05/11/12

La crisi economica, Matteo Salvini e "Chillu è pazzo di te"

Trasmissione surreale, un misto tragicomica, quella a cui ho assistito ieri pomeriggio su Canale 5. Rientrato da poco da Mantova, ho preso alla lettera l'invito del Segretario Nazionale, ospite della trasmissione, di seguirlo.
Dopo pochi minuti ho subito capito però che la trasmissione aveva ben poco di politico e cavalcava onde di steriotipi, parole al vento e caciara stile festa di paese.
Argomento tra l'altro imbarazzante e atto solo ad attirare pubblico, come ha detto Matteo Salvini, la puzza non ha confini, gli argomenti importanti e interessanti da trattare avrebbero dovuto essere altri.
Il Segretario ce l'ha messa tutta, per snocciolare una situazione di crisi evidente e di differenza economica tra nord e sud, ma conduttrice (D'Urso) e ospiti han glissato e saltato a pie' pari il problema propinando ai telespettatori la tarantella, dicendo che i napoletani son simpatici (nessuno l'ha mai messo in dubbio) e un improbabile cantante napoletano, tale Ciro con chillu si pazzo di te.
Questi alcuni dati da sapere:
Ogni anno ogni cittadino che vive (e paga) in Lombardia versa allo Stato 3.292 euro in più di quanto riceve.
Ogni anno ogni cittadino che vive (e paga) in Calabria versa allo Stato 3.473 euro in meno di quanto riceve.
In Lombardia - 3.292 a testa, in Calabria + 3.473.

Quindi ridiamo pure con la tarantella (anche se a me fa poco ridere) ma ben presenti in testa i reali problemi del paese.

5 commenti:

  1. e' stata una cosa vergognosa!! trasmissione a senso unico con la classica sceneggiata napoletana a fare da apri pista. Salvini è stato un signore, un vero cavaliere e non so proprio come abbia potuto resistere e non rispondere per le rime. Inoltre, la trasmissione della D'Urso ha non poco insultato i grandi lavoratori piemontesi: durante il servizio serpeggiava l'affermazione non troppo velata "tutti i piemontesi sono razzisti verso i poveri napoletani"; quindi mi chiedo a queto punto chi è razzista verso chi? perchè tutti i piemontesi devono essere sbeffeggiati solo per via di una stupida partita di calcio? Il programma è stato a dir poco scandaloso, pilotato e di un profilo morale tra i più beceri. I veri napoletani dovrebbero rifuggire dai loro compagni "terroni" perchè fanno fare brutta figura ache a quei pochi che ancora resistono nell'onestà e nel senso civico. Concludo con: Salvini sei stato grandissimo! sei sempre il mio idolo.

    RispondiElimina
  2. Gia il titolo "nord CONTRO sud" e l'eccezionale parterre napoletano, erano già una dichiarazione di intenti... Salvini e Bonanno sono dei santi... io non sono resistita se non per solidarieta' con loro...

    RispondiElimina
  3. Risposte
    1. Hai ragione, caro Davide a definire quella trasmissione, uno scempio pietoso. Matteo è stato mitico e con grande fair play. Gianluca non è stato da meno. Un cordiale saluto da Sergio TOSO. PRIMA IL NORD!

      Elimina
  4. una trasmissione vergognosa.
    miravano all'umiliazione, ma l'effetto e' stato contrario.
    girando sul web, anche gli stessi napoletani, hanno trovato la trasmissione poco interessante e farsesca.
    gli ospiti erano caricature paradossali.
    *noi abbiamo i limoni voi avete la nebbia* si commenta da sola.

    RispondiElimina