06/02/17

MILANO - GALLERIA: SIANO TUTELATE LE IMPRESE CHE HANNO INVESTITO IN QUESTI ANNI

“Occorre rivedere le politiche dell’Amministrazione Comunale sulle concessioni in Galleria Vittorio Emanuele II; interesse principale dell’Amministrazione deve prevedere il giusto e corretto corrispettivo degli spazi concessi senza discriminare le realtà già esistenti. La previsione nei bandi, del diritto di prelazione degli attuali concessionari non può essere certamente utilizzata a discrezione, come già avvenuto” afferma Davide Boni, segretario provinciale della Lega Nord.
“La Lega Nord chiede che si tutelino le piccole attività imprenditoriali che, senza avere il presunto appeal delle grandi firme e la medesima capacità economica, anni un tutti questi anni investito in decoro e manutenuto elevato il livello della Galleria” continua Massimiliano Bastoni, consigliere comunale del Carroccio.
“La Lega Nord si chiede anche come sia possibile che un’Amministrazione Comunale non provveda nei propri bandi a fissare garanzie di piena occupazione. Il contenuto dell’ultimo bando (per l’assegnazione della Locanda del gatto Rosso e de Il Salotto) prevede un punteggio nell’offerta progettuale di 30 punti massimi a chi garantisce il 50% dell’occupazione in essere (garantita, fra l’altro, solo per il primo anno), con pregiudizio di chi, ad oggi, in realtà garantisce il 100% a tempo indeterminato” conclude Cristina Scaramucci, vice responsabile Enti Locali della Lega Nord

Nessun commento:

Posta un commento