15/05/13

Spedizioni punitive a orologeria e abuso della parola razzismo. Ora basta

Dopo il fatto grave avvenuto a Milano qualche giorno fa, dove ci sono stati 3 morti a causa di picconate, alcuni schieramenti politici hanno portato la loro solidarietà al quartiere, cercando di riportare all'opinione pubblica il problema della sicurezza.
I primi a recarci in zona Niguarda sul fatto dell'accaduto siamo stati noi della Lega, e siamo stati aggrediti in due momenti diversi, domenica e poi lunedì sera, da militanti del PD ben organizzati. I media han parlato di residenti qualunque, ma stranamente i tali si sono ripresentati anche ieri in occasione nella manifestazione del Pdl.
Le stesse facce, le stesse parole, gli stessi insulti e le stesse cariche contro coloro che al quartiere vorrebbero riportare sicurezza.
Quello che mi domando è se questa gente non si vergogna ad insultare al posto di chiedere aiuto per avere un quartiere migliore, se non si vergogna ad organizzare spedizioni punitive ad orologeria!?! Ecco credo che certi individui pensino e si credano in facoltà di poter aggredire (lunedì sera anche donne), per il solo gusto di urlare e dare contro alla loro opposta fazione politica.
Trovo anche stucchevole giustificare l'atto come fatto da qualcuno, disagio, fame ecc ecc. Ricordo che il soggetto Kaboto, 21 anni ghanese oltre ad essere immigrato clandestino era anche plurisegnalato.
Qui non è questione di essere contro gli immigrati, è che persone clandestine già più volte segnalate, non devono essere libere di poter uccidere. Una Nazione deve pensare al proprio popolo altrimenti non è una Nazione.
E' inconcepibile razionalmente dare aiuto o scusare chi viene da altre Nazioni mentre il nostro popolo è ormai ridotto alla fame, è inaccettabile dare fondi a paesi in via di sviluppo mentre abbiamo malati di cancro che devono pagarsi le cure perché non ci sono fondi per la Sanità! Usare la parola razzismo in questi casi è prassi, la parola razzismo viene usata ormai senza cognizione di causa.
Il razzismo è quando si discrimina una razza per agevolarne un altra, ed in questo caso non si vuole agevolare nessuno, ma dare un dignitoso vivere ai cittadini italiani e la giusta punizione ad un omicida.
I cittadini italiani e regolari che pagano le tasse meritano un futuro. Un futuro che non sia di sofferenza ma di tranquillità. Meritano città sicure e la certezza che gli omicidi non possano girare per strada indisturbati con un piccone.


Nessun commento:

Posta un commento