22/06/13

EXPO, Pisapia con aumento tassa di soggiorno lo vuole affossare mentre Maroni lo sponsorizza

Il nostro "caro" sindaco di Milano, non contento di aver introdotto la tassa di soggiorno circa un anno fa (settembre 2012), tassa che la precedente amministrazione non aveva mai voluto introdurre, ha bellamente deciso di aumentarla.
Così mentre il Presidente di Regione Lombardia, Roberto Maroni, fa di tutto per incentivare Expo con la UE, con incontri strategici a Bruxelles con Barroso, il sindaco arancione affossa l'evento.
L'aumento è di 1 euro a stella al giorno per turista o uomo d'affari che alloggerà negli hotel di Milano, ad esclusione dei 5 stelle.
Se l'introduzione di settembre aveva inciso ad una famiglia media di 4 persone in un hotel 3 stelle di 12 euro al giorno, con l'attuale aumento, la famiglia arriverà a spendere 16 euro, cifra che in un periodo di crisi come quello attuale ha un incidenza pesante sull'economia della famiglia in vacanza. 
Come può allora una famiglia estera decidere di arrivare a Milano per l'Expo con questi rincari??
Ricordo inoltre che l'attuale giunta ha già aumentato IMU, addizionale Irpef e la tassa Cosap. Dopo le bastonate ai milanesi si decide di bastonare il turista, che poi altro non è che l'elemento essenziale del turismo della città. 
Dire che sono senza parole è poco, credo che il continuo gravare sulle tasche dei risparmiatori avrà ritorsioni sempre più pesanti. Al momento comunque credo che la gestione Pisapiana del Comune di Milano sia a dir poco oscena e mi auguro vivamente che, come in gergo calcistico alcuni dicono, non arrivi a mangiare il panettone, e se non è il panettone speriamo nella colomba.

Nessun commento:

Posta un commento