04/10/11

FIAT e CONFINDUSTRIA, Boni: “più attenzione alle imprese”


“In un momento così particolare, l’abbandono di Confindustria da parte della Fiat lancia senza dubbio un messaggio di inequivocabile sfiducia dei confronti dell’associazione che, soprattutto in questo anno difficile, da un punto di vista produttivo ed occupazionale, avrebbe dovuto svolgere un ruolo di collegamento nella fase di rilancio dell’attività produttiva.

Come è stato sottolineato anche nei giorni scorsi,  invece di passare il proprio tempo a prendersela con il Governo, l’attuale Presidente Marcegaglia avrebbe dovuto lavorare con più attenzione per mettere sul tavolo idee innovative, agevolando la vitalità delle medesime imprese.

Il dubbio è che, dopo la dipartita della Fiat, ci saranno probabilmente altre aziende che ne seguiranno l’esempio, soprattutto nell’ambito delle piccole e medie imprese della Lombardia e del Nord del Paese”.

Così Davide Boni, Presidente del Consiglio della Regione Lombardia, è intervenuto sulla lettera di Marchionne con la quale annuncia l’uscita del marchio Fiat dalla Confindustria.

Nessun commento:

Posta un commento