15/11/11

Il governo Monti costa il doppio di quello del Cavaliere



Monti garantirà il vitalizio che era a rischio a 350 parlamentari di prima nomina. In caso di elezioni, nessuno di loro ce l'avrebbe fatta con le nuove regole sui vitalizi in vigore da questa legislatura. Senza contare gli altri 264 parlamentari eletti per la prima volta nel 2006 e poi rieletti nel 2008. Anche a loro Monti fa un regalo proseguendo la legislatura: consentirà loro uno scatto previdenziale che consentirà a tutti di percepire almeno Euro 4.202 mensili di vitalizio dall'età di 60 anni. Si tratta insomma di quasi mezzo miliardo di Euro, sia pure spalmato su più anni, aumento ottenuto da un governo che dovrebbe far stringere la cinghia e rimettere a posto i conti dello Stato.
Inoltre, il costo del governo snello e tecnico di Monti sarà molto più elevato di quello del governo guidato da Berlusconi. Hanno infatti lasciato 23 ministri, 3 viceministri e 38 sottosegretari. I loro stipendi oscillavano fra 40 e 50 mila euro lordi annui.
Il costo complessivo annuo era 2,8 milioni di Euro. L'ipotesi di nuovo governo Monti è quella di una squadra di 12 ministri e 25 sottosegretari, tutti tecnici. Per una legge dello Stato fatta da Romano Prodi, a tuti loro verrà dato uno stipendio più alto, a compensazione della mancata indennità parlamentare: 132 mila euro lordi all'anno. Invece che 2,8 milioni, il governo Monti costerà così quasi il doppio: 4,9 milioni all'anno.
Bersani, nel frattempo avvalla il tutto.

Nessun commento:

Posta un commento