10/04/13

Milano, Scuola San Giusto - BASTONI (LEGA NORD): LA CHIUSURA? SINTOMO DELL'IDEOLOGIA MARXISTA-LENINISTA DI QUESTA GIUNTA

Sulla chiusura della "San Giusto" è intervenuto il consigliere comunale della Lega Nord Massimiliano Bastoni:
"Ad oggi non riusciamo ancora a capire per quale motivo il comune dovrebbe dismettere la scuola civica di Via San Giusto.
Non vi è una ragione di bilancio, in quanto la dismissione non eliminerebbe le spese a carico del Comune, non vi è uno scarso interesse per la cittadinanza, anzi ad oggi gli iscritti sono 240 e le richieste aumentano di anno in anno.
Le ragioni date dell'Assessore Cappelli sono ridicole e tutte prontamente smontate dai genitori e dal personale docente della scuola stessa, i quali hanno risposto con una lettera alle strane teorie dell'Assessore all'educazione."
"Quello che ci colpisce è la volontà di chiudere la 'San Giusto' per la sua unicità colpevole di avere pochi alunni stranieri. Vorremmo ricordare a Sindaco e Assessore che l'UNICITA' e l'ECCELLENZA sono un merito non un demerito, e quindi realtà come questa scuola devono rappresentare un punto di riferimento da esportare non da chiudere.
Per quanto rigurda la scarsa presenza di stranieri, l'Assessore sa bene che le iscrizioni, previo estrazioni, sono aperte a tutti, a meno che non si voglia fare del razzismo al contrario o che alla base di queste scelte non vi sia un'ideologia marxista-leninista che vuole abbassare il livello dell'insegnamento e creare scuole con una maggioranza di stranieri provenienti da più parti del mondo, creando gravi ostacoli all'insegnamento" ha concluso Bastoni.


Nessun commento:

Posta un commento