19/09/12

Milano Via Ardigo' e Rom: Il lassismo del Comune ormai sinonimo di degrado. VIDEO


Ieri pomeriggio alla presenza dei residenti, che ci hanno segnalato l'insediamento rom, dei consiglieri Massimiliano Conte e Francesca Testa di zona 4, di Piermario Sarina viceresponsabile organizzativo provinciale Lega Nord e di alcuni agenti della Digos, abbiamo fatto un sopralluogo in Via Ardigo' a Milano.
L'insediamento è posizionato su di una via dismessa adiacente la ferrovia e ai muri di cinta di un parco e un asilo.


Subito ci sono parse evidenti le condizioni di degrado e di igiene precarie, la zona è piena di immondizia e di tane di topi. Al solo camminare i roditori corrono ovunque facendo notare la loro numerosa presenza, credo siano stimabili in alcune centinaia di unità. I ricoveri poi dei rom sono tende alla belle e meglio, case fatte di latta e altro materiale non identificabile, stano preparando anche del cibo, in una padella a 10 cm da terra e a 2m circa dall'immondizia.
I cittadini lamentano il fatto che i bambini giocano nel parco adiacente e vanno all'asilo lì, parlano di un continuo via vai di rom che portano e scaricano materiale e beni di ogni tipo, furti in costante aumento nelle loro, automobili e scooter presumibilmente abbandonati nella via. Insomma una situazione invivibile.


Alla luce di quanto visto e constatato, i consiglieri di zona 4 presenteranno in consiglio di zona un interrogazione a riguardo, presenteremo poi denuncia all'Asl competente per la presenza dei topi e di minori in condizioni igieniche inaccettabili e un esposto alla Procura della Repubblica congiunta con l'esposto al comune di Milano.
Segnalo infine che i residenti la zona hanno più volte segnalato al Comune ai vigili di zona e alle autorità competenti la situazione, senza avere risposta. Ad una chiamata qualcuno si è sentito rispondere "si deve abituare, i rom sono cittadini europei", vero ma abituarsi alla continua illegalità, ai topi che gironzolano è più difficile.
Il lassismo del Comune credo sia ormai sinonimo di degrado.





Nessun commento:

Posta un commento