16/03/10

CAMPI NOMADI: NESSUNA DISCRIMINAZIONE, ORA AVANTI CON GLI SGOMBERI

Quanto espresso dal Tribunale civile di Milano sconfessa di fatto tutti coloro che interpretano gli atti sostenuti dalle istituzioni milanesi e dal governo stesso, finalizzati a ripristinare la legalità sul territorio, come razzisti o discriminatori. Censire e quindi controllare chi vive sul nostro territorio è un passaggio assolutamente legittimo e di buon senso che peraltro tutela gli stessi minori, più volte al centro di traffici illeciti. Non possiamo in nessun modo farci intimorire da chi manifesta per impedire gli sgomberi senza capire che in questo modo si lasciano sul territorio una serie di accampamenti abusivi che non tutelano nessuno e che non aiutano di certo l’integrazione. Per questo motivo dobbiamo necessariamente proseguire con lo smantellamento di tutti i campi irregolari, allontanando coloro che non hanno mezzi di sostentamento adeguati per restare in questo Paese.

Nessun commento:

Posta un commento