanità lombarda possano così arrivare quanto prima all’attenzione del Consiglio regionale”.

11/07/11

GOVERNO: BOSSI, SIAMO RIMASTI PER NON FARE LA FINE DELLA GRECIA

Cameri (Novara), 11 lug. (Adnkronos) - Si dice convinto della tenuta del Governo il ministro delle Riforme

Umberto Bossi perche' consapevole che in caso contrario il Paese farebbe la fine della Grecia.

"Il fatto stesso che non abbiamo battuto ciglio e che siamo rimasti al governo significa che avevamo coscienza di che

cosa sarebbe successo se fossimo andati via, avremmo

fatto la fine della Grecia". Lo ribadisce il Ministro delle Riforme, Umberto Bossi, che a margine della visita al

cantiere di produzione e assemblaggio dell'F35 Jsf si dice anche convinto che il ministro dell'Economia Giulio Tremonti resterà saldo al comando.

"Secondo me si' -ha risposto- sono i giornalisti che inventano tutto, la lite tra Tremonti e

Berlusconi, le liti dentro la Lega, sono dei creatori di barzellette".

MILANO: BONI (LEGA), PGT UN CAPRICCIO CHE COSTERA' CARO AI CITTADINI

Milano, 11 lug. (Adnkronos) - "Il capriccio di bloccare il Piano di Governo de Territorio,

rivedendo tutte le osservazioni presentate, non solo ingesserà il comune di Milano ma

determinera' il mancato incasso di milioni di oneri da qui al prossimo anno. Ovvio che, alla

fine, quelli su cui ricadra' questa posizione politica saranno sempre i cittadini di Milano, che

dovranno sopperire di tasca propria alla mancanza di introiti".

Cosi' Davide Boni, Presidente del consiglio della Regione Lombardia, intervenuto sulla decisione

dell'amministrazione di rivedere le osservazioni al Pgt presentate dai cittadini.

"La Giunta Pisapia -prosegue Boni- avrebbe fatto meglio a seguire il piano lasciato dalla

vecchia amministrazione per poi gestirlo ma, evidentemente, in coalizione ci sono già dei grossi

problemi nel definire il tipo di azioni da mettere in campo per la pianificazione del territorio.

Da qui -conclude Boni- molto probabilmente, il vero motivo per cui hanno deciso,

irresponsabilmente, di bloccare tutto".

RIFIUTI: BONI, IL COMUNE DI MILANO NON SMALTISCA QUELLI CAMPANI

Milano, 11 lug. - (Adnkronos) - "Quanto sta avvenendo non ha nulla a che vedere con il principio di solidarieta': qui si tratta di impedire che, come al solito, una citta' come Milano si trovi a sopperire l'inefficienza altrui". Cosi' Davide Boni, Presidente del consiglio della Regione Lombardia, interviene sul voto che ci sara' oggi durante il consiglio comunale di Milano sullo smaltimento dei rifiuti campani.

"Mi auguro -prosegue Boni- che il gruppo del Pd faccia un regalo a Milano e decida all'ultimo di votare a favore della citta' e dei diritti dei milanesi, appoggiando la mozione della Lega Nord e stralciando il proprio testo, ribadendo la necessita' di non portare nel nostro capoluogo l'immondizia campana".

Secondo Boni "non ci sono posizioni di mezzo da assumere: o si vuole la spazzatura campana oppure si dice chiaramente che non siamo piu' disposti a pagare per tutti".

"Resta comunque bene inteso -conclude Boni- che la Lombardia non ha intenzione di accogliere la spazzatura di Napoli. Sono quindi proprio curioso di capire se il Pd avra' il coraggio politico di tornare sui suoi passi e fare la cosa giusta per i milanesi".

Expo 2015: Boni, meglio commissario unico

Milano, 9 lug. - (Adnkronos) - "Il progetto di Expo riguarda l'intero Nord e tutto il Paese: non e' una questione di destra o di sinistra. Un unico Commissario garantirebbe la salvaguardia e il rispetto di tutto il lavoro svolto fino ad oggi". Cosi' Davide Boni, presidente del Consiglio della Regione Lombardia, ha commentato le notizie circa la scelta del Commissario per Expo 2015.

"Pertanto e' auspicabile - ha detto - che la nomina venga effettuata in tempi brevi, responsabilizzando tutti gli enti a procedere in un'unica direzione, per arrivare preparati ad accogliere l'esposizione universale".

BOND GRECI: BONI: "necessario comunicare ai lombardi i costi dell'operazione"

«Sulla questione dei bond greci si dovrebbe ammettere che è stato commesso un errore di valutazione o che si è stati mal consigliati». Il presidente del Consiglio della Regione Lombardia Davide Boni interviene sul tema dei titoli di Stato greci, acquistati negli anni scorsi dal Pirellone. «Nessuno di noi ha la palla di vetro per prevedere cosa accadrà in futuro, ma sarebbe importante che ai cittadini lombardi venga chiarito il motivo per cui la Giunta regionale ha deciso di investire in questi titoli e non in altri e, soprattutto, quanto ci costano? La consistenza dell’investimento deve essere supportata da cifre chiare che possano salvaguardare la nostra Regione da qualsiasi default greco e, nel contempo, chiarire la loro utilità nei cofronti dei cittadini lombardi».

08/07/11

PGT: Boni: “così si blocca la città di Milano”

“La rivalutazione delle osservazioni presentate dai cittadini rischia di rappresentare un precedente molto preoccupante: non vorrei che in questo modo si iniziasse a mettere in discussione ogni singolo procedimento amministrativo, così come la serietà e la competenza di chi ha effettuato le debite valutazioni tecniche.

Peraltro revocare la delibera sul PGT equivale a bloccare per almeno sei mesi la pianificazione e la conseguente attività edilizia sul territorio, ingessando totalmente il capoluogo lombardo, lanciato ormai verso Expo 2015”.

Così Davide Boni, Presidente del Consiglio della Regione Lombardia, ha commentato la decisione della Giunta Pisapia di revocare la delibera di approvazione del PGT e di rivalutare le osservazioni presentate dai cittadini.

07/07/11

RIFIUTI, BONI: "NESSUN 'YES WE CAN', ABBIAMO GIÀ DATO"

(OMNIMILANO) Milano, 07 LUG - “A quelli che sui rifiuti si ostinano a dire che “yes, we can”, noi lombardi ribadiamo “no, we did it”.

Abbiamo infatti già fatto tutto quello che si poteva fare per aiutare i napoletani: dopo quindici anni di interventi e di aiuti, la Lombardia, così come ha già detto l’assessore regionale Belotti, non ha nessun debito nei confronti dei napoletani e ha pertanto tutto il diritto di non ricevere e di non smaltire i rifiuti campani”

Così Davide Boni, Presidente del Consiglio della Regione Lombardia, ha ribadito la contrarietà, espressa anche dall’Assessore regionale Belotti, a ricevere i rifiuti campani

MISSIONI:CALDEROLI, OTTIMO LAVORO RISPETTO ASPETTATIVE LEGA

(ANSA) - ROMA, 7 LUG - ''La lettera che ho inviato ieri alla Presidenza de Consiglio è stata

efficace: si e' aperta una discussione che ha consentito di realizzare un ottimo lavoro in

base alle aspettative'' della Lega Nord. Lo afferma Roberto Calderoli, ministro della Difesa, in

conferenza stampa a Palazzo Chigi con il Ministro della Difesa Ignazio La Russa.

'La Lega ha sempre richiesto al ministro un progressivo ridimensionamento delle spese - spiega

Calderoli - Una esigenza accolta dalla Difesa anche alla luce di una crisi finanziaria che ha

comportato una manovra economica importante e che impone disagi per molte categorie".

06/07/11

RIFORME: BONI, DEMAGOGICO PROPORRE SOPPRESSIONE TUTTE PROVINCE

Milano, 6 lug. (Adnkronos) - “Da ex Presidente di Provincia ritengo sia strumentale e demagogico proporre l’abolizione totale di tutte le Province italiane: il risanamento dei conti dello Stato, così come la lotta agli sprechi, non passa infatti attraverso la soppressione totale di questi enti.
Così Davide Boni, Presidente del Consiglio della Regione Lombardia, ha commentato la proposta di abolire le Province italiane, respinta dalla Camera dei Deputati.

Meglio sarebbe che coloro che hanno solertemente votato questa proposta si affrettassero a sostenere in primis la Riforma Costituzionale di questo Paese, sostenendo il taglio dei Parlamentari e l’approvazione del Senato federale.

E’ quindi corretto rivedere in maniera organica tutto l’impianto statale, tagliando dove necessario, senza affrontare la questione in maniera frammentaria e demagogica. Non tutte le Province sono inutili: meglio abolire solo quelle inefficienti, tagliando quegli apparati statali che nel tempo sono diventati dei veri e propri carrozzoni”.


RIFIUTI: BONI (LEGA), LA LOMBARDIA HA GIA' FATTO AMPIAMENTE IL SUO DOVERE

Milano, 5 lug. (Adnkronos) - “Probabilmente il neo Sindaco di Milano si è perso alcuni passaggi negli ultimi anni, dimenticando che la Lombardia ha già ampiamente fatto il proprio dovere nell’ambito dell’emergenza rifiuti campani. Cosi' il presidente del Consiglio regionale lombardo, il leghista Davide Boni, risponde al sindaco Giuliano Pisapia che ha chiesto maggiore collaborazione da parte della Regione per la gestione dei rifiuti campani.


L’invio ora di personale specializzato e di alcuni compattatori rappresenta un intervento più che adeguato alla situazione: sono quindici anni che Napoli si trova in queste condizioni e non è corretto che, mentre al Nord la raccolta e lo smaltimento funzionano regolarmente con risultati egregi, altrove tutto questo non avviene.

Qui non si tratta di porre delle barricate politiche e ideologiche, perché ogni amministratore ha la responsabilità e il dovere di organizzare la raccolta e lo smaltimento dell’immondizia, senza scaricare il problema sugli altri. Le Regioni del Nord, che più volte hanno dovuto prestare il proprio aiuto, devono necessariamente fare fronte comune su questa vicenda”.

05/07/11

CONSIGLIO REGIONALE: ORDINE DEL GIORNO SEDUTA DI: MARTEDI’ 5 LUGLIO 2011



ORDINE DEL GIORNO
SEDUTA DI:
MARTEDI’ 5 LUGLIO 2011
(dalle ore 10.00 alle ore 20.00 con
intervallo tra le 13.00 e le 14.30)

1. Comunicazioni del Presidente del Consiglio

2. Approvazione dei processi verbali delle sedute precedenti
􀂃 28 giugno 2011
􀂃 29 giugno 2011

3. SVOLGIMENTO DI INTERROGAZIONI A RISPOSTA IMMEDIATA

4. SVOLGIMENTO DI INTERPELLANZE

5. MOZIONE 134
Dotazione di defibrillatori nei palazzi della Regione per il primo soccorso.
Iniziativa: CARUGO Stefano (P.D.L.), GIAMMARIO Giuseppe Angelo (P.D.L.), AZZI
Rienzo (P.D.L.), PERONI Margherita (P.D.L.), SAFFIOTI Carlo (P.D.L.), PAROLINI
Mauro (P.D.L.)

6. MOZIONE 177
Utilizzo dei defibrillatori automatici in ambiente extraospedaliero.
Iniziativa: ALFIERI Alessandro (P.D.)

7. MOZIONE 178
Compartecipazione dei cittadini alla spesa farmaceutica per i generici.
Iniziativa: VALMAGGI Sara (P.D.), ALFIERI Alessandro (P.D.), BARBONI Mario (P.D.),
BORGHETTI Carlo (P.D.), GIRELLI Gian Antonio (P.D.)

8. MOZIONE 158
Sostegno al decentramento amministrativo comunale.
Iniziativa: PAROLINI Mauro (P.D.L.), PERONI Margherita (P.D.L.)

9. MOZIONE 176
Emergenza profughi provenienti dal Nord-Africa in provincia di Brescia.
Iniziativa: BOSSI Renzo (L.L.-L.N.-P.), TOSCANI Pierluigi (L.L.-L.N.-P.), MARELLI
Alessandro (L.L.-L.N.-P.)

10. MOZIONE 103
Revoca della DUP 10 gennaio 2011, n. 2 concernente il servizio di auto e autista dei
componenti dell'Ufficio di presidenza del Consiglio.
Iniziativa: ZAMPONI Stefano (I.D.V.), CAVALLI Giulio (I.D.V.), PATITUCCI Francesco
(I.D.V.), SOLA Gabriele (I.D.V.)

11. MOZIONE 166
Revisione del patto di stabilità interno, a favore dei comuni virtuosi ed efficienti.
Iniziativa: PURICELLI Giorgio (P.D.L.), AZZI Rienzo (P.D.L.), RINALDIN Gianluca
(P.D.L.)

12. MOZIONE 169
Posizione della Regione sulle recenti iniziative legislative per il riconoscimento delle
associazioni di ex combattenti e di interesse delle Forze Armate.
Iniziativa: CREMONESI Chiara (S.E.L.)

13. MOZIONE 161
Controllo di prodotti con marchio collettivo contraffatto.
Iniziativa: LONGONI Giangiacomo (L.L.-L.N.-P.), TOSCANI Pierluigi (L.L.-L.N.-P.),
PEDRETTI Roberto (L.L.-L.N.-P.), BIANCHI Dario (L.L.-L.N.-P.), BOSSETTI Cesare
(L.L.-L.N.-P.), CIOCCA Angelo (L.L.-L.N.-P.), PAROLO Ugo (L.L.-L.N.-P.),
CECCHETTI Fabrizio (L.L.-L.N.-P.), ORSATTI Massimiliano Gino (L.L.-L.N.-P.),
ROMEO Massimiliano (L.L.-L.N.-P.), MARELLI Alessandro (L.L.-L.N.-P.), BOTTARI
Claudio (L.L.-L.N.-P.), COLLA Jari (L.L.-L.N.-P.), RUFFINELLI Luciana Maria (L.L.-
L.N.-P.), BOSSI Renzo (L.L.-L.N.-P.)

14. MOZIONE 160
Interventi per i danni causati dal nubifragio abbattutosi il 5 maggio 2011 sull'Oltrepò Pavese.
Iniziativa: VILLANI Giuseppe (P.D.)

15. MOZIONE 175
Adeguamento dei limiti di reddito per accedere alle partecipazioni per i carichi familiari.
Iniziativa: FATUZZO Elisabetta (P.P.)

16. MOZIONE 153
Completamento dei lavori per la realizzazione della tangenziale esterna di Milano (TEM).
Iniziativa: MARCORA Enrico (U.D.C.), QUADRINI Gianmarco (U.D.C.), BETTONI
Valerio (U.D.C.)

17. MOZIONE 179
Interventi di contrasto della povertà: reddito di autonomia e interventi di microcredito.
Iniziativa: PIZZUL Fabio (P.D.), ALFIERI Alessandro (P.D.), BARBONI Mario (P.D.),
BORGHETTI Carlo (P.D.), GIRELLI Gian Antonio (P.D.), VALMAGGI Sara (P.D.)

18. MOZIONE 180
Sostegno dei vigili del fuoco volontari.
Iniziativa: BRAMBILLA Enrico (P.D.), ALLONI Agostino (P.D.), BARBONI Mario (P.D.),
PIZZUL Fabio (P.D.), PRINA Francesco (P.D.), GAFFURI Luca (P.D.), BORGHETTI
Carlo (P.D.), VILLANI Giuseppe (P.D.), GIRELLI Gian Antonio (P.D.)