11/03/10

VIA PADOVA: UN GIRO DI VITE CHE RISPONDE ALLE ISTANZE DEI CITTADINI

L’inasprimento degli orari di chiusura degli esercizi commerciali di Via Padova, rappresenta un passaggio importante frutto della collaborazione tra istituzioni e forze dell’ordine, mirato a imporre delle regole serie che servono a mettere in ordine un quartiere divenuto negli ultimi tempi l’emblema del fallimento di quella che potremmo definire “integrazione forzata".
Questi giusti provvedimenti sono la prova che i residenti della zona hanno tutte le ragioni per protestare e contestare le continue esplosioni di violenza, alimentate da bande di stranieri in lotta per la spartizione del nostro territorio, culminate qualche settimana fa in una serie di disordini le cui immagini hanno fatto il giro del Paese.
Senza dubbio l’invio delle forze dell’ordine e il controllo sugli appartamenti affittati a cittadini stranieri sono un altro passo in avanti per fare capire che Via Padova non deve essere abbandonata a se stessa e che il rispetto delle leggi è necessario per consentire a tutti di vivere civilmente nel capoluogo lombardo, senza che gli stranieri impongano ai residenti uno stile di vita in contrasto con le norme vigenti.

2 commenti:

  1. Purtroppo il nostro problema sarà quando la Polizia andrà via abbiamo paura di tornare all'anarchia di prima.
    Dagli abitanti di Via Padova una richiesta:
    Davide non ci lasciare soli...

    RispondiElimina
  2. Abito in Via Padova devo dire che la situazione è molto migliorata, ma la paura di noi cittadini è quella di essere abbandonati ancora, perchè più volte in precedenze avevamo segnalato alle autorità lo stato di abbandono, nessuno ha mai fatto niente.Uno solo ha preso a cuore la nostra situazione e cioè Davide Boni!! A nome dei cittadini onesti del quartiere ti chiediamo: Non ci abbandonate ancora.

    RispondiElimina