05/09/12

BANDO Invito per la presentazione di progetti di musei di enti locali o di interesse locale, sistemi museali locali e reti regionali di musei

BANDO
Invito per la presentazione di progetti di musei di enti locali o di interesse locale, sistemi museali locali e reti regionali di musei
Regione Lombardia, nell'intento di sostenere i musei lombardi, per potenziare la fruizione e l'accessibilità pubblica e migliorare gli standard di qualità dei servizi, invita a presentare progetti per l'anno 2012, ai fini del loro cofinanziamento da parte di Regione Lombardia.
BENEFICIARI
Possono presentare domanda:
• musei e raccolte museali formalmente istituiti;
• sistemi museali locali formalmente istituiti;
• reti regionali di musei;
• organismi associativi di interesse nazionale che abbiano tra gli scopi statutari la promozione, il sostegno e lo sviluppo dei musei.
Ciascun museo, raccolta museale, sistema museale locale, rete regionale di musei, organismo associativo può presentare una domanda di contributo relativa ad un solo progetto
DOTAZIONE FINANZIARIA
Per il 2012 le risorse finanziarie ammontano a € 734.422,80, salvo eventuale successiva
Integrazioni, così suddivise:
·         € 220.000,00 per convenzioni finalizzate all’attuazione di progetti speciali di interesse regionale;
·         € 514.422,80 per il bando a sostegno di musei, raccolte museali, sistemi museali e reti regionali di musei.
INTERVENTI AMMISSIBILI
Ogni progetto deve rientrare in una delle tipologie sotto indicate e deve essere coerente con l’identità e la missione del museo/raccolta museale, sistema museale locale o rete regionale da cui discende. Possono essere presentati anche progetti compositi, ovvero contenenti una o più fasi progettuali rientranti in tipologie diverse dalla principale, purché comprese tra quelle individuate e coerenti con l’obiettivo di progetto indicato; sono ammessi anche lotti di progetti pluriennali. In questo caso va presentato il progetto complessivo e dettagliata l’annualità oggetto della richiesta.

·         Allestimenti museali permanenti, finalizzati al miglioramento dell’esposizione, della conservazione dei beni e della fruizione da parte del pubblico:
Ø       progettazione e allestimento degli ambienti espositivi
Ø       progettazione e allestimento degli ambienti di deposito, laboratori e ambienti in generale destinati a gestione e conservazione delle opere, compresi i laboratori di restauro, anche condivisi tra più musei
Ø       allestimento o ampliamento di strutture di servizio al pubblico, anche condivise da più musei, quali laboratori didattici, sale per esposizioni temporanee, sale convegni, sale studio, biblioteca, fototeca, ambiente reception, bookshop, guardaroba
Ø       messa a norma della sede, dal punto di vista della sicurezza, del superamento barriere architettoniche e della corretta gestione microclimatica
Ø       revisione e aggiornamento degli apparati didascalici.

·         Manutenzione e restauro dei beni e collezioni facenti parte del patrimonio musealizzato.
Ø       Non rientrano in questa tipologia di progetto e non sono quindi ammessi al finanziamento gli interventi di recupero edilizio, restauro, risanamento conservativo di edifici e di qualsiasi loro componente o pertinenza, compresi i parchi e i giardini storici, anche nel caso di immobile “museo di se stesso”.

·         Educazione al patrimonio e didattica museale, con particolare attenzione al mondo della scuola, ai pubblici disagiati, alla promozione e alla comunicazione delle collezioni, nonché alla fruizione del territorio attraverso la conoscenza delle collezioni del museo.
Ø       Non rientrano in questa tipologia e non sono quindi ammessi al finanziamento i progetti relativi a mostre e manifestazioni temporanee.

·         Organizzazione e realizzazione di attività di formazione e di aggiornamento del personale, anche volontario, finalizzate alla crescita professionale degli addetti.
Ø       I progetti di questa tipologia dovranno essere destinati ad ampie fasce di utenza professionale e coinvolgere realtà museali plurime e diversificate.

·         Valorizzazione digitale del patrimonio museale, finalizzata a promuovere la fruizione in rete del patrimonio culturale della Lombardia e a pubblicare i risultati sul portale Lombardia Beni Culturali. Tale valorizzazione si può attuare attraverso:
Ø       percorsi tematici e/o territoriali elaborati da uno o più musei (anche con attenzione all’attrattività turistica)
Ø       cataloghi da realizzare attraverso le modalità e gli standard SIRBeC: attività di catalogazione e campagne fotografiche ad alta risoluzione dei beni musealizzati di maggiore rilevanza culturale
Ø       sviluppo di applicazioni digitali relative a collezioni museali.
Anche in vista della predisposizione di un programma regionale integrato che valorizzi le ricorrenze storiche significative per il territorio lombardo, saranno considerati con particolare attenzione i progetti che svilupperanno le seguenti tematiche, anche con modalità preparatorie ad attività e progetti da sviluppare nel 2013:
·         17° centenario dell’Editto di Costantino
·         2° centenario della nascita di Giuseppe Verdi
·         150° anniversario della nascita di Gabriele D’Annunzio.
Il progetto deve contenere i seguenti elementi:
·         struttura realizzatrice;
·         obiettivi generali, obiettivi specifici e risultati attesi;
·         descrizione delle azioni previste che definisca dal punto di vista sia qualitativo che quantitativo le modalità di impiego delle risorse umane interne e delle altre figure impiegate, i piani di attuazione per il raggiungimento degli obiettivi e le attività connesse previste, nonché eventuali studi professionali coinvolti;
·         risorse tecniche e strumentali necessarie per l’attuazione;
·         eventuali copromotori e partner, con la specifica del ruolo concreto rivestito dagli stessi all’interno del progetto;
·         descrizione sintetica delle attrezzature eventualmente da acquisire;
·         piano dei costi, che riassuma in forma di tabella le voci di spesa puntualmente descritte;
·         crono programma;
·         autorizzazione della competente Soprintendenza,se richiesta ai sensi del d.lgs. n. 42 del 22 gennaio 2004 “Codice dei beni culturali e del paesaggio”.
SPESE AMMISSIBILI
Le spese ammesse al cofinanziamento sono le seguenti:
·         progettazione ed esecuzione dei lavori;
·         spese tecniche e logistiche (es. trasferte);
·         prestazioni professionali e consulenze;
·         acquisizione di beni, strumenti e attrezzature, mezzi meccanici in genere;
·         spese generali (non devono superare il 5% del costo totale del progetto);
·         spese relative a personale interno (non devono superare il 10% del costo totale del progetto).
Le spese ammissibili dovranno essere effettuate e rendicontate entro il 26 novembre 2012.
ENTITA’ DEL CONTRIBUTO
Il progetto proposto dovrà avere un costo complessivo non inferiore a € 20.000,00.
Il richiedente dovrà garantire, con risorse proprie, o con finanziamenti di soggetti terzi,
pubblici e/o privati, il cofinanziamento eccedente il contributo regionale.
Il contributo regionale potrà risultare inferiore a quanto richiesto e comunque non potrà
risultare superiore al 70% del costo del progetto indicato nella domanda.
Il contributo regionale potrà andare da un minimo di € 10.000,00 a un massimo di €
40.000,00.
SCADENZA
La domanda consta di due fasi:
a) compilazione e invio tramite procedura on-line
b) trasmissione domanda firmata (in cartaceo)
Compilazione e invio tramite procedura on-line: per l'ammissione al bando il richiedente deve accedere alla procedura on-line utilizzando il Sistema Informativo ,https://gefo.servizirl.it/
La procedura informatica per la presentazione delle domande sarà disponibile nel Sistema Informativo a partire dalle ore 10:00 del giorno 30 agosto 2012.
Trasmissione domanda firmata: una volta avvenuto l'invio elettronico, verrà creata automaticamente la domanda, che va stampata, firmata dal legale rappresentante, timbrata e corredata da marca da bollo da € 14,62 se dovuta.
La domanda in forma cartacea dovrà pervenire entro e non oltre le ore 16:30 del giorno 1 ottobre 2012.
Nel caso di spedizione a mezzo posta non farà fede la data del timbro postale, ma esclusivamente quella del protocollo della Giunta regionale.
La domanda può essere recapitata a:
• protocollo generale della Giunta Regionale, viale F. Restelli, n. 2 - 20124 Milano
• uffici protocollo delle Sedi Territoriali della Regione Lombardia.
LINK

Nessun commento:

Posta un commento