31/01/17

MILANO - LAMBRATE ACCAMPAMENTO ROM, BONI: "I CITTADINI SONO ESASPERATI, SALA SI ASSUMA LE PROPRIE RESPONSABILITA'"

In merito alla presenza di decine di roulotte accampate da giorni presso la zona Ortica/Lambrate, e' intervenuto il Segretario provinciale della Lega Nord, Davide BONI:

"Rifiuti, biancheria stesa in mezzo alla strada, sugli alberi, ovunque. Uno scenario desolante - commenta Boni - quello a cui assistono residenti e passanti che hanno denunciato più volte  la situazione senza però ottenere alcuna risposta".

"Al degrado più assoluto e a condizioni igienico sanitarie inesistenti, si aggiungono anche  episodi di scippi e furti. Questa Giunta - sottolinea Boni- resta però con le mani in mano. Chiediamo a Sala di intervenire per ristabilire ordine e legalità mediante controlli severi  e, laddove fosse opportuno, ad espulsioni immediate dei tanti pregiudicati ed irregolari che, nascondendosi negli accampamenti, continuano indisturbati a delinquere" .

 "È arrivato il momento che Sala si assuma le proprie responsabilità, - conclude Boni- senza scaricare le colpe sulle forze dell'ordine o sui cittadini sempre più esasperati" .

30/01/17

MILANO AIUOLE ESOTICHE, PALME E FORSE ANCHE UNA STATUA GIGANTE DIMARTIN LUTHER KING


I HAVE A DREAM... Il sogno di Martin Luther King grande politico e difensore dei diritti civili sta diventando un incubo. Non so quanto da lassù potrebbe apprezzare l'idea di vedere una sua statua collocata in Piazza Duomo a Milano. No, non è una bufala ma l'ultima Idea balorda dell'Assessore all'Urbanistica e Verde del Comune di Milano. Un'assurdità, un capriccio più che un sano tentativo di contaminazione artistica, culturale e sociale. Quale assurdo significato potrebbe avere accostare al maestoso stile gotico e neoclassico del simbolo del capoluogo con la carismatica figura dell'ecclesiastico battista statunitense che s'impegnò per tutta la vita contro la segregazione razziale? Il ruolo di Martin Luther King fu certamente decisivo e proprio da questo l'Assessore Maran dovrebbe prendere spunto e imparare a non speculare su una figura così importante. Certe battaglie si combattono in altra sede e non superficialmente collocate fuori luogo e accostate a palme e aiuole esotiche anch'esse assolutamente fuori luogo in Piazza Duomo.
Chissà che penserebbe di M.L. King di tanto bailamme... Maran mangi leggero la sera per evitare di fare strani sogni, confondendoli la mattina dopo con la realtà.
Così il Segretario Provinciale della Lega Nord Milano, Davide Boni.

25/01/17

BONI E ON. GRIMOLDI (LEGA NORD) – È ALLARME VIOLENZA A MILANO. IERI UN 16ENNE ACCOLTELLATO, DUE GIORNI FA UN PESTAGGIO VIOLENTO FUORI DA UNADISCOTECA. I CITTADINI CHIEDONO SICUREZZA


"Un 16enne accoltellato da un coetaneo a Milano? Da padre, prima che da politico, resto sgomento dinanzi a notizie come queste che denotano la preoccupante facilità con la quale si può quotidianamente restare vittime di episodi di violenza, indipendentemente dal fatto che tu sia un giovane studente, una donna o un anziano. Il dato di fatto è che ormai viviamo quotidianamente in un clima di terrore, consapevoli di essere abbandonati a noi stessi in una Milano male amministrata da una giunta che sembra aver dimenticato tutte le promesse fatte in campagna elettorale sul tema del controllo del territorio”. 

Lo afferma - in merito al grave episodio di violenza avvenuto nei pressi del Politecnico del Commercio e Turismo a Milano, con l’accoltellamento di un sedicenne da parte di un nordafricano - Davide Boni, segretario della Lega Nord Milano. Che aggiunge: “I cittadini sono esausti, pretendono e meritano di potere vivere tranquilli nella propria città. Purtroppo però questa violenza senza fine denota che la sicurezza, che per noi resta un tema prioritario, non lo è per il Sindaco Sala. La sinistra infatti finge di governare, - conclude Boni - senza rendersi conto che in molte parti della città il comando è purtroppo passato a criminali, ladri e spacciatori”.

A riguardo interviene anche l'on.Paolo Grimoldi, deputato della Lega Nord e Segretario della Lega Lombarda, che osserva: "Non passa giorno a Milano senza che accadano gravi fatti di cronaca. Ieri sera l'accoltellamento di un 16enne, sempre ieri una donna aggredita e rapinata per strada con la minaccia di un'arma da taglio, due giorni fa il brutale pestaggio di due ragazzi fuori da una discoteca. È allarme sicurezza a Milano, per colpa delle carenze dell'amministrazione Sala, inadeguata, ma anche per le evidenti responsabilità di Governo di chi a Roma, a Palazzo Chigi o al ministero degli Interni, ha volutamente scelto di tagliare drasticamente fondi al comparto sicurezza, alle nostre forze dell'ordine e agli enti locali, che in molti casi non hanno fondi per potenziare l'illuminazione pubblica, posizionare telecamere che servono da deterrente o per garantire il servizio notturno della Polizia Municipale. Ecco le drammatiche conseguenze, sui territori, dei continui taglia decisi da Roma."

24/01/17

MILANO CINGALESI GESTISCONO SCUOLA ABUSIVA IN ZONA CITTÀ STUDI, BONI: "LA LEGALITA' ORMAI NON SI SA PIU' DOVE STA DI CASA"

Sono stati scoperti e denunciati alcuni cingalesi, in quanto hanno dato vita ad una vera e propria scuola materna e primaria abusiva, senza autorizzazione del Provveditorato e senza permessi Ats. 
“A casa loro, in uno spazio di 40 metri quadrati, marito e moglie dello Sri Lanka insieme a un loro connazionale gestivano - senza per altro essere in possesso di alcun titolo d'insegnamento - 20 bambini, tra i tre e gli otto anni che a rotazione frequentavano la "scuola",  mentre loro intascavano una retta di 250 euro al mese a testa, per un totale di 5.000 euro circa al mese. “Così interviene il Segretario Provinciale Boni“.  Anche i cingalesi si sono fatti furbi, hanno recepito il messaggio fuorviante del malgoverno della sinistra milanese,  ancora oggi totalmente incapace di mandare un segnale forte di legalità, un richiamo seguito da azioni di prevenzione mirate, che mettano definitivamente un freno a questo circolo vizioso. “ e conclude “ Non si può arrivare sempre dopo le forze dell'ordine e dichiararsi ingenuamente "preoccupati per la situazione". L'Assessore Rozza dovrebbe avere una sola priorità: controllare e prevenire! “

MILANO - SICUREZZA: ANCORA FURTI E RAPINE IN CORSO COMO, BONI: "UNA DERIVA INCONTRASTATA"

La zona della movida milanese si sta trasformando in un teatrino della delinquenza. Nella notte tra sabato e domenica sono stati fermati in via di Tocqueville due ucraini di 22 e 31 anni; arrestati dalla polizia dovranno rispondere di tentata rapina e di aggressione a danni di un addetto alla sicurezza di un locale. Ma non finisce qua perché dopo qualche ora, alle 4:30 circa, un turista finlandese è stato aggredito fuori dall'hotel da un nordafricano che lo aveva avvicinato con l'intento di rubargli cellulare e portafoglio. Il malcapitato ha reagito ma in una manciata di secondi si è ritrovato accerchiato da un gruppo di uomini, e derubato del denaro contante.
Garibaldi, Corso Como e dintorni, zone che erano apprezzate da giovani e adulti per gli eleganti locali alla moda, sono ormai scenario di rapine e furti, dove rapinatori e ladruncoli dettano legge seminando il terrore. 
"Di questo dobbiamo dire grazie alle politiche scellerate sull'immigrazione del governo italiano, che consente l'ingresso incontrollato a chiunque compresi delinquenti e criminali, e grazie soprattutto alla giunta Sala che si ostina a non voler aprire gli occhi affidando la sorte di chi transita in queste zone per il 50% alla fortuna e per il rimanente 50% all'incessante lavoro delle forze dell'ordine che ormai dovrebbero essere dovunque temporaneamente."
Così il Segretario Provinciale Milanese Davide Boni in merito alla incessante scia di furti e rapine.

MILANO – PIANTE ESOTICHE IN PIAZZA DUOMO #BONI: “CON SALA ANCHE L’ARREDO URBANO SI SOTTOMETTE ALLA GLOBALIZZAZIONE”

In merito al rifacimento delle aiuole in Piazza Duomo, al quale collaborerà anche Starbucks, è intervenuto il Segretario Provinciale della Lega Nord, Davide BONI:
“Palme, banani e piante esotiche, – ironizza Boni – esattamente la tipica vegetazione che ci si aspetterebbe di trovare in Piazza del Duomo. Ormai non c’è più limite a nulla: con questo atto Sala dimostra di sottomettere perfino l’arredo urbano alla globalizzazione”.
“Imprenditori che fanno tutto ciò che vogliono con il beneplacito del Comune, - sottolinea Boni - facendosi pubblicità a spese del decoro e delle tradizioni millenarie che accompagnano la nostra terra e la nostra storia anche nell’ambito florovivaistico”.
“Questa Giunta ha perso rispetto per tutto ciò che l’identità locale rappresenta, – conclude Boni – forse pensando che le piante esotiche, molto radical-chic, aiutino a giustificare altre scelte ben più scellerate in ambito di immigrazione e di nuove moschee….”.

21/01/17

MILANO - AUTOVELOX: BONI: "PIù CHE DI SICUREZZA, TRATTASI DI INCASSARE ALLE SPALLE DEL CITTADINO"


Giro di vite per i furbetti degli autovelox. Così annunciano l'assessore alla sicurezza Carmela Rozza e Marco Granelli assessore alla mobilità. "Per carità se tutto questo darsi da fare servisse davvero a tutelare i cittadini e non solo a fare cassetto ne saremmo profondamente grati."
l'Assessore Rozza inoltre racconta tronfia che entro la fine dell'anno ne installeranno di nuovi in punti sensibili della città e che addirittura li hanno già ordinati.
"Ma non sarebbe più logico pensare davvero a un sistema per fare rallentare quelli scellerati che guidano all'impazzata mettendo a rischio il più delle volte non solo la loro vita ma anche l'incolumità di malcapitati pedoni e ciclisti? Sapete a cosa servono gli autovelox davvero? Ad allevare una generazione di fenomeni che frenano sotto la telecamera e accelerano subito dopo provocando magari un incidente mortale poco più in là... Ma tanto al Comune cosa importa? L'importante è fare diecimila multe al giorno e incassare 358 euro al minuto!"
Così Davide Boni, Segretario Provinciale Lega Nord, in riguardo ai nuovi Autovelox in funzione su territorio di Milano.

20/01/17

MILANO - TASSAZIONE BONI: “SALA ATTUA IL WELFARE ALL’INCONTRARIO”

In merito all’aumento dei servizi a Milano come mensa, pre-scuola e centri estivi, è intervenuto il Segretario Provinciale della Lega Nord, Davide BONI:

“Spacchettamento delle tariffe, rincari nei servizi pre-posto scuola, – commenta Boni – nei centri estivi e la revisione del sistema Isee. Milioni di euro che entreranno nelle casse comunali e che nel contempo andranno a colpire migliaia di famiglie milanesi. Ma le novità che possiamo definire “anti- welfare”, adottate da Sala e compagni, non si fermano qui, perché giungono notizie preoccupanti che riguardano perfino il congelamento delle convenzioni con i nidi privati e anche con gli oratori“.

“Decisioni che stridono fortemente con i problemi che ogni giorno affrontano le famiglie, – sottolinea Boni – in un tentativo goffo e nel contempo dannoso non solo di stangare il ceto medio ma anche di spostare le utenze dal privato al pubblico, senza però capire che in momento come questo l’applicazione del principio di sussidiarietà nella gestione di servizi utili alle famiglie è assolutamente fondamentale”.

“Invece di reperire risorse altrove, – conclude Boni – senza sperperarle a vanvera in iniziative ideologiche e politicizzate, Sala preferisce colpire le famiglie che sono di fatto l’ultimo baluardo rimasto di questa società”.

MILANO - PONTE DEGLI ARTISTI CHIUSO PER LAVORI LA PASSERELLA SOSTITUTIVA NON ARRIVA E I NEGOZI STANNO CHIUDENDO! BONI: FRUTTO DELL'INCAPACITA' DI GOVERNARE

In merito ai disservizi causati dalla chiusura del Porte degli artisti è intervenuto il segretario provinciale della Lega Nord Milano, Davide Boni.
"I negozi stanno chiudendo per mancanza di collegamento tra la zona di Porta Genova/Navigli con via Tortona e via Savona. Questo l'allarme lanciato tempo fa dai commercianti del quartiere che attendevano la passerella ciclopedonale per la fine dell'anno scorso. Invece non è arrivata nemmeno per la settimana della Milano Moda Uomo."
"A che gioco sta giocando l'amministrazione comunale che ancora una volta ha rinviato l'apertura della struttura verde di ferro che collega le due parti del quartiere?"
Il Comune non può non tener conto del grave disagio dei molti negozianti che mentre aspettano che qualcuno si metta una mano sulla coscienza, devono vedersela con un calo del 50% del fatturato. Da tempo avevano lanciato l'S.O.S ma solo ieri Granelli, assessore Mobilità e Ambiente e Rabaiotti (Lavori Pubblici) si sono degnati di recarsi sul posto per un sopralluogo, annunciando l'apertura poco prima della settimana della Moda Donna, con un evento in grande stile. Il mal governo milanese vive di belle parole e false promesse, questo è un ritardo imperdonabile per l'economia di uno dei luoghi più turistici di Milano!

18/01/17

MILANO – IMMIGRAZIONE CLANDESTINA BONI: “identificare in maniera certachi entra ed esce dai centri di accoglienza”


In merito all’ordinanza di custodia cautelare emessa a carico di Osman Matammud, il somalo arrestato a Milano con l'accusa di avere ucciso quattro persone e di avere sequestrato, torturato e violentato centinaia di suoi connazionali nel centro libico di Bani Walid, è intervenuto il Segretario Provinciale della Lega Nord, Davide BONI: 

“Matammud, il somalo di 22 anni fermato a Milano dopo essere stato riconosciuto da due minorenni violentate nel campo di raccolta di migranti illegale in Libia, e ora ospiti  nel centro di accoglienza di Via Sammartini, - commenta Boni -  è accusato di essere tra gli organizzatori dei viaggi dei barconi che partono dalla Libia per arrivare in Italia e che costano circa 7500 dollari a testa”. 

“A suo carico – sottolinea Boni – ci sono accuse pensantissime, grazie anche alla testimonianza di alcune  vittime: violenze sessuali su decine di donne, sequestro di persona a scopo di estorsione verso altre centinaia di persone e quattro omicidi. Nel lager libico chi non aveva il denaro richiesto veniva picchiato, torturato con scariche elettriche oppure ucciso”. 

“L’altro fatto inquietante è che questa bestia – chiosa Boni – sia riuscito a mettere piede nel centro di accoglienza di Via Sammartini, accompagnato da un connazionale, come se niente fosse per poi essere riconosciuto da alcune sue vittime, rischiando il linciaggio”. 

“Contrariamente a quanto hanno sostenuto non solo Alfano e Renzi ma anche Majorino e soci, - conclude Boni - ormai non possiamo più negare che nascosti sui barconi della speranza arrivino anche terroristi come Amri e aguzzini spietati come Matammud. Personaggi che poi varcano le soglie dei centri di accoglienza come se niente fosse….”.

16/01/17

SICUREZZA - SGOMINATA GANG DEDITA AL TRAFFICO DI STUPEFACENTI


“Prima di tutto un grande plauso alle forze dell’ordine – commenta il Segretario Provinciale della Lega Nord, Davide BONI – che con un blitz, grazie anche all’aiuto dei cittadini,  hanno sgominato nei giorni scorsi una banda di stranieri pregiudicati che con un giro d’affari illecito è riuscita a guadagnare ben 85 mila euro. Significativo come durante la perquisizione i Carabinieri di Sesto San Giovanni abbiano trovato quantitativi ingenti anche di hashish e di cocaina”.

“L’unica considerazione che possiamo fare dinanzi al lavoro che quotidianamente svolgono tra mille sacrifici le nostre forze dell’ordine, – conclude Boni – è che sarebbe ora che in questo Paese vengano applicate leggi più severe nei confronti di chi pensa di arricchirsi sulla pelle degli altri.  Tutti devono comprendere che l'Italia non è il Bengodi e che non è vero che tutto sia possibile. Chi vuole stare qui deve imparare a rispettare le regole”.

14/01/17

MILANO – ONDATA DI GELO #BONI: “IL COMUNE INTERVENGA PER TEMPO METTENDO IN SICUREZZA STRADE E MARCIAPIEDI”

In merito al fenomeno del gelicidio e al mancato intervento tempestivo da parte del Comune di Milano è intervenuto il Segretario provinciale della Lega Nord, Davide #BONI: 

“Oggi su Milano splendeva il sole ma l'ondata di gelo non sembra essere terminata.  Solo nella nostra città 1.500 persone tra adulti e bambini, - commenta Boni - si sono viste costrette a recarsi presso i pronto soccorso più vicini dopo essere scivolate su marciapiedi e strade trasformati in vere e proprie piste di ghiaccio”.  

"In poche ore anche le strutture ortopediche dei principali ospedali della città sono andate in codice nero, - sottolinea Boni – ovvero il massimo grado di difficoltà, in concomitanza le linee del 118 sono andate in tilt. Il Comune non può fare finta di nulla confidando nel bel tempo ma deve prendere provvedimenti urgenti per evitare che si riformino queste trappole micidiali pericolose per pedoni, ciclisti e mezzi di trasporto. Il fenomeno del "gelicidio", – chiosa Boni -  segnalato peraltro per tempo dai meteorologi, non deve più prendere alla sprovvista l’amministrazione comunale milanese che dovrebbe preventivamente intervenire con tutti gli uomini a disposizione e usando i mezzi spargisale su strade, marciapiedi e davanti alle scuole per evitare il riformarsi dei lastroni di ghiaccio e non solo annunciarli con slogan a mezzo stampa". 

"Eventualmente – ironizza Boni -  suggerirei al Comune di fornire ai cittadini dei pattini da ghiaccio da usare sulle piste ciclabili ormai diventate piste  ghiacciate”.

IMMIGRAZIONE – GESTIONE CENTRI DI ACCOGLIENZA BONI: “FARE LUCI SULLEMODALITA’ DI ASSEGNAZIONE DELLA GESTIONE DEI CENTRI”


In merito al bando per la gestione del nuovo centro di accoglienza, ubicato presso l’ex caserma Montello, è intervenuto il Segretario Provinciale della Lega Nord, Davide BONI: 

“Una gestione allo sbando, – commenta Boni – con i soldi pubblici gettati al vento e affidati, non si capisce con quale criterio oggettivo, a chi sta dimostrando in varie parti del Paese, dal Veneto alla Lombardia, di non sapere come gestire situazioni difficili, con centri sovraffollati, senza che nessuno sappia con esattezza l’identità e quante sono le persone ospitate, tanto che rivolte e fughe sono ormai all’ordine del giorno”.

“Tra le questioni in sospeso c’è anche quella della Caserma Montello, – sottolinea Boni – balzata alle cronache già qualche mese fa per l’affidamento da parte della Prefettura della sua gestione alla fondazione con a capo Moriggi, religioso finito in guai finanziari sui quali deve essere ancora fatta chiarezza”.

“Ci auguriamo che oltre al danno di avere sul territorio migliaia di clandestini, che non hanno ancora alcun status di rifugiato, - conclude Boni – non ci sia la beffa che a gestire queste strutture siano sempre i soliti nomi. Pertanto invitiamo gli organi competenti a vigilare attentamente, non solo sull’affidamento delle strutture  ma anche sul rispetto delle regole di gestione”.

13/01/17

MAGENTA – CASO VINCENZIANA BONI: “PER IL BENE DI TUTTI CHIUDERE SUBITO QUESTE STRUTTURE”



In merito al caso di AIDS riscontrato presso la Vincenziana di Magenta (MI), che ospita dei richiedenti asilo, è intervenuto il Segretario Provinciale della Lega Nord, Davide Boni:

“Le notizie che giungono da Magenta sono allarmanti: la Vincenziana, balzata alle cronache per i casi di tubercolosi e per le tensioni createsi con cittadini e forze dell’ordine, ora torna a far parlare di sè per un caso di AIDS registrato tra i richiedenti asilo”.

“Una situazione gravissima, – sottolinea Boni – anche per le voci insistenti che nei mesi scorsi hanno visto alcune donne magentine entrare ed uscire dalla struttura medesima, dopo incontri galanti con gli stessi clandestini. Chi si occupa dello stato sanitario di queste persone? Chi verifica cosa facciano tutto il giorno e chi sono le persone che entrano ed escono dalla struttura come se niente fosse?”.

“Condizioni di degrado come queste possono solo raggiungere l’obiettivo di esasperare gli animi tra i residenti. Tutto questo è assurdo – continua Boni - non solo per una cittadina come Magenta ma per tutto l’hinterland milanese, perché ben presto, andando avanti di questo passo, anche Milano si troverà in condizioni disastrose come queste”.  

“La verità è che il Governo centrale ha sempre e solo pensato a scaricare il problema sui Comuni, - conclude Boni – affidandosi a persone che evidentemente non hanno la capacità di gestire situazioni delicate come queste. Se queste sono le Cooperative incaricate di occuparsi del problema dei richiedenti asilo,  allora per il bene di tutti queste strutture andrebbero chiuse immediatamente”.

10/01/17

BONI, LEZ O CASSA PER IL COMUNE?

Nel  PUMPS - Piano Urbano della Mobilità Sostenibile – del  comune di Milano si legge   la volontà di creare una Low Emission Zone – LEZ – con il fine di ridurre le emissioni inquinanti dai veicoli, causa maggiore dell’aumento del PM10.
Su questo argomento interviene il Segretario provinciale della Lega Nord, Davide BONI : 

“Da una prima lettura del PUMPS si evince che ancora una volta il Comune cerca di far cassa, non affrontando i reali  problemi dell’inquinamento. Per prima cosa dobbiamo ricordare che Milano ha già un’area C che non può essere scissa da una eventuale Lez . Infatti, uno dei  problemi principali per Milano sono le migliaia di automobili che ogni giorno si riversano in città.” "Invece di fare due barriere, una per i mezzi pesanti  e una per le macchine in centro, con tariffe salatissime anche per i residenti, -sottolinea Boni- sarebbe più utile spostare gli accessi all'area C ai confini della città, facendo pagare diversamente chi entra in Milano da chi vi risiede". "Inoltre sarebbe opportuno realizzare parcheggi di corrispondenza, adiacenti alle  metropolitane, in modo da garantire lo spostamento anche con mezzi pubblici.  L’assessore Granelli  dovrebbe anche pensare ai cittadini che da Ottobre 2017 non potranno  più circolare con macchine euro 3 a gasolio e a questo aggiungiamo anche le macchine Gpl e metano che dal prossimo Febbraio per entrare nell’area C dovranno pagare. Questo alla faccia delle campagne pubblicitarie  in cui illudevano i cittadini che con quelle tipologie di macchine sarebbero stati  esclusi dalle gabelle!".  "Alla giunta Sala manca una visione metropolitana di Milano - conclude Boni -  rimanendo ancorata alla valorizzazione  solo del Municipio 1, perdendo di vista ancora una volta le periferie e i cittadini. "