02/08/12

Milano: "Ladri di biciclette" con risvolti violenti e la Giunta milanese pensa al registro delle coppie di fatto e al concerto di bonghisti africani


Non c'è giorno che passi senza notizie di aggressioni, furti, sparatorie e crimini violenti a Milano. Solo ieri l'aggressione di un 73enne che mentre percorreva viale Farini, è stato fermato e malmenato da un balordo. L'anziano è in fin di vita con numerose fratture al volto per il solo fatto di aver difeso la sua bicicletta.

Una città Milano che sta subendo una gravissima involuzione in termini di sicurezza. La tolleranza e il continuo lassismo della giunta rossa attuale, con la sua accoglienza ad ogni costo, sta trasformando la città in un luogo sempre più insicuro e di paura.
La crisi attuale porta ormai non solo a rubare una bicicletta rompendo un lucchetto, ma a malmenare e a colpire in pieno volto un anziano per appropriarsene; una sorta di "ladri di bicliclette", poveri senza lavoro e disperati che delinquono con risvolti violenti, cosa che nel film di De Sica non accade.
Quel che però è piú preoccupante, è il fatto che per le strade milanesi non vi è più una presenza adeguata di forze dell'ordine atte a mantenere la criminalità quanto meno sotto controllo. I cittadini hanno paura e la giunta Pisapia non fa nulla per arginare il problema, forse che nelle loro prioritá c'era il registro delle coppie di fatto e un concerto di Bonghisti africani.

Nessun commento:

Posta un commento