26/01/16

GRIMOLDI E BONI (LEGA NORD) – A MILANO ALTRI 4500 PROFUGHI SARANNO MANTENUTI A SPESE DEI CONTRIBUENTI. MA PERCHÉ I CITTADINI MILANESI VENGONO SEMPRE PER ULTIMI?


“A Milano i cittadini milanesi sono sempre gli ultimi nella scala di priorità del Comune o della Prefettura.
Poche settimane fa il Comune di Milano ha pubblicato il bando per chiedere ai cittadini di ospitare in casa propria dei richiedenti asilo in cambio di 350 euro, bando chiuso con il flop di appena 40 adesioni, adesso invece è la Prefettura a pubblicare un bando per l'affidamento del servizio di accoglienza, gestione dei servizi nei confronti di 4500 cittadini stranieri che richiedono protezione internazionale a Milano e provincia. 
Questo significa che le solite cooperative amiche della sinistra ingrasseranno con i contributi erogati dalle istituzioni, ovvero con i soldi dei cittadini, per mantenere questi 4500 richiedenti asilo di cui meno del 10%, come ampiamente dimostrato dalle statistiche fornite dalle organizzazioni internazionali, otterranno lo status di rifugiato.
Ma perché bisogna spendere tutti questi soldi per migliaia di clandestini, e far arricchire le cooperative degli amici degli amici, quando abbiamo dei nostri cittadini che muoiono di freddo per strada, come accaduto sabato notte con il clochard in piazza Cinque Giornate, o tanti anziani, disoccupati, malati o invalidi in grave emergenza abitativa o economica?"

Lo dichiarano l'on.Paolo Grimoldi, deputato della Lega Nord e Segretario della Lega Lombarda, e Davide Boni, Segretario della Lega Nord Milano.

Nessun commento:

Posta un commento