23/02/15

NUTRIE. BONI ALLA BRAMBILLA: “SERVE L’ERADICAZIONE TOTALE DELLA SPECIE”

Mantova, 23 febbraio 2015 – “Non sono certo che Michela Brambilla sia al corrente dei gravi danni che le nutrie procurano all’agricoltura mantovana. Interi campi vengono danneggiati da questi animali che il deputato di Forza Italia definisce “specie protetta””. Lo dichiara il Commissario della Lega Nord provinciale di Mantova, Davide Boni.

“La nutria, che è un animale importato e non autoctono, si riproduce molto velocemente provocando danni non solo all’agricoltura, perché, nutrendosi dei germogli di piante erbacee ed arboree, rade i campi di cereali mettendo a serio rischio la produzione e, di conseguenza, la redditività delle imprese agricole locali, ma provoca anche danni infrastrutturali in quanto creano tane in prossimità di canali ed arginature scavando lunghe ed ampie gallerie provocando crolli ed esondazioni. Per questi motivi come Lega Nord siamo per l’eliminazione totale della specie. In passato in Provincia il gruppo ha già presentato mozioni con queste richieste, puntualmente bocciata però dall’attuale Amministrazione provinciale”, ha aggiunto Boni.

“Uno dei passaggi fondamentali della Legge Regionale 7 ottobre 2002, n.20 approvata lo scorso novembre, autorizza “l’eradicazione” sul tutto il territorio lombardo di questo roditore. Il che vuole dire che non è più un animale “protetto” ma bensì riconosciuto come “specie nociva”. Si calcola che sul territorio ci siamo oltre un milione di esemplari di cui la maggior parte (180 mila) esemplari in Provincia di Mantova. Direi che la Brambilla ha perso una buona occasione per tacere”, ha concluso Boni.

Nessun commento:

Posta un commento