27/12/11

Green Hill: Boni, mai più allevamenti-lager in Italia


Milano, 27 dic. - (Adnkronos) - "Sulla vicenda di Green Hill e' auspicabile un lavoro congiunto tra tutti i livelli istituzionali che possa, non solo portare alla chiusura di questo allevamento-lager, ma anche impedire che nella nostra Regione e nel nostro Paese si possano ripetere episodi come questo". Cosi' Davide Boni, Presidente del Consiglio della Regione Lombardia, e' intervenuto sulla situazione dell'allevamento di Montichiari.
"In qualita' di Presidente del Consiglio - ha ricordato - ho gia' avuto modo di incontrare alcuni attivisti, cosi' come nei giorni scorsi lo stesso Presidente Formigoni si e' dimostrato sensibile su questo tema. L'attenzione della Lombardia e' quindi massima su un problema che riguarda le nostre coscienze e che non puo' consentirci di accettare alcuna forma di tortura nei confronti degli animali, in particolari di cani e gatti".
"Per questo - ha concluso Boni - mi auguro che grazie all'impegno di tutti con l'anno nuovo si ponga finalmente fine a questa pratica incivile e indegna per la nostra Regione e per tutto il nostro Paese".

6 commenti:

  1. Al momento siamo tutti fermi alle parole , promesse aspettative che restano parole sinceramente da canto mio mi sono stancata di sentirle mentre si continua l'esecuzione alla morte con tutti i presupposti di fare cessare in questo preciso momento ! Ci sono ragazzi al freddo nelle tende che continuano a presidiare lontano dalle loro famiglie , per queste festività che di solito si passano in famiglia e ci sono i cani che continuano a stare lì e green hill in attività ? L'anno prossimo è fatto di 12 mesi quanto ancora bisogna parlare invece di agire ??????? Lory

    RispondiElimina
  2. il Comitato Montichiari contro Green Hill auspica che dalle parole si passi velocemente ai fatti! Dal canto nostro continueremo a tenere alta l'attenzione su Green Hill e combatteremo questa battaglia di civiltà fino alla chiusura effettiva, definitive e senza "trucchi" di questo allevamento intensivo di morte!

    RispondiElimina
  3. di belle parole ne sentiamo costantemente, speriamo che il Sig.Boni passi molto velocemente all'azione xchè se Dio vuole noi di tempo ne abbiamo,ma x i nostri Beagle chiusi nel lager il tempo è un qualcosa che in ogni istante può essergli strappato di mano,xciò passiamo ai FATTI!!!Noi nel frattempo continueremo a stare svegli!!!
    cristian del curto
    www.illabirintodikristian.blogspot.com

    RispondiElimina
  4. Intanto che si sta fermi alle parole i cani continuano ad essere portati negli stabulari per subire le peggior torture!!! BASTA!!! VOGLIAMO GREEN CHIUSO E I CANI LIBERI!!!! Un paese civile deve AGIRE SUBITO!!!!

    RispondiElimina
  5. va bene. green hill chiude e marshall, in quanto proprietaria dei cani, li prende e li sposta tutti!!!!
    alessandra

    RispondiElimina
  6. mi auguro che quando chiudera' troveremo questi angeli,perche' non sara'cosi',nel frattempo i laboratori lavorano,gli angeli piangono,noi siamo qui.

    RispondiElimina