13/02/16

MILANO – BONI: “PER LA SINISTRA SI’ ALLA LINGUA ROM, NO AL DIALETTO LOMBARDO”


In merito alla proposta di legge presentata alla Camera, con primo firmatario un deputato del Sel, per il riconoscimento della minoranza linguistica storica di rom e sinti, è intervenuto il Segretario Provinciale della Lega Nord, Davide Boni: 
“Sarebbe da analizzare seriamente – ironizza Boni - la modalità con la quale la sinistra affronta le questioni linguistiche e culturali: mentre in Lombardia il Pd ha aspramente criticato il progetto di legge per la tutela e la promozione della lingua lombarda, a livello nazionale viene addirittura presentata una proposta per il riconoscimento della minoranza linguistica di rom e sinti”. 
“Un mondo totalmente alla rovescia, – spiega Boni – perché non si comprende per quale ragione da un lato si voglia impedire la diffusione e l’utilizzo della lingua lombarda, anche nelle istituzioni, e dall’altro si fa di tutto per riconoscere le inflessioni linguistiche a noi totalmente estranee che non fanno in alcun modo parte del nostro tessuto sociale e culturale”. 
“Una sinistra – conclude Boni - che ad ogni livello, nazionale e comunale, sembra fare di tutto per svendere le nostre radici, persino quelle linguistiche”.

Nessun commento:

Posta un commento