08/08/12

BANDO Finanziamento per centri di raccolta comunali o intercomunali dei rifiuti urbani e assimilati


BANDO
Finanziamento per centri di raccolta comunali o intercomunali dei rifiuti urbani e assimilati
Il bando mette a disposizione 5 milioni di euro, per il triennio 2012-2014, con l'obiettivo di incrementare la raccolta differenziata.
BENEFICIARI
Beneficiari dei finanziamenti:
·         comuni singoli
·         comuni associati
·         comunità montane (solo nel caso di centri di raccolta a servizio di comuni in numero maggiore a due).
INTERVENTI AMMISSIBILI
Caratteristiche delle infrastrutture incentivate
·         nuovi centri di raccolta comunali o intercomunali per la raccolta differenziata dei rifiuti urbani e assimilati di cui al D.M. 8 aprile 2008;
·         ampliamenti/potenziamenti/adeguamenti infrastrutturali di centri esistenti di raccolta, comunali o intercomunali, per la raccolta differenziata di rifiuti urbani e assimilati,ivi comprese tutte le altre infrastrutture esistenti riconducibili al DM 8 aprile/2008;
SPESE AMMISSIBILI
Spese ammesse:
·         costi delle opere e delle attrezzature interne, in quanto funzionali al conferimento, raccolta e stoccaggio provvisorio delle diverse frazioni merceologiche dei rifiuti;
·         locali guardiola, sistemi di telecontrollo e di sicurezza dell’infrastruttura;
·         spese tecniche e imprevisti (rispettivamente, nella misura massima del 7% e del 5% dell’ammontare dell’appalto);
·         costi per l’eventuale acquisizione delle aree di intervento (nella misura massima del 10% degli oneri complessivi);
·         IVA, ove non recuperabile o compensabile.
Sono esclusi i costi di acquisto e gestione dei mezzi motorizzati destinati alla movimentazione interna.
ENTITA’ DEL CONTRIBUTO
Contributo a rimborso ventennale senza interessi fino alla concorrenza massima del 70% della spesa ammissibile e comunque non superiore a Euro 200.000.
Importo minimo di autofinanziamento pari al 30% della spesa ammissibile, qualora la stessa coincida con il costo del progetto e in ogni caso fino alla completa copertura finanziaria del costo del progetto.
Per i progetti, proposti da piccoli comuni, come definiti nella normativa regionale di riferimento, è possibile presentare richiesta di finanziamento a fondo perduto,nel limite del 50 % del contributo ammissibile, l.r 33/91, art. 8.
Per i progetti previsti in strumenti di programmazione negoziata regionale, di cui alla l.r. 2/2003, è possibile presentare richiesta di finanziamento a fondo perduto,nel limite del 25 % del contributo ammissibile, l.r. 33/91 art. 8.
SCADENZA
Per la presentazione dell’istanza on-line è necessario collegarsi al Sistema informativo raggiungibile all’indirizzo web https://gefo.servizirl.it/frisl/  a partire dalle ore 10:00 del giorno martedì 04 settembre 2012 e fino alle ore 16:00 del giorno martedì 05 marzo 2013.
L’originale della scheda illustrativa di progetto presentata on-line, firmata dal legale rappresentante dell’ente, dovrà essere allegata a tutta la documentazione cartacea che dovrà essere consegnata al protocollo dell’Amministrazione regionale, entro martedì 12 marzo 2013, pena l’esclusione della richiesta dal finanziamento.
LINK

Nessun commento:

Posta un commento