08/09/12

GP MONZA: Boni e Bastoni: "Servizio Navetta Aeroporti/Hotel - Autodromo a committenti esteri vergognoso"


E' un grido di dolore quello che le imprese del settore trasporti milanese urlano a gran voce segnalandomi nella persona di Luca Catella (confartigianato) la presenza di diverse autovetture con targa e conducenti tedeschi che, come ogni anno, svolgono servizio navetta dagli aeroporti lombardi ed hotel per gli ospiti degli sponsor del Gran Premio di Formula 1 che si terrà questo week end a Monza.
"E' un fenomeno che annualmente sottrae alle nostre imprese, una considerevole mole di lavoro e di fatturato - dice Luca - che poteva rappresentare una boccata d'ossigeno visti i tempi di crisi ". 

"In base all'attuale legislatura europea niente vieta alle società sponsorizzatrici di avvalersi di committenti esteri, sempre e qualora abbiano sede in uno dei paesi della comunità, ma questo non deve essere - commenta Boni da deterrente per sorpassare e calpestare un settore che vive lavorando sopratutto in occasione di eventi di questo tipo.
Trovo disdicevole e vergognoso il comportamento della scuderia Ferrari, emblema del "made in Italy", che ha deciso di privilegiare un committente estero per i suoi servizi. Il Presidente Montezemolo che tanto sbandiera l'italianità dimostra di predicare bene e razzolare male.

Da segnalare anche che nelle aree aeroportuali (Malpensa, Linate, Orio al Serio) e negli spazi antistanti gli alberghi (Principe di Savoia, G.H.et de Milan, Four Seasons, Park Hyatt) i  veicoli sostano in zone vietate, intralciando il traffico e che nonostante non abbiano i permessi, usufruiscano delle corsie preferenziali , soprattutto  della corsia che da Piazza Cavour si estende per tutta Via Manzoni.
"Mi auspico anche una maggiore attenzione da parte delle forze dell'ordine, - continua Boni - perché oltre il danno non si aggiunga anche la beffa di avere una moltitudine di indisciplinati al volante."

"Quello delle infrazioni stradali è un problema che è giornalmente presente sulle strade milanesi ma che lievita in virtu' di eventi mondiali come il Gran Premio di Monza - interviene Massimiliano Bastoni - mi auguro che le forze dell'ordine siano solerti nel punire le infrazioni" - continua - "Colpevolizzo tutte le scuderie e gli sponsor, che utilizzando lavoratori stranieri dimostrano di non rispettare chi è presente su territorio lombardo e milanese da anni e chi ospita quello che è "Il Gran Premio D'Italia", fiore all'occhiello dello sport motoristico, ma che di italiano e lombardo poco ha, o niente ha, come nel caso dei servizi navetta".

Nessun commento:

Posta un commento