20/06/12

BANDO ”VOUCHER SPERIMENTALE LEVA CIVICA REGIONALE” – PERCORSI DI CITTADINANZA ATTIVA PER IL POTENZIAMENTO DELLE OPPORTUNITA’ DEI GIOVANI



BANDO
BANDO ”VOUCHER SPERIMENTALE LEVA CIVICA REGIONALE” – PERCORSI DI CITTADINANZA ATTIVA PER IL POTENZIAMENTO DELLE OPPORTUNITA’ DEI GIOVANI
Il presente bando, promuove progetti di cittadinanza attiva attraverso percorsi formativi destinati ai giovani, tra i 18 e i 35 anni,da realizzarsi all’interno degli enti locali lombardi in un’ottica di sostegno e rilancio di percorsi innovativi in grado di coniugare la partecipazione attiva dei giovani ad opportunità di crescita formativa e occupazionale.
DOTAZIONE FINANZIARIA
Per la concessione del voucher le risorse finanziarie disponibili sono pari a € 500.000,00 mila euro.
CHI PUÓ FARE DOMANDA
a) Comuni;
b) Unioni di Comuni;
c) Comunità Montane.
MODALITA’ DEL CONTRIBUTO
Gli enti locali abilitati potranno ottenere un contributo pari al 50% della spesa ammissibile per attivare sul loro territorio, progetti sperimentali di Leva Civica destinati ai giovani  i quali potranno acquisire conoscenze e competenze professionali ricevendo un contributo di  300 euro al mese e conseguire un attestato di competenza regionale ai sensi della L.R. 19/2007 al termine di ogni percorso sperimentale.
INTERVENTI AMMISSIBILI
Il voucher assegnato può essere utilizzato dagli enti beneficiari esclusivamente per la realizzazione di percorsi formativi, destinati a giovani di età compresa tra i 18 e i 35 anni e finalizzati all’acquisizione di conoscenze e competenze professionali spendibili nel
mercato del lavoro nonché alla partecipazione dei giovani alla vita sociale e istituzionale dell’ente locale beneficiario.
Attraverso i percorsi sperimentali di “leva civica regionale”, che si svolgeranno all’interno dell’organizzazione degli enti beneficiari, previo esperimento delle relative procedure pubbliche di selezione, i giovani aderenti al percorso, potranno osservare dall’interno come funziona la realtà degli enti locali, nonché come vengono gestiti i servizi comunali.
Per l’attuazione del percorso sperimentale di leva civica, gli enti beneficiari dovranno, direttamente o attraverso enti di prima e seconda classe, iscritti all’Albo Regionale Lombardo del Servizio Civile, obbligatoriamente avvalersi per la realizzazione delle attività formative di enti accreditati per i servizi di istruzione e formazione professionale di Regione Lombardia
Ciascun progetto presentato dall’ente richiedente, dovrà riportare un ammontare di costi ammissibili a carico dell’Ente, non inferiore a € 2.500,00 e dovrà garantire , inoltre, per ogni giovane partecipante ammesso al percorso formativo:
·         apertura di posizione INAIL;
·         Assicurazione di Responsabilità Civile verso terzi;
·         CUD finale;
·         rimborso spese di € 300 mensili per il completo svolgimento delle attività previste dal progetto formativo
Si precisa che è facoltà dell’ente locale beneficiario, individuare all’interno dell’avviso di selezione pubblica, criteri e modalità per procedere alla eventuale rideterminazione del rimborso spese spettante ad ogni giovane partecipante in caso di parziale raggiungimento degli obiettivi fissati dal percorso.
Nessun onere economico potrà essere richiesto ai giovani partecipanti ai fini dell’adesione al percorso formativo di leva civica.
I progetti proposti devono avere una durata minima di 6 mesi (pari a 539 ore totali di cui almeno 36 ore di formazione) fino ad un massimo di 12 mesi (pari a 1049 ore totali di cui almeno 72 ore di formazione). La durata e la data di avvio dei progetti, almeno indicativa, dovranno essere riportati nell’atto formale di previsione di spesa allegato in sede di presentazione della domanda.
In ogni caso, i progetti dovranno essere avviati entro il 31.10.2012 e concludersi entro e non oltre il 31.12.2013. Eventuali proroghe, e comunque non superiori a 60 giorni, potranno essere concesse per motivi non dipendenti dalla volontà dell’ente beneficiario purché adeguatamente motivate e supportate da idonea documentazione.
SPESE AMMISSIBILI
Sono considerate ammissibili le spese relative all’attività di realizzazione del percorso formativo da parte dell’ente beneficiario comprendenti, a titolo esemplificativo:
·         spese di formazione (spese per la docenza, la valutazione delle competenze, organizzazione dei corsi)
·         spese di amministrazione (elaborazione cedolini e Cud, predisposizione contratti, gestione versamenti)
·         spese di gestione (progettazione, selezione e ingaggio, tutoraggio);
·         spese di assicurazione (assicurazione responsabilità civile verso terzi);
·         rimborso ai giovani partecipanti al percorso;
·         adempimenti normativi per ogni posizione di leva civica (apertura posizione Inail e relativi versamenti, versamenti Irap).
SCADENZA
La domanda di partecipazione deve essere presentata dai soggetti abilitati alla presentazione della domanda obbligatoriamente in forma telematica, utilizzando esclusivamente la modulistica on-line predisposta su Internet e disponibile nei tempi sotto indicati all’indirizzo https://gefo.servizirl.it
In nessun caso saranno ammesse domande presentate in formato cartaceo o utilizzando una modulistica diversa da quella appositamente predisposta.
La procedura informatica sarà disponibile sul sistema informativo a partire dalle ore 10.00 del 20 giugno 2012 fino alle ore 12.00 del 20 luglio 2012.
LINK

Nessun commento:

Posta un commento