12/04/16

MILANO – AGGRESSIONE CENTRI SOCIALI AL BANCHETTO DELLA LEGA NORD - BONI: “le violenze non ci fermeranno mai”


In merito all’aggressione ad opera di alcuni facinorosi ai danni di alcuni militanti della Lega Nord, presso il banchetto allestito in piazzale Rosa, nel quartiere Corvetto, è intervenuto il Segretario provinciale della Lega Nord, Davide BONI:
“E’ inammissibile che una città come Milano – commenta Boni – resti in ostaggio di gruppi di delinquenti che manifestano le proprie idee politiche attraverso il linguaggio della violenza. D’altra parte la Giunta Pisapia ha sempre consentito ai centri sociali di scorazzare per la città, restando impuniti e lasciandoli tranquillamente occupare interi stabili. Ma la musica cambierà perché i milanesi sceglieranno una Milano più sicura, dove la legalità sarà un valore irrinunciabile”. 
“Da Segretario provinciale – continua Boni - mi stringo attorno ai militanti che coraggiosamente continuano a portare avanti le idee del nostro movimento in maniera pacifica, senza cadere in provocazioni. Peraltro, dopo un periodo di lunga collaborazione con le forze dell’ordine, dovuta ad aggressioni già subite in passato, avevamo scelto volontariamente di non continuare ad usufruire del servizio prestatoci a protezione dei nostri militanti e sostenitori durante i banchetti. Non volevamo infatti un dispiegamento di forze dell’ordine mentre veniva svolta una semplice attività di propaganda e comunicazione politica, così come è previsto dalla democrazia”. 
“A prescindere dalla riflessione che a questo punto dovremo fare e che con tutta probabilità ci vedrà costretti a tornare sui nostri passi, – conclude Boni – l’unico dato certo è che quanto avvenuto non ci fermerà mai. Milano merita di essere liberata da questi personaggi che umiliano e quotidianamente distruggono la nostra amata città”.

2 commenti:

  1. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  2. Soliti "democratici" che in mancanza di argomenti usano la violenza... Vigliacchi delinquenti!!! È una vergogna!!!!!!!!!

    RispondiElimina