14/09/12

Inutile dialogare con l'Islam


C'è oggi su Il giornale un intervista al Professor Edward Luttwak (economista statunitense 69 anni) molto interessante e lucida che vi invito a leggere. Dopo i recenti atti commessi dall'Islam in Libia, la polveriera in Egitto e in altre zone del Nord Africa, Pakistan ecc. concordo pienamente col professore che Il conflitto non è tra il mondo islamico e gli Stati Uniti, ma tra il mondo islamico e l'intero mondo non islamico e che l’ideologia musulmana è incompatibile con la democrazia.
Come tutti avrete intuito, il film tanto discusso, considerato blasfemo, è stato solo il pretesto per imbracciare armi, e scordiamoci pure di credere a chi erroneamente indica la Libia come nuova democrazia, non esiste un sistema democratico in Libia. "ogni sforzo di venire a patti con l'islamismo è sciocco e vano".
La storia recente ci ha messi di fronte all'evidenza che ovunque ci sia convivenza tra Islam e Non-Islam c'è conflitto a volte con centinaia di morti. Se una comunità conta maggioranza islamica, in questa comunità decade la democrazia.
E' ancora aperta la ferita dell'11 settembre 2001, attacchi tra l'altro organizzati in paesi occidentali, dove l'ideologia musulmana è ormai ben radicata e dove credo continui nella sua azione di "arruolamento truppe".
Gli stati occidentali, gli Stati Uniti l'Europa non possono e non devono permettere la non-democrazia e il dilagare dell'Islam almeno entro i loro confini.
Con chi non fa della democrazia il punto essenziale della vita, dellconvivere, della politica, non si potrà mai avere un dialogo ed è anche per questo che condivido l'idea di paura che l'Islam stia islamizzando l'occidente.

Nessun commento:

Posta un commento