03/11/10

DROGA: GIOVANE IN COMA; BONI, CHIUDERE LUOGHI NON AUTORIZZATI

Chiudere e procedere allo sgombero dei ''luoghi di aggregazione non autorizzati'' per evitare che si ripetano episodi come quello accaduto al ragazzo di 17 anni di Lucca, ora in coma all'ospedale Niguarda di Milano dopo aver assunto ecstasy a un rave party al centro sociale Leoncavallo nella notte tra sabato e domenica. E' l'auspicio espresso dal presidente del Consiglio regionale della Lombardia, Davide Boni (Lega), secondo il quale ''non si possono liquidare certi gravi episodi, perchè troppo spesso sono proprio i luoghi di aggregazione non autorizzati ad essere il teatro dove nascono situazioni di illegalita' e di degrado, che arrivano a mettere a rischio anche la vita di alcuni giovani''. Secondo il politico lombardo e' ''impossibile fare finta di nulla e lasciare che nel capoluogo lombardo continuino ad esistere zone d'illegalita', dove tutto e' concesso e dove il rispetto delle regole, anche quelle che stanno alla base della civile convivenza, vengono sistematicamente violate''. Per questo ''chiedere la chiusura di questi luoghi e lo sgombero degli edifici occupati e' - conclude Boni - un segno di responsabilita' da parte delle istituzioni e delle forze dell'ordine, che hanno il dovere di amministrare per il bene della comunita'''.(ANSA).

Nessun commento:

Posta un commento